Apri il menu principale

Nizar Qabbani

diplomatico, poeta e editore siriano
Nizar Qabbani nel 1935

Nizār Tawfīq Qabbānī (1923 – 1980), poeta, diplomatico ed editore siriano.

Indice

PoesieModifica

  • Ho già prenotato per noi due una stanza nella casa della luna | dove passare il fine settimana, amore mio, | gli alberghi del mondo non mi soddisfano, | l'albergo dove mi piace alloggiare è la luna | ma lì, amore mio, | non accettano un ospite che viene senza una donna: | ci vieni con me... | o mia luna, sulla luna?[1]
  • L'amore, amore mio, | è una poesia graziosa scritta sulla luna, | l'amore è disegnato su tutte le foglie degli alberi, | l'amore è inciso | sulle piume dei passeri, o | sulle gocce di pioggia.[1]
  • L'amore mio mi chiede: | "Qual è la differenza tra me e il cielo?" | La differenza è che | se tu ridi, amore mio, | io mi dimentico il cielo.[1]
  • La cosa più bella del nostro amore è che esso | non ha razionalità né logica. | La cosa più bella del nostro amore è che esso | cammina sull'acqua e non affonda.[1]

NoteModifica

  1. a b c d Citato in Elvira Marinelli, Antologia illustrata della poesia. Da quando l'uomo imparò ad amare ai giorni nostri, Giunti Editore, 2002, p. 554. ISBN 8844025493

BibliografiaModifica

  • Nizār Qabbani, Poesie, a cura di G. Canova, Roma, Istituto per l'Oriente, 1976.

Altri progettiModifica