NCIS - Unità anticrimine (diciassettesima stagione)

lista di episodi della diciassettesima stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: NCIS - Unità anticrimine.

NCIS - Unità anticrimine, diciassetteesima stagione.

Episodio 4, Nei panni di un altroModifica

  • [Per punizione, dopo aver mentito al Direttore, McGee, Torres e Bishop sono costretti a lavorare nel deposito delle prove]
    Bishop: Sei giorni e rivedremo il mondo esterno, chissà che ci stiamo perdendo.
    McGee: Se fosse uscito un nuovo film della Marvel?
    Bishop: O magari è esplosa una bomba atomica! O magari siamo morti e questo è l'inferno!

Episodio 5, Un brutto risveglioModifica

  • Gibbs: La terapia dell'urlo primario...
    McGee: Io ne ho sentito parlare. Una sedia vuota rappresenta chi ha fatto loro del male e i pazienti le urlano contro. Non ti importa vero?
    Gibbs: No. non mi importa.
    McGee: Immaginavo...
  • Bishop: Parlando di cose scritte, era molto toccante il biglietto che mi hai dato ieri.
    Torres: Cosa? Non ti ho scritto niente.
    Bishop: Oh, davvero? Perché questa... sembra la tua calligrafia.
    Torres: Ma che cavolo... non mi farò ipnotizzare mai più. Che cosa ho scritto?
    Bishop: Cose personali, davvero molto toccanti.
    Torres: Non scherzare, ridammelo!
    Bishop: Assolutamente no.
    Torres: Va bene tienitelo, rileggilo e pensa a me.

Episodio 6, Nel mondo realeModifica

  • Bihsop: Ero al telefono con il Presidente del consiglio comunale di Hinton in Oklahoma.
    McGee: La tua città.
    Bishop: Sì, signore e la qui presente è stata scelta come cerimoniere dell'annuale parata delle crocchette di patate.
    Torres: È una buona notizia per caso?
  • Ho analizzato i peli che avete trovato sul palmo della vittima, sfortunatamente non corrispondo al nostro assassino a meno che i cani ora non brandiscano lame! (Kasie)
  • Bishop: Tranquillo fa pure, ridi di me.
    Torres: Bishop... non riderei mai di te... non davanti a te almeno!

Episodio 13, Sotto silenzioModifica

  • McGee: Sai Jimmy, dovresti far venire qui i candidati e farli lavorare con te in prova.
    Bishop: Sì, si può capire tantissimo di una persona vedendola in azione.
    Torres: Mi abuela diceva sempre: se non hai le mani sporche di sangue, non sei un vero uomo.
    McGee: Scusa abuela non significa nonna?
    Torres: Era macellaia!

Episodio 14, Fuori controlloModifica

  • McGee: Vediamo. Xavier Zolotov, già lo odio.
    Kasie: Ah non sei il solo, è un teppista viziato con un gran capitale, molto famoso per essere...un teppista viziato con un gran capitale! Guarda... [E mostra il profilo social] uh, bello quell'AK47 placcato d'oro! Dicono che i soldi non comprano la felicità ma lui è raggiante mentre mangia caviale sul suo jet privato e a piedi scalzi per giunta!
  • Bishop: Lo sai? Sei anche il peggior finto addormentato del mondo!
    Torres: Bishop ti prego, sono così forte da catturare i criminali anche da un letto d'ospedale!
    Bishop: E va bene, sei forte. La prossima volta che un'auto ti viene addosso prova a scansarti come ho fatto io.
    Torres: Neanche per idea... ho rischiato la mia vita per salvare la tua.
    Bishop: Lo so.

Episodio 15, Cuori solitariModifica

  • Bishop: Oh mio dio... ho cliccato su uomini single, solo per vedere chi c'era e... mi è apparso il profilo di Vance.
    Torres: [All'unisono con McGee] No!
    Bishop: Sì...
    McGee: Attività preferite: vela, ascoltare musica dal vivo...
    Bishop: E ha anche messo una sua foto in costume da bagno.
    McGee: Vorrei non averla vista.
    Torres: È in gran forma!
    McGee: Per me è come in quel film horror giapponese, moriremo fra sette giorni.
  • Phil: Non penserai davvero che lei sia un'assassina! È innocente Gibbs!
    Gibbs: Non ne siamo ancora sicuri.
    Phil: Ma io lo sono, io la conosco.
    Gibbs: State insieme da quattro settimane!
    Phil: Non importa, ne sono certo, sono bravo a giudicare le persone!
    Gibbs: Phil! La tua ex moglie ti ha tradito con l'uomo che ha cercato di uccideri!

Episodio 18, Castore e polluceModifica

  • Palmer: Una volta ho fatto un sogno che iniziava così, stavo nuotando nudo in un lago, circondato da migliaia di paperelle...
    McGee: Poi hai capito che non mi interessava la tua storia!?
    Palmer: Sì, stavo per dirlo io.

Episodio 20, USS ArizonaModifica

  • Quello che ho visto in Q8, mi ha cambiato profondamente. Mi ha portato via qualcosa, questo fa la guerra. Penso che... se mia moglie e mia figlia fossero state qui quando sono tornato, non mi avrebbero riconosciuto. Forse... non sarei più stato in grado di sostenerle. Forse, la parte migliore di me non c'era più. Quando torni a casa... sei una persona a metà, l'altra metà è ancora in battaglia, dove tutto ha un senso. Dove perfino in mezzo ai proiettili, al sangue, al caos sai cosa conta davvero... sai che l'uomo che hai accanto è disposto a morire per te e tu per lui. E ti guardi intorno e pensi... non dovrebbe essere necessario fare una guerra per capire che la vita è così semplice. (Gibbs)

Altri progettiModifica