Margherita Costa

poetessa, cantante e commediografa italiana

Margherita Costa (XVII secolo – 1657 circa), poetessa, cantante e commediografa italiana.

Citazioni di Margherita CostaModifica

  • Quante volte sciogliei la voce al canto, | che di pianger bramai le mie sventure; | e coi sospiri miei rattenni il pianto, | sclamando le passate mie venture: | ahi quante volte il mio passato vanto | mi ramentai, frà scene, così dure; | e quante, e quante volte in volto finsi | d’esser contenta, e la mia pena vinsi. || Ridea la bocca, e mi piangeva il Core, | parlaa la lingua, il mio desir tacea; | nel mio riso copriva il mio dolore, | e le miserie mie, (saggia) ascondea: | ahi quante volte finsi arder d'amore, | che d'altro (che d'Amor) (misera) ardea; | e quanto al cor fingei voglie, e pensieri, | ch'in me non furno mai per tempo veri. (da Bella donna si duole della sua vita passata, e si gode della sua vita presente[1])

NoteModifica

  1. In La chitarra. Della Signora Margherita Costa romana Canzoniere amoroso Dedicata al Sereniss. Ferdinando II Gran Duca di Toscana., Daniel Wastch, Francoforte, 1638, pp. 388-389.

Altri progettiModifica