Luigi Ceccarelli

compositore italiano

Luigi Ceccarelli (1953 - vivente), compositore italiano.

Citazioni di Luigi CeccarelliModifica

  • Credo che il pianoforte sia lo strumento che ha più ostacolato lo sviluppo della musica negli ultimi cinquant'anni, e continua ancora oggi a farlo.[1]
  • La musica occidentale è armonia, quella cinese è fatta di melodia. Noi abbiamo una struttura drammaturgicamente più forte, la loro è più mediata dalla formalità. Nell’opera cinese, alla fine, mettono sempre la spiegazione morale. Una vera e propria interruzione del racconto che spezza tutto. [2]
  • Nel comporre la mia musica faccio ciò che so fare e che l'istinto mi suggerisce. La mia narratività non è mai pensata in modo teorico, nonostante tanti sostengano il contrario, anche ascoltando le mie musiche pure. Ma non posso negare che la musica, tutto sommato, non può sottrarsi dall’essere una narrazione, anche se astratta. Ciò che un musicista dovrebbe saper fare è lavorare sul tempo: la musica è l'unica arte che ha come dimensione esclusiva il tempo, e se un musicista non lo sa dominare, non può dominare nient'altro. Lavorare sul tempo significa tenere l'ascoltatore dall'inizio alla fine, e questo si può fare solo con una narrazione, studiata o innata che sia.[3]

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Susanna Persichilli, Luigi Ceccarelli, susannapersichilli.it, 2015.
  2. Dall'intervista Intervista a Luigi Ceccarelli, creatore delle musiche di Faust, l'opera italo-cinese all'Alighieri, settesere.it, 16 Novembre 2016.
  3. Dall'intervista Alex Giuzio, Dominare il tempo: teatro e musica nell'opera di Luigi Ceccarelli, altrevelocita.it, 2018.

Colonne sonoreModifica

Altri progettiModifica