Paulette Cooper

Paulette Cooper (1942 — vivente), scrittrice e giornalista statunitense.

Cooper nel 2008

Lo scandalo di ScientologyModifica

IncipitModifica

Le persone che sono entrate in Scientology per soddisfare la loro curiosità avrebbero fatto meglio a leggere i giornali.
Avrebbero così letto che Scientology è attualmente sotto inchiesta in Inghilterra.
Avrebbero letto che Scientology è stata proibita nello stato di Victoria, Australia, in Western Australia e South Australia.
Avrebbero letto che in Scientology alcune persone hanno il permesso di ascoltare i segreti sessuali più intimi di altra gente dopo solo qualche mese di addestramento.
Avrebbero letto delle "lezioni di morte" che si tenevano in scuole britanniche dirette da Scientologist.
Avrebbero letto di un gruppo chiamato "The Process" che idolatra il sesso e il diavolo, crede in ogni tipo di perversione sessuale e che è stato iniziato da Scientologist.
Avrebbero letto che un uomo chiamato Charles Manson, imprigionato per l'assassinio di Sharon Tate e altre persone, pare sia stato uno Scientologist.
Avrebbero letto di un gruppo che ha cercato di "impossessarsi" dell'Associazione Nazionale di Igiene Mentale in Inghilterra, e quel gruppo era composto da Scientologist.
Avrebbero letto di un "reverendo" di Scientology che andava a letto con una donna sposata che si era rivolta a lui in cerca di aiuto per i suoi problemi matrimoniali, e che fu poi ucciso dal marito della donna.
Avrebbero letto di un gruppo che sottopone i membri a una "macchina della verità" mentre i superiori fanno domande sui dettagli più intimi della loro vita sessuale, e poi mandano le risposte al leader del gruppo, che è il fondatore di Scientology. (Introduzione)

