Maya Banks

Maya Banks (... – vivente), scrittrice statunitense.

Desiderio di vendettaModifica

IncipitModifica

P.J. Rutherford inclinò la sedia all'indietro e poggiò bruscamente un piede sul tavolo di fronte a lei. Si sistemò il cappello da cowboy, celando quasi del tutto gli occhi, e puntò lo sguardo attraverso la spessa coltre di fumo che riempiva la sala, per osservare la band che stava per salire sul palco.

CitazioniModifica

  • A volte fare la cosa giusta è la scelta sbagliata. Concederle tempo e spazio e tutte quelle altre stronzate funziona sulla carta, ma sappiamo benissimo entrambi che l'ultima cosa di cui ha bisogno è restare da sola. Siamo la sua famiglia. La sua sola famiglia. Ce ne dovremmo sbattere, dovremmo prendere le sue parti quando nessun altro vuole farlo. E di sicuro dovremmo richiamarla quando fa scelte stupide o manda tutto all'aria. È questo che fa una famiglia. Vivere e morire come una squadra, giusto?
  • Le lacrime le annebbiarono la vista, strizzò gli occhi nel tentativo di scacciarle; non aveva intenzione di crollare di nuovo. Era riuscita a rimanere distaccata da tutto per mesi. Aveva spento l'interruttore. Nessuna emozione, nessun ricordo, nessuna paura, nessun dolore. Non poteva perdere il controllo in quel momento. Non quando era a un passo dal raggiungere il proprio obbiettivo. Avrebbe dovuto trovare il modo di staccarsi da sé stessa.
  • «Bisogna darsi una mano tra donne. Tu non riusciresti a capire. Una buona amica è quella che ti paga la cauzione quando vai in galera, ma una vera amica è quella che sta rinchiusa con te in cella.» «Quello che dici non ha alcun senso» disse Cole perplesso. P.J. scoppiò a ridere. «Quello che intende dire è che a volte aiutare un amico potrebbe non avere senso, ma lo si fa lo stesso, perché è così che fanno gli amici.»

BibliografiaModifica

  • Maya Banks, Desiderio di vendetta, traduzione di Annalisa Fioravanti, Leggereditore, Roma, 2018. ISBN 8865089660

Altri progettiModifica