NCIS: Los Angeles (undicesima stagione)

lista di episodi della undicesima stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: NCIS: Los Angeles.

NCIS: Los Angeles, undicesima stagione.

Episodio 1, Nelle mani del destinoModifica

  • Deeks: Non mi sembra il caso di fermarci. Non è un bel posto per morire.
    Wallace: Ha ragione, qui è pieno di guerrieri dell'ISIS.
    Deeks: Loro non mi preoccupano, sono armati ma lo siamo anche noi. Mi preoccupano di più i lupi, con quei mostri non si scherza, sono lunghi 2 metri e corrono a 60 all'ora.
    Kensi: Non devi preoccuparti, i lupi hanno più paura di te di quanto tu ne abbia di loro.
    Deeks: Preferisco comunque non rischiare che un intero branco mi riduca in brandelli. Sarebbe uno dei dieci modi peggiori di morire.
    Sabatino: Chiudiamo l'argomento lupi?
    Deeks: Preferisci gli sciacalli? Sai anche loro cacciano in branco, e se lupi e sciacalli si unissero come gli Avengers per sterminarci?
    Wallace: Davvero conoscevi quest'uomo prima di decidere di sposarlo?
    Kensi: Ho fatto una scelta semi consapevole.

Episodio 3, Insieme per forzaModifica

  • Deeks: Essendo un detective non posso condurre le mie indagini se non so cosa devo detectivare.
    Kensi: Si dice investigare, non esiste il verbo detectivare, Sherlock.
    Deeks: Ah, ti sbagli! Devi sapere che questa parola deriva dal verbo latino detegere, significa svelare attraverso le deduzioni. Noi usiamo solo il sostantivo detective ma sarebbe più giusto utilizzare anche il verbo detectivare. Quindi agente speciale Kensi Blye...
    Kensi: Scusami ma trovo le tue teorie linguistiche molto discutibili.
  • [Kensi e Deeks devo fare da baby sitter ad un uomo, mezzo nudo, legato ed imbavagliato su un letto]
    Killbride: Anche se comincia a sanguinare ignoratelo, se ha le convulsioni ignoratelo, persino se smette di respirare!
    Kensi: Lo ignoriamo?
    Deeks: Non sono le classiche raccomandazioni che si fanno ai baby sitter.
  • Killbride: È meglio che chiariamo una cosa, faccio questo mestiere da quando voi vi domandavate se da grandi avreste fatto l'astronauta o il cowboy, se fossi in voi non parlerei!
    Deeks: Callen è un perfetto nome da cowboy!
    Callen: Lo credo anch'io.
  • Adesso ascoltami attentamente bamboccio. Solo se sei Ray Charles o Stevie Wonder puoi portare gli occhiali da sole in casa, altrimenti sei un idiota! E dal modo in cui impugni la pistola ovvio che non hai mai sparato nemmeno un colpo! (Killbride)

Episodio 9, Kill BealeModifica

  • Sam: Siamo arrivati.
    Callen: Ho sempre pensato che le aziende dei cervelloni fossero edifici rotondi. È più facile pensare in cerchio...
    Sam: Se lo dici tu.
  • Kensi: Ehi, Eric sta bene. Se lo chiamano a prova di proiettile un motivo ci sarà!
    Nell: Nessuno lo chiama così, nessuno a parte Eric stesso.

Episodio 11, ConfessioniModifica

  • Callen: A che ora abbiamo lasciato la Lamborghini al parcheggiatore?
    Sam: Era l'una e quattordici.
    Callen: Esatto. Quanti chilometri abbiamo fatto?
    Sam: Dodici.
    Callen: Non ti conviene dormire. È meglio restare svegli e pronti all'azione.
    Sam: Nei SEAL ho imparato che bisogna dormire ogni volta che se ne ha la possibilità.
    Callen: Sì, questo è vero ma...
    Sam: Ma ormai sono sveglio! Ti ringrazio.
    Callen: Ah, figurati.
  • Sam: Quando Hetty se ne andrà...
    Callen: Lei non se ne andrà.
    Sam: Lo so, lo so però... Kensi ha ragione. Non possiamo permettere che uno qualunque prenda il suo posto, non funzionerebbe. Non funzionerebbe per la squadra e non funzionerebbe per me.
    Callen: Ok, sono d'accordo, io però non me la sento di assumermi questa grossa... responsabilità. E poi... non sopravviveresti in strada senza di me!
    Sam: Di cosa parli?
    Callen: Soprattutto della tua dieta. C'è un limite della quantità di succo di acai e di verdure che il corpo umano può ingerire. Chi ti aggiornerebbe su tutti i nuovi locali di delizie culinarie di Los Angeles, eh!
    Sam: I fast food non preparano delizie culinarie.
    Callen: Milioni di persone non sono d'accordo con te.
    Sam: Supponiamo che io sia in grado di nutrirmi da solo, perché non vorresti avere il posto di Hetty?
    Callen: Non lo so.
    Sam: Sì che lo sai.
    Callen: Quando ho conosciuto Hetty ero un ragazzino... lei è una parte di me, se prendessi il suo posto raggiungerei l'apice di tutti i suoi insegnamenti e di tutte le sue lezioni...
    Sam: E questa sarebbe una brutta cosa?
    Callen: Tu credi che dovrei accettare il lavoro e basta?
    Sam: No, il fatto che tu ci stia pensando vuol dire che ti rendi conto dell'importanza della decisione.
    Callen: O magari sono solo stanco.
    Sam: Forse dovresti fare una prova. E vedere che effetto fa.
    Callen: Grazie ma no. Se io prendessi il posto di Hetty sarebbe una cosa permanente e...
    Sam: Ci risiamo.
    Callen: Che vuoi dire?
    Sam: A te serve una cosa permanente. Se ti si avvicina qualcuno o qualcosa che sembri anche lontanamente permanete, tu lo respingi.
    Callen: Ok, ehm, punto primo, ti sbagli, chiaro? Sono qui da tanto tempo, punto secondo, non essere vago, se mi vuoi dare un consiglio...
    Sam: Sì, sto parlando di Anna, è ovvio.
    Callen: Non so neanche dove sia in questo momento.
    Sam: Evidentemente hai giocato male le tue carte. Se le avessi giocate meglio lei ora sarebbe qui insieme a te perché voleva questo e anche tu lo volevi! Bastava che le dicessi cosa provavi... come ho fatto io con Michelle.

Episodio 12, Piani e progettiModifica

  • Callen: Non c'è traccia di Olonga. Sam?
    Sam: Qui niente.
    Callen: Deeks?
    Deeks: Neanche qui, ma se non ci fosse tutto questo fumo sarebbe più facile vedere.
    Sam: Chi ha avuto questa idea brillante?
    Deeks: Non mi pare di aver detto che fosse un'idea brillante!

Episodio 16, Missione di salvataggioModifica

  • Callen: Sabatino, ci possiamo andare in elicottero?
    Sam: Perché no, un tempo era un sito di atterraggio di emergenza per elicotteri.
    Sabatino: Appunto, un sito di atterraggio di emergenza. Quell'aera è piena di nemici.
    Sam: Un motivo in più per andare a prenderla.
    Sabatino: Voi due passate le notti ad escogitare mille modi per farmi uccidere?
    Callen: Beh, ognuno ha i suoi hobby!
  • Callen: Se qualcosa va storto, voi andatevene.
    Sam: Sai che non lo faremmo mai.
    Sabatino: Callen ha ragione, mi sembra un buon piano di emergenza, voglio dire, solo in caso qualcosa dovesse andare storto, non possiamo prevedere il futuro!

Episodio 19, La fortuna aiuta gli audaciModifica

  • Sam: Tu e Anna non dovevate partire per Laguna Beach?
    Callen: Prima di andarmene volevo accettarmi che fosse tutto a posto.
    Sam: Ci penso io. E poi oggi ci affiancherà l'agente Roundtree dell'FBI, avremo due braccia in più.
    Callen: Mi hai già rimpiazzato?
    Sam: Mi piacerebbe.
    Callen: E se rimandassi la partenza a domani? Potrei osservarlo mentre lavora.
    Sam: Non usare l'agente Roundtree come scusa perché ci stai ripensando!
    Callen: Ma di che cosa parli?
    Sam: Per te la vacanza è una punizione perché ti fa uscire dalla tua zona di comfort. Ti obbliga a pensare a quella cosa al di fuori del lavoro.
    Callen: Quale cosa?
    Sam: Lo sai G.... si chiama vita, e tutti ne hanno una al termine di una giornata di lavoro.
    Callen: Certo, sì, mi è vagamente familiare.
    Sam: Sto andando al poligono, non voglio rivederti quando torno!
    Callen: Lo sai, mi manchi già!
    Sam: Anna ti aiuterà a dimenticarmi!
  • Callen: Ehi!
    Sam: Mi prendi in giro?
    Callen: Me ne vado subito.
    Sam: Stai rinviando.
    Callen: Non è vero. Mentre stavo uscendo ho incontrato Hetty che mi ha detto una cosa un po' strana.
    Sam: Hetty ti ha detto una cosa strana? È un motivo di preoccupazione! Per non partire ti stai aggrappando proprio a tutto. Sei un uomo adulto, terrorizzato al pensiero di stare un po' da solo con una donna che pesa meno di 50 chili, compresi i vestiti e la pistola nel fodero!

Episodio 22, Codice del silenzioModifica

  • Roundtree: Quindi che cosa facciamo?
    Sam: Andiamo in Afghanistan.
    Roundtree: Intendi in quell'Afghanistan?
    Sam: Ce n'è uno solo.
    Roundtree: Oggi non era il giorno delle scartoffie?
    Callen: No!
  • Callen: Come ti trovi all'ufficio NCIS progetti speciali per adesso?
    Roundtree: Il primo giorno mi hanno fatto quasi esplodere.
    Sam: È stato il tuo benvenuto.
    Roundtree: Il secondo, rischio di venire decapitato.
    Callen: Sempre meglio delle scartoffie!

Altri progettiModifica