Macaia

(Reindirizzamento da Macaja)

Citazioni sulla macaia.

  • Genova apriva le sue labbra scure | al soffio caldo della macaia. (Cristiano De André)
  • In forma di vento, di brezza o di alito quasi impercettibile lo scirocco spira su Genova per tre quarti dell’anno. Fino ad estenuarsi in un'aria immobile e fradicia di umidità. Quell'aria sospesa, dove tutto può accadere e niente mai accade, per noi genovesi ha un nome preciso. La chiamiamo maccaia. (Bruno Morchio)
  • Lo scirocco, che in dialetto diciamo macaia – termine amabilmente usato da Paolo Conte in una canzone a noi diretta –, qua determina una condizione climatica estremamente fastidiosa. È un vento che altrove può portare sì una certa vischiosità dell'aria e una nebulosità diffusa, ma a Genova acquista un potere speciale. Ferma le cose. Genova diventa una città immobile. Cioè, la gente va in giro, guida, passeggia, lavora e mangia, sembra tutto normale, invece dentro è paralizzata. Surgelata. La cappa di umido ti trasforma la testa in un'incudine e il tuo riparo è abbassare le emozioni fino allo zero termico. Poi passa e ricominci a vivere davvero, ma l'effetto di quelle ore o giorni a bagnomaria ti è rimasto nel Dna e ti ha strutturato certi tratti del carattere. (Gino Paoli)
  • Macaia, scimmia di luce e di follia, | foschia, pesci, Africa, sonno, nausea, fantasia. (Paolo Conte)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica