Radola Gajda

politico e militare montenegrino e cecoslovacco

Radola Gajda, nato Rudolf Geidl (1892 – 1948), politico e militare montenegrino e cecoslovacco.

Radola Gajda (1919 circa)

Citazioni su Radola GajdaModifica

  • Gajda era stato uno dei capi delle legioni cecoslovacche in Russia e braccio destro dell'ammiraglio Kolciak[1]. Nel 26, essendo capo di stato maggiore e ispirandosi alla marcia su Varsavia del maresciallo Pilsudsky[2], aveva tentato il colpo di Stato. Epigono reazionario del panslavismo ed antibolscevico imparentato coi russi bianchi, ebbe in Italia la fama di un «Mussolini cecoslovacco». (Enzo Santarelli)

NoteModifica

  1. Aleksandr Vasil'evič Kolčak (1874 – 1920), esploratore, ammiraglio e politico russo, comandante dell'Armata Bianca nella Guerra civile russa.
  2. Józef Piłsudski (1867 – 1935), rivoluzionario, generale e politico polacco

Altri progettiModifica