Leomie Anderson

modella britannica

Leomie Jasmin Francis Anderson (1993 – vivente), supermodella britannica.

Leomie Anderson nel 2018

La nostra intervista a Leomie Anderson

vogue.it, 25 luglio 2017.

  • [Quali sono ad ora i tuoi più bei ricordi di modella?] Questo lavoro mi ha già regalato esperienze meravigliose ma una delle più rare e preziose è stato lavorare per il designer di cappelli Philip Tracy [...]. Ho lavorato con lui a stretto contatto per due settimane prima della sfilata e ho preso parte all'intero processo, cosa che adoro, ma l’elemento che l'ha reso ancora più unico è stato il fatto che tutti i look della sfilata erano capi originali di Michael Jackson! Li ho provati tutti – dal guanto di cristalli alle giacche originali indossate sul set di Bad e Thriller. Non credo ci siano altri al mondo che possono vantare di aver fatto altrettanto.
  • [In che modo lavorare per Victoria's Secret ha aiutato la tua carriera di modella professionista?] Credo che VS mi abbia aiutato ad ottenere maggiore visibilità e ha contribuito a farmi vedere sotto una luce diversa: prima di Victoria's Secret venivo sempre vista e fotografata come una ragazzina ed è stato bello mostrare al mondo il lato più sexy e maturo di me.
  • [Da giovane ragazza di colore è stato difficile sfondare nella moda?] Ricordo che quando ho iniziato le ragazze nere non osavano nemmeno presentarsi ad un casting con i capelli al naturale. La norma era lisciarli con la piastra oppure portare le extension. Ci veniva sempre detto che c'era spazio per una sola, massimo due modelle di colore nel cast della sfilata; il numero si restringeva ancora di più per le ragazze dalla carnagione particolarmente scura. Le cose stanno lentamente cambiando e sono davvero contenta che le mie amiche possano portare i loro capelli al naturale con orgoglio in sfilata e ai casting. Detto questo, per una rappresentazione equa all'interno dell’industria della moda la strada è ancora lunga.
  • [Sei mai stata discriminata o rifiutata ad un casting?] Puoi chiedere a qualsiasi modella nera e la risposta sarà "Sì". Durante gli anni mi è stato detto "non prendiamo modelle africane questa stagione", "nessuna ragazza di background etnico questa stagione", ma sono i rifiuti più velati ad essere i più dannosi come quando ti viene detto "si preferiscono capelli tipologia background misto" oppure "solo ragazze esotiche" in quanto nessuno sembra aver alcun problema con questo tipo di richieste dal momento che non sono considerate apertamente razziste.
  • [Che cos’è per te la diversità? Come possiamo aprirci alla diversità senza pregiudizi?] Diversità è entrare in un negozio e sentirsi rappresentate. Sentirsi che i marchi al suo interno hanno pensato a te come loro cliente. Diversità è una ragazzina che apre una rivista e vede al suo interno persone con lo stesso suo colore di pelle in modo che possa pensare "wow, anche io un giorno sarò su queste pagine". Accogliere la diversità senza pregiudizi è più semplice di quanto venga fatto credere: la società deve smetterla di comportarsi come se pelle bianca e occhi azzurri fossero la rappresentazione autentica della nostra contemporaneità.

Altri progettiModifica