CitazioniModifica

  • [Su Dianetics] Per apprendere le cause di tutti i malanni e poi curarli, tutto quel che si doveva fare era leggere un libro scritto da uno scrittore di fantascienza chiamato L. Ron Hubbard. Oltre a fornire alla gente un metodo di cura, il libro aveva qualcosa da offrire anche a quelli che avevano sempre segretamente desiderato diventare dottori e curare gli altri. Permetteva loro di esserlo senza tutti quei noiosi anni di studi. Tutto quello che dovevano fare, anche loro, era leggere il libro di Hubbard. (Cap. 1 — Da Dianetics a Scientology)
  • Hubbard mutò la "scienza" Dianetics in "religione". In seguito ribattezzò la sua religione col nome di "Scientology".
    Non tutti applaudirono queste mosse. Un critico notò che il nome "Scientology" non faceva più impressione di un fruttivendolo che decidesse di chiamarsi "Fruttologo". Ma la maggior parte delle obiezioni e dei sospetti furono sollevati non dal nome, ma dalla "religione". Gli agnostici sembravano offesi dalla religione, e i religiosi dall'agnosticismo. [...] Molti furono sospettosi della conversione di Dianetics in religione, probabilmente perché la "scienza" di Dianetics stava attraversando talmente tante difficoltà che trasformarla in religione e cambiarle nome poteva sembrare un tentativo di sfuggire ai problemi crescenti. (Cap. 1 — Da Dianetics a Scientology)
  • La "Chiesa di Scientology", come si definisce oggi, non sostiene più di curare la gente dai suoi problemi emotivi e fisici. Adesso dichiara che quello che le sta a cuore è il benessere spirituale.
    I metodi usati sono fondamentalmente gli stessi, e ricordano una combinazione di psicoterapia e Confessione Cattolica, alla quale gli Scientologist si dicono affini. (Cap. 2 — I confessionali)
  • Vi sono notevoli differenze tra le confessioni Cattoliche o Episcopali e una confessione Scientology.
    Innanzitutto, prima di cominciare l'auditing, gli Scientologist fanno firmare al confessante una liberatoria in cui giura che non farà mai causa.
    Secondo, gli Scientologist fanno pagare per questa possibilità di liberarsi, e addebitano per il privilegio enormi somme di denaro.
    Terzo, si ha scarsissima possibilità di scelta intorno a ciò che viene "confessato", perché le domande vengono ripetute più volte, e sono del tipo "Hai mai fatto qualcosa di cui tua madre si vergognerebbe, se la scoprisse?". Non ci si può limitare a rispondere alle domande, ma si deve rispondere con accuratezza e in maniera sincera, altrimenti il "rilevatore di bugie" se ne accorgerà.
    Quarto, le informazioni intime rivelate all'auditor non vengono tenute strettamente confidenziali. Questi fascicoli possono essere esaminati anche da dieci persone diverse, dato che i racconti fatti dal preclear sono disponibili a tutti i suoi auditor (che spesso ammontano a cinque o sei) più al Direttore dei Procedimenti, e occasionalmente all'Ufficiale di Etica, una specie di ufficiale di polizia interna dell'organizzazione di Scientology. Inoltre lo stesso Hubbard ha accesso alle confessioni. (Cap. 2 — I confessionali)
  • La teoria di Hubbard su come esattamente gli engram si possano impiantare prima che il feto sviluppi un sistema nervoso o gli organi sensoriali atti a registrare le impressioni, non è mai stata molto chiara, almeno non nel modo inteso dalla maggior parte dei dottori; o anche su come una persona possa trattenere o "ricordare" affermazioni verbali prima di possedere il comando del linguaggio.
    Gli Scientologist accettano questa teoria semplicemente sulla base di fede, e così se un marito picchia la moglie incinta e intanto le urla "prendi questo", un engram "prendi questo" può installarsi nel grembo materno. Perciò, quando poi il figlio crescerà, potrà reagire a questa affermazione in senso letterale, e diventare un ladro il cui obiettivo è "prendi questo". (Cap. 3 — Vita prenatale)
  • Oltre al "ricordare" la vita nel grembo materno, gli Scientologist riescono a "ricordare" le vite precedenti dei loro thetan, o spiriti immortali, che si dice abbiano vissuto in molti corpi prima dell'attuale. Hubbard credeva che il thetan esistesse da 74 trilioni di anni, e oggi sostiene che c'è da ancora più tempo. (Cap. 4 — Hai vissuto prima di questa vita?)
  • Gli Scientologist sono convinti che le vite passate e la morte dei loro corpi precedenti siano la causa di alcuni dei loro problemi attuali. Per esempio, Hubbard riteneva possibile che qualcuno che soffre di psoriasi (una malattia della pelle) possa averla contratta dai resti di fluido digestivo quando la persona (o il suo thetan) era stata mangiata da un animale, in una delle sue vite passate. Se una persona ha poi dei problemi di mandibola, se gli fa male o soffre di mal di denti, potrebbe trattarsi delle vestigia dei giorni in cui il suo thetan si trovava nel corpo di una vongola primordiale, la quale aveva problemi ad aprire e chiudere la conchiglia. Hubbard sosteneva che se il dolore alla mandibola era associato alla paura di cadere, allora la vongola poteva essere stata raccolta da un uccello. (Cap. 4 — Hai vissuto prima di questa vita?)
  • Pregare gli Scientologist di levare il vostro nome dalle loro mailing list spesso non porta bene. Gli australiani hanno riportato che quando qualcuno scriveva chiedendo che il suo nome venisse cancellato, gli Scientologist gli rispondevano dicendo che il significato della lettera non era molto chiaro. (Cap. 6 — L'Org)
  • Gli Scientologist non hanno mai preso gli attacchi a cuor leggero.
    Nonostante il credo della Chiesa di Scientology sancisca che "tutti gli uomini hanno il diritto di pensare liberamente, esprimere liberamente le loro opinioni, controbattere e scrivere sulle opinioni degli altri", nel passato tutto ciò non è stato applicato a chi desiderava pensare, parlare o scrivere contro Scientology. (Cap. 9 — Attacca chi ci attacca)
  • Gli Scientologist sono fulminei nel querelare non solo chi scrive, ma anche chi parla contro, e alcune di queste cause, oltre ad essere contraddittorie, sono anche divertenti. (Cap. 9 — Attacca chi ci attacca)
  • L'atteggiamento litigioso degli Scientologist deriva dalla filosofia di Hubbard, il quale sostiene che "la DIFESA di qualcosa è INCONCEPIBILE. Il solo modo per difendere qualcosa è ATTACCARE." (Cap. 9 — Attacca chi ci attacca)
  • La ragione per cui gli Scientologist indagano quelli che parlano contro, è la ferma credenza che chi la attacca stia commettendo reati che teme possano essere scoperti dagli Scientologist. Hubbard diceva che se qualcuno chiama Scientology "setta" o "buffonata", ciò che realmente vuol dire è "per favore per favore non scoprite quello che ho fatto!" (Cap. 9 — Attacca chi ci attacca)
  • Ancor peggio di ciò che accade a un esterno che attacca Scientology è quel che attende uno Scientologist che si ribella o fa torto al gruppo.
    Quest'ultimo può a sua volta diventare l'oggetto di un'inchiesta, tuttavia nel suo caso si tratterà di una faccenda molto meno complicata. Gli Scientologist infatti hanno accesso diretto alle cartelle del preclear, dove si trovano raccolti i suoi segreti più intimi e le sue confessioni. (Cap. 10 — I Soppressivi)
  • Sembra che pochi altri Scientologist siano fuoriusciti dal gruppo e poi gli abbiano parlato contro. Probabilmente perché uno dei codici di Scientology stabilisce che a nessuno è permesso di parlare di Scientology in modo denigratorio con gli esterni o con i membri della stampa. Questo sembra funzionare in entrambi i sensi: oltre a non criticare pubblicamente Scientology, gli Scientologist ascoltano raramente pareri contrari, e hanno poche possibilità di accedere alle due versioni della storia. [...] Di conseguenza gli Scientologist partecipano raramente a tavole rotonde sull'argomento, forse a causa della loro riluttanza a confrontarsi con i critici, ma anche perché Hubbard diceva: "perché dare [ai critici] un pubblico davanti a cui esprimere i loro punti di vista?". (Cap. 10 — I Soppressivi)
  • Non sono molti gli Scientologist che abbandonano volontariamente il gruppo. La maggior parte di loro crede fermamente in Scientology ed è convinta che li stia aiutando. Ma i disillusi sono costretti a pensarci due volte prima di andarsene. Ogni Scientologist che sia stato audito in maniera approfondita ha rivelato una gran quantità di informazioni intime e personali a un auditor, le cui qualifiche e standard etici possono essere discutibili. (Cap. 10 — I Soppressivi)
  • La paura di essere ricattato può legare uno Scientologist al gruppo e renderlo ancora più ossequioso verso Scientology di un ricatto vero e proprio - forse addirittura di più. (Cap. 10 — I Soppressivi)
  • Gli Scientologist ripetono in continuazione che Hubbard non fa soldi con Scientology, perché quanto ricava lo dona all'organizzazione per la ricerca.
    Se questo è vero, allora bisogna dar credito agli Scientologist di aver speso un'enorme quantità di denaro in ricerca, perché Hubbard ha spesso ricevuto un tributo pari al 10% dal reddito lordo delle Chiese. In aggiunta a questo, un tempo imponeva un'imposta addizionale del 5% alle Org lente nei pagamenti, e in una occasione pretese dalle Chiese di mandargli "tutti i soldi extra che avete in giro". Dove questo denaro vada poi a finire non è mai stato molto chiaro.
    I seguaci assicurano che non lo usa a scopo personale, e non sembrano chiedersi se le sue numerose case, automobili, barche ecc. siano veramente necessarie all'operazione Scientology. La fede degli affiliati è tale che nelle Org nessuno appare particolarmente turbato nel vedere Hubbard e sua moglie in una foto che li ritrae accanto alla loro auto, con la didascalia che dice: "Ron e Mary Sue con la loro Jaguar." (Cap. 14 — Business o religione?)
  • Molta gente pensa che Hubbard abbia trasformato la "scienza" di Dianetics nella "religione" di Scientology per evitare le molte tasse e difficoltà finanziarie che li stavano affliggendo. [...] Ma gli aspetti religiosi non hanno soltanto permesso a Scientology di non pagare le tasse, ma anche di evitare le azioni legali - o "persecuzioni", come preferiscono chiamarle - che minacciavano Dianetics. La legge concede molto spazio alle religioni, che non sono costrette a convivere con gli standard ristretti di altri gruppi.
    La religione ha inoltre aiutato Scientology a reclutare nuovi membri. La prospettiva che sia una religione conferisce all'organizzazione un senso di rispettabilità, spesso rafforzata dai Reverendi della Chiesa che possono indossare abbigliamento clericale completo di collarino, gilè, abito nero e una croce "più grande di quella dell'Arcivescovo di Canterbury", come uno scettico londinese l'ha descritta. (Cap. 14 — Business o religione?)
  • Gli Scientologist cercano di espandersi in vari settori (scuole, carceri, salute mentale, affari e politica), perché credono di avere un metodo che può e vuole salvare il mondo, e altruisticamente pensano di dover coinvolgere più gente possibile o il mondo sarà abbandonato al suo destino.
    Gli Scientologist si sforzano attivamente di espandersi. In uno dei loro più recenti depliant pubblicitari hanno scritto che se ogni persona che fa un corso ne portasse dentro altre due e via dicendo, "questo pianeta potrebbe essere chiarito in diciotto mesi." (Cap. 15 — Scientology è politica?)
  • Gli Scientologist ovviamente sono politici, e hanno cercato di guadagnarsi incarichi governativi.
    Hanno anche interesse ad arrivare alle forze armate per realizzare le loro ambizioni? Chissà! (Cap. 15 — Scientology è politica?)
  • Hubbard e Scientology non sono mai stati grandi appassionati della professione medica. [...] Agli Scientologist non viene permesso di prendere nemmeno un'aspirina prima dell'auditing, o "ricevere qualsiasi 'trattamento' o 'aiuto' da chiunque sia connesso all'arte della guarigione', come ad esempio medici o dentisti", eccetto che in casi di estrema emergenza quando non si trovi nessuno nella Chiesa. (Cap. 16 — Scientology contro la medicina)
  • Hubbard è convinto, o meglio ossessionato, dall'allucinazione che gli psichiatri uccidano o torturino i loro pazienti con trattamenti di elettroshock, li usino come oggetti sessuali e non li aiutino mai. (Cap. 16 — Scientology contro la medicina)
  • Gli Scientologist hanno tentato attivamente di screditare i loro "concorrenti" in maniera così infamante che è difficile credere che gli epiteti e le accuse che lanciano provengano dallo stesso gruppo che querela tutti per diffamazione. Ciononostante, gli Scientologist bollano con noncuranza i membri di quella che definiscono "la bizzarra setta della psichiatria" - nonostante si offendano quando vengono a loro volta chiamati "setta" - come "psicodelinquenti", "psicopolitici insidiosi... truffatori mentali", "fraudolenti", "magnaccia" ecc. che passano il loro tempo "distribuendo gratuitamente dosi di marijuana e LSD", "riunendosi insieme al Better Business Bureau per fermare Scientology", "uccidendo, menomando e torturando pazienti inermi", "castrandoli" e praticando "assassinio mentale e perversioni sessuali." (Cap. 16 — Scientology contro la medicina)
  • Gli Scientologist credono che l'obiettivo definitivo degli psichiatri sia la "dominazione di ogni uomo, donna o bambino attraverso l'uso di programmi di indottrinamento di 'salute mentale', che ora vengono addirittura promossi e promulgati a livello prenatale." Queste ultime parole sono interessanti davvero, visto che sono gli Scientologist e non gli psichiatri a far leva sul "prenatale".
    Nonostante Hubbard affermi che gli psichiatri pensano ai loro pazienti come a "pezzi di carne", ricordo al lettore che egli chiamava i nuovi arrivati in Scientology "carne cruda". (Cap. 16 — Scientology contro la medicina)
