Riccardo Cocciante

cantautore, compositore e musicista italo-francese

Riccardo Cocciante (1946 – vivente), cantautore italiano.

Riccardo Cocciante

Citazioni di Riccardo CoccianteModifica

  • [Mina] Ci sono poche persone della sua epoca che sono rimaste così importanti. È qualcosa che non ha eguali nello star system internazionale. Ma vi rendete conto che cosa vuol dire scegliere di sparire ed esserci contemporaneamente come fa lei? Si rischia di essere dimenticati. Ma lei ha questa ammirevole prerogativa: sparire e cantare lo stesso, con relativi guadagni e notorietà. Mina non passerà mai di moda. Semmai si incaglia nella produzione, nella qualità dei dischi, nella scelta più o meno felice delle canzoni da incidere e lanciare. (citato in Nino Romano, Mina. Mito e mistero, Sperling & Kupfer Editori, Milano, 1996. ISBN 9788820022983)
Intervista di Orazio La Rocca, L'artista rende visibile l'anima, in la Repubblica, 21 novembre 2009
  • La bellezza si vede quando c'è qualche cosa dietro l'anima.
  • Penso che la Chiesa faccia questo da sempre, cioè è la rappresentante dell'anima in quel che dice e in quel che fa.
  • L'artista può aiutare a capire di vedere oltre le apparenze. E questo secondo me è già una ricerca, un passo che, ne sono certo, può orientare l'individuo verso la ricerca della fede.

Citazioni tratte da canzoniModifica

Cervo a primaveraModifica

Etichetta: RCA Italiana, 1980, testi di Mogol (eccetto la traccia n. 10)

  • Io rinascerò | senza complessi e frustrazioni, | amico mio, ascolterò | le sinfonie delle stagioni | con un mio ruolo definito | così felice d'esser nato | fra cielo terra e l'infinito. (da Cervo a primavera, n. 1)

CoccianteModifica

Etichetta: RCA Italiana, 1982, testi di Mogol

  • Avevi ragione tu, mia cara | la vita non dura mai una sera | il tempo di una follia | e breve lei fugge via | e poi | Cosa rimane tra di noi, | questa celeste nostalgia | questo saperti da sempre | ancora e sempre mia, mia... (da Celeste nostalgia, n. 1)
  • Amore mio grande, amica mia | cara celeste nostalgia | un'ora, un giorno, una vita | che cosa vuoi che sia? | Resti mia. (da Celeste nostalgia, n. 1)
  • Non dico che dividerei una montagna | ma andrei a piedi certamente a Bologna | per un amico in più | per un amico in più. (da Un nuovo amico, n. 3)
  • Il lavoro cosa vuoi che sia mai | un giorno bene, un giorno male, lo sai | dai retta un poco a me | giochiamo a briscola. (da Un nuovo amico, n. 3)
  • Perché un amico se lo svegli di notte, | è capitato già, | esce in pigiama e prende anche le botte | e poi te le ridà. (da Un nuovo amico, n. 3)

Citazioni su Riccardo CoccianteModifica

  • Cocciante ha inciso un brano intitolato «Quando finisce un amore», una composizione che con slancio e verità parla di quei momenti in cui si soffre per amore, quei momenti in cui viene l'inappetenza, il male alla bocca dello stomaco, l'insofferenza per tutto e tutti, l'impazienza che squilli il telefono con la speranza che sia il «lui» o la «lei» che sono il nostro unico interesse. È una canzone «giusta» che probabilmente non arriverà al grosso successo commerciale, ma che dimostra una felice vena nuova di Cocciante. (Renzo Arbore)
  • Lanciò con una certa fortuna una bella canzone intitolata «Poesia» ed è una speranza per la nostra musica leggera. (Renzo Arbore)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

OpereModifica