Ombre bianche

film del 1960 diretto da Nicholas Ray

Ombre bianche

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Savage Innocents

Lingua originale inglese
Paese Francia, Regno Unito, Italia
Anno 1960
Genere drammatico
Regia Nicholas Ray
Soggetto Hans Ruesch (romanzo)
Sceneggiatura Nicholas Ray, Hans Ruesch, Franco Solinas, Baccio Bandini
Produttore Maleno Malenotti
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ombre bianche, film del 1960 con Anthony Quinn, regia di Nicholas Ray.

IncipitModifica

Agli estremi confini del mondo, più vicino al polo nord che a qualsiasi paese civilizzato, vive una singolare razza di nomadi, tanto orgogliosi da chiamare se stessi "gli uomini", quasi a significare che gli altri non sono dei veri uomini. Noi invece li chiamiamo più semplicemente "esquimesi", che vuol dire "mangiatori di carne cruda". Nell'era della bomba atomica, vanno ancora a caccia con arco e frecce, e tutto quello che possiedono è in comune. Vivono come fanciulli, ingenui ed allegri. Sono così primitivi che non sanno nemmeno mentire. (Narratore)

FrasiModifica

  • Le foche sono gli animali più sospettosi di tutto l'Artico. Per cercare di avvicinarle ed arrivare a tiro di arpione, gli esquimesi ne imitano i movimenti, sperando di essere scambiati per una di loro. (Narratore)

Citazioni su Ombre biancheModifica

  • 18° film di Ray, e inizio della sua parabola discendente. 2 temi a lui cari: bellezza e violenza, qui entrambi attributi della natura. Fotografia bellissima. Antropologicamente presuntuoso e schematico. (il Morandini)

Altri progettiModifica