Apri il menu principale

La moglie in bianco... l'amante al pepe

film del 1980 diretto da Michele Massimo Tarantini

La moglie in bianco... l'amante al pepe

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

La moglie in bianco... l'amante al pepe

Lingua originale italiano
Paese Italia, Spagna
Anno 1980
Genere commedia
Regia Michele Massimo Tarantini
Sceneggiatura Giorgio Mariuzzo
Produttore Luciano Martino
Interpreti e personaggi

La moglie in bianco... l'amante al pepe, film italiano del 1980 con Lino Banfi, regia di Michele Massimo Tarantini.

FrasiModifica

  • No! È la puttena di tua madre! (Peppino Patané)
  • No ma che pazzie, io sono chelmo e tranquillo... Io li ammezzo!!! (Peppino Patané)
  • Con la stecca di Gianluca ogni colpo è filotto e buca. (Peppino Patané)
  • E come disse il sommo poeta nel cantico trentatré, "Nessuna donna è andata mai in bianco con i Patanè!" (Peppino Patanè)
  • E come disse San Giacomo Prevosto, "Ve lo beccate in quel posto!" (Peppino Patanè)
  • Io preferisco il metodo di Matilde di Canossa, che se non riga dritto, gli spezzo tutte le ossa. (Peppino Patanè)
  • È vero ