Polignoto di Taso

pittore e bronzista greco antico

Polignoto di Taso (... – ...), pittore e bronzista greco antico, attivo fra il 480 a.C. e il 455 a.C.

Polignoto di Taso, ricostruzione della battaglia di Maratona

Citazioni su Polignoto di TasoModifica

  • A Polignoto da alcuni si attribuisce l'invenzione della pittura all'encausto, ma non con abbastanza di fondamento, lasciandoci di ciò dubbiosi gli scrittori. (Guglielmo Della Valle)
  • Altri [pittori] dopo questi [elencati] furon famosi anche prima dell'Olimpiade novantesima[1], come Polignoto Tasio che primo pinse le femmine con veste lucente e con mitre a varj colori ne ornò il capo, d'assai migliorando la Pittura; poiché introdusse di aprir la bocca e mostrare i denti, variando il volto dall'antica rigidezza. (Guglielmo Della Valle)
  • Non potremmo avvicinarci alla spiritualità di Polygnotos se non ammettessimo, in quest'uomo che conobbe la generazione di Maratona e che fu contemporaneo di Eschilo, senso tragico della vita, rispetto pel divino, non disgiunti da un ottimismo grave e sano. (Alberto De Capitani d'Arzago)
  • Per aver una idea dello stile e della composizione del grande Polignoto di Taso [dopo la perdita completa della pittura della civiltà classica] dobbiamo fondare la nostra indagine principale su pitture vascolari al famoso affreschista contemporanee. (Pericle Ducati)
  • Una grande importanza ebbe [...] in Polygnotos il concetto quasi statuario di gruppo: e la ricerca conseguente di motivi tipici, di forme e profili puri, di pause larghe e sapienti. Nella sua arte pittorica, sempre fedele all'ispirazione omerica, la musicalità era forse sopratutto resa da questo plastico equilibrio fra pause e masse. L'espressione, intesa come tentativo dell'artista di dare un'interpretazione psicologica alle figure del suo dramma, fu certamente un'altra caratteristica ben individualizzabile nella sua pittura. La massima gloria di Polygnotos fu appunto riassunta in una sola parola: ethos. (Alberto De Capitani d'Arzago)

NoteModifica

  1. Gli antichi giochi olimpici erano usati come riferimento cronologico per datare gli eventi.

Altri progettiModifica