Olga Rudge

violinista statunitense

Olga Rudge (1895 – 1996), violinista statunitense di origine irlandese.

Olga Rudge nel 1920

Citazioni su Olga RudgeModifica

Mary de RachewiltzModifica

  • [Parlando del padre, Ezra Pound] A volte, con la lentezza dei vecchi, lo vedevo passeggiare con mia madre. Sembravano due sculture di Giacometti. Esili. Enigmatiche. Mute. Due fantasmi usciti dai Cantos che avevano invaso i miei sogni.
  • [Sul perché non porti il cognome del padre Ezra Pound] Era già sposato, e non poté unirsi in matrimonio con mia madre: Olga Rudge. Mi chiamo Maria Rudge. De Rachewiltz è il cognome di mio marito Boris [...].
  • [Sul matrimonio di Ezra Pound con Dorothy Shakespear] Ma il vero amore fu con mia madre. Un'irlandese testarda, eccellente violinista, innamorata di quest'uomo speciale. Si scambiarono lettere per quasi tutta la vita.
  • [In riferimento alla campagna per fare uscire Ezra Pound dal St. Elizabeths Hospital di Washington, il manicomio giudiziario in cui era stato internato negli Stati Uniti a conclusione del processo per tradimento] Mia madre fece di tutto per mobilitare le persone che lo avevano conosciuto e amato. Da Hemingway a T. S. Eliot.
  • Vissi selvaggiamente i miei primi anni in una casa di contadini a Gais in Val Pusteria. A quel tempo la mamma – grazie alle sue competenze musicali – lavorava soprattutto a Siena con il Conte Chigi. Mentre il babbo viveva un po' a Rapallo e un po' a Venezia.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica