Rocío Muñoz Morales

attrice, conduttrice, ex modella ed ex ballerina spagnola

Rocío Muñoz Morales (1988 – vivente), attrice, conduttrice televisiva, ex modella ed ex ballerina spagnola.

Rocío Muñoz Morales nel 2012

Citazioni di Rocío Muñoz MoralesModifica

  • Avendo due figlie femmine, provo a trasmettere loro tutti valori in cui io, come donna, credo. Provo a essere una madre vicina e presente, ma senza essere troppo invadente, cerco di essere una loro compagna di viaggio. Ritengo che certamente potrò aiutarle, ma alla fine dei conti sono loro che dovranno scoprire il mondo nel modo giusto. E solo loro decideranno con quali occhi vedere la realtà.[1]
  • Resto in forma facendo la mamma a due bambine di 5 e 2 anni. Il che significa che il divano di casa non lo sfioro neppure! Poi cerco di fare pilates una o due volte a settimana, non solo per il corpo, ma anche per la mente. Nella mia beauty routine non manca mai una doccia calda la sera, oltre al gesto di struccarmi completamente e idratare al massimo pelle e capelli.[1]

Rocío Muñoz Morales: «Quando ero la straniera»

Intervista di Valentina Colosimo, vanityfair.it, 19 aprile 2021.

  • Da tempo sono attratta da ruoli che richiedono di essere fisicamente brutta. Per tanti anni mi offrivano solo parti in cui dovevo vestirmi scollata, mettere in mostra il fisico. Io andavo sul set e cercavo di approfondire il personaggio, vedere le sfumature, articolare l’interpretazione. E mi sentivo rispondere: ma 'sti cazzi, è bona.
  • L’Italia è un Paese bellissimo ma è ancora molto maschilista, purtroppo. Le donne devono subire comportamenti e atteggiamenti inaccettabili. Non mi sono mai trovata in situazioni di pericolo ma spesso sono tornata a casa dal set triste e sofferente perché mi ero dovuta mettere uno scudo che non mi apparteneva, essere fredda ed evitare qualsiasi contatto fisico, per non lasciare neanche uno spiraglio di malinteso. Poi se sei una donna è meglio che non mostri le tue fragilità, altrimenti vieni bollata come debole. Sono fragile, e allora? Chi non lo è?
  • Oggi per me casa è Roma, incredibilmente non lo è più Madrid, ma quando sono arrivata in questo Paese non sapevo una parola di italiano ed è stato davvero faticoso. Ero assalita dai pregiudizi. Dicevano che ero bella e poco intelligente, poco preparata, troppo giovane. E insinuavano, anzi lo dicevano anche apertamente, che volevo sfruttare una serie di circostanze, come la fama di Raoul. Ho passato molto tempo a lottare con questa narrazione che non mi apparteneva e che mi feriva profondamente. Soprattutto per come sono fatta io. Sono una di principi, una persona anche un po' pesante, una che si impegna tantissimo nelle cose, in Spagna studiavo recitazione all’accademia, non sono un’improvvisata. Anche oggi, quando dicono che sono una modella, io correggo sempre: ex. È un mestiere bellissimo e divertente ma anche quella parola, "modella", purtroppo la collego a un pregiudizio che ho subito in passato: ecco la modella che si è messa in testa di fare l’attrice. Non è stato affatto così.

NoteModifica

  1. a b Dall'intervista di Marzia Nicolini, Rocío Muñoz Morales si racconta in esclusiva a Elle tra amore, famiglia e segreti di bellezza, elle.com, 21 marzo 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica