Lilja Jur'evna Brik

scrittrice, attrice e scultrice russa

Lilja Jur'evna Brik (1891 – 1978), scrittrice, attrice e scultrice russa.

  • Con Vladimir Majakovskij ho vissuto quindici anni, dal 1915 fino alla sua morte.
    Egli mi scriveva anche quando ci separavamo per un periodo di breve tempo. Vi sono lettere che egli mi ha inviato all'estero e altre che dall'estero mi ha scritto a Mosca: noi viaggiavamo quasi ogni anno e a volte, per ragioni diverse, non insieme. Dal 1926 Vladimir Vladimirovič girò regolarmente per le città dell'URSS tenendo conferenze e serate di poesia e anche in questa occasioni mi scriveva spesso.[1]
  • [Su Majakovskij] Se non avesse esasperato tutto non sarebbe stato un poeta. Sentiva e viveva con forza iperbolica: amore, devozione, amicizia. Non si apriva facilmente, ma era calmo e tenero. Era infelice. Solo nei primi anni della rivoluzione visse con furore e lietamente, ma non sapeva accettare il declino, non sapeva rassegnarsi all'idea che la giovinezza è un attimo, e che il futuro è spesso mediocre.[2]
Lilja Brik con Majakovskij nel 1915

NoteModifica

  1. Dalla premessa a Vladimir Majakovskij, Lettere d'amore a Lilja Brik, traduzione di Laura Boffa, Arnoldo Mondadori Editore, 1972.
  2. Citato in Enzo Biagi, Russia, Rizzoli, Milano, 1977, p. 74.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica