Pokémon Diamante e Perla

videogiochi del 2006

Pokémon Diamante e Perla

Titolo originale

ポケットモンスターダイヤモンド・パール
Poketto Monsutā Daiyamondo ・ Pāru

Ideazione Satoshi Tajiri
Sviluppo Game Freak
Pubblicazione Nintendo
Anno 2006
Genere videogioco di ruolo
Piattaforma Nintendo DS
Serie Pokémon
Preceduto da Pokémon Smeraldo
Seguito da Pokémon Platino

Pokémon Versione Diamante e Pokémon Versione Perla, meglio conosciuti come Pokémon Diamante e Pokémon Perla, videogiochi di ruolo del 2006, i primi titoli della serie Pokémon per Nintendo DS.

FrasiModifica

  • Il mio nome è Rowan, ma per tutti sono il Prof. Pokémon.
    Questo mondo è abitato da creature chiamate Pokémon! Noi umani viviamo al fianco dei Pokémon, che sono nostri amici fedeli. A volte i Pokémon sono compagni di gioco, a volte preziosi collaboratori. Alcuni di noi si coalizzano con i Pokémon per sfidare altre persone, stabilendo con essi un profondo legame. Che cosa faccio io? Mi dedico alla ricerca sui Pokémon, per saperne sempre di più. (Professor Rowan)
  • Secondo una teoria, dal Monte Corona ebbe origine la regione di Sinnoh.
    ...In un mondo primordiale... Un mondo in cui solo il tempo scorreva e lo spazio si ampliava... non esistevano conflitti... Ma che ne è stato di quel mondo? A causa della debolezza e della incompiutezza dello spirito umano... il mondo è caduto in rovina... Trovo che questa situazione sia davvero deplorevole... (Cyrus)
  • Mente e materia. Se una prevale sull'altra le conseguenze potrebbero essere nefaste. Tutto deve essere in equilibrio. È questo il segreto. (Ragazza col cappello) [alla cattedrale di Cuoripoli]
  • È normale che le persone si sentano sole. Io sono solidale con il prossimo. Cerco di guardare al futuro con tanto ottimismo. Ma ci sono ancora momenti di riflessione sul passato. Il tempo, però, lenisce la tristezza... (Anziana) [alla cattedrale di Cuoripoli]
  • Ogni libro contiene i ricordi su luoghi e periodi della vita di qualcuno. Le biblioteche non sono solo edifici in cui vengono conservati i libri. Sono anche punti d'incontro tra luoghi e tempi diversi. (Ragazza con gli occhiali) [alla biblioteca di Canalipoli]
  • …era un tuo amico quello [Barry]? Devo dire che sembrate davvero molto uniti… sono felice per voi. Dev’essere meraviglioso avere un amico così. Una persona con cui condividere qualsiasi cosa in ogni momento. Una persona con cui confrontarsi senza litigare. Mmm, guardandovi ho provato una meravigliosa sensazione. (Jasmine)
  • Amicizia. Tutte le vite toccano le altre vite per creare qualcosa di nuovo e vivo. (Iscrizione Unown) [alle Rovine Flemminia]

Altri progettiModifica