  • Scientology è forse una religione, probabilmente una filosofia, sicuramente un business, una potenziale forza politica, e anche una forma di terapia o, come la chiamano ora, di assistenza pastorale.
    La maggior parte della gente non se ne rende conto, visto che gli Scientologist attirano l'attenzione facendo leva sull'idea di essere una religione e una filosofia. Per questo motivo sono riusciti a mantenere all'oscuro l'opinione pubblica su ciò che sta accadendo, e in larga misura ad evitare il suo giudizio. (Cap. 17 — Le session segrete di Scientology)
  • Gli Scientologist e Hubbard vi diranno che l'E-Meter è infallibile. Vi assicureranno che questo non sbaglia mai nello stabilire la data in cui l'incidente è accaduto. Vi diranno l'esatto secondo in cui qualcosa è avvenuto tre milioni di anni fa... anche se l'E-Meter si dimostra essere meno che perfetto in relazione alle date della vita corrente. (Cap. 18 — L'E-Meter)
  • Gli Scientologist, d'altro canto, affermano che l'E-Meter è così sensibile che non solo reagirà quando una persona tiene in mano gli elettrodi, ma lo farà anche se attaccato a una pianta di pomodori. Mentre alcuni considerano questo un argomento contrario al meter, gli Scientologist pensano che ciò provi la sua validità e sostenga inoltre l'ipotesi che le piante hanno gli stessi sentimenti degli umani. (Cap. 18 — L'E-Meter)
  • Hubbard affermava che i procedimenti di Scientology potevano alleviare e curare malanni come l'astigmatismo, l'artrite, le allergie, l'asma, la borsite, le cataratte, alcune difficoltà coronariche, i raffreddori, le dermatiti, probabilmente il diabete, squilibri ghiandolari, leucemia (che Hubbard sosteneva potesse essere causata da un engram, contenente la registrazione dell'espressione "mi fa andare il sangue in acqua"), le emicranie, la polio, le scottature da radiazioni, la sinusite, la tubercolosi, l'ulcera ecc. [...] Hubbard dichiarò inoltre che Dianetics o Scientology potevano alterare la forma del corpo e far crescere in statura, rendere ambidestri, curare i pazzi, l'impotenza, gli stati maniacali, le laringiti, rendere più belli i bambini, cambiare la personalità, migliorare i soggetti affetti dal morbo di Parkinson e far scomparire grandi lividi in quarantacinque minuti.
    I procedimenti di Scientology a quanto pare possono anche riportare in vita i morti. [...]
    Sfortunatamente molte delle affermazioni di Hubbard non sono state e non possono essere dimostrate. (Cap. 21 — Scientology funziona?)
  • Scientology migliora la memoria, ma l'unica volta in cui Hubbard presentò pubblicamente un clear che si supponeva dovesse essere capace di ricordare tutto, compreso ogni singolo istante della sua vita, fece scappare i 6.000 del pubblico quando l'esaminanda non fu in grado di ricordare una singola formula di fisica, materia nella quale si stava laureando, e neanche il colore della cravatta di Hubbard quando questi le girò la schiena. (Cap. 21 — Scientology funziona?)
  • Invece di preparare i seguaci ad affrontare il mondo reale, cosa che ci si aspetterebbe da una terapia, Scientology li educa a vivere nel mondo di Scientology. (Cap. 21 — Scientology funziona?)
  • Una domanda a cui non ho ancora dato risposta - ed è una di quelle che mi rivolgono con più frequenza - è: "Perché la gente entra in Scientology?"
    In primo luogo, perché non hanno letto questo libro - o qualsiasi altro materiale riveli qualcosa di concreto sul gruppo. [...]
    Personalmente ritengo che una delle cose che attragga maggiormente la gente in Scientology sia "l'apparenza". Scientology appare religiosa (ministri di culto, abbigliamento clericale ecc.); appare scientifica ("Scientologia"); appare legata alla "tecnologia" (l'E-Meter); sembra possedere un corpo di conoscenze di natura filosofica (gli scritti di Hubbard). [...]
    Scientology porta significato nella vita laddove un tempo c'era soltanto il vuoto. [...] E sarebbe anche un obiettivo degno di lode, eccetto che per una cosa: a nessuno è permesso di essere in disaccordo o criticare il modo in cui gli Scientologist pensano di salvare il pianeta. (Conclusioni)

ExplicitModifica

A volte, quando mi sento molto scettica sull'efficacia dei loro metodi, ripenso a quello che mi ha detto una volta uno Scientologist sulla loro appartenenza (usando cifre di norma gonfiate): "Quindici milioni di persone non possono sbagliare". Tuttavia la storia ha spesso dimostrato il contrario. (Conclusioni)

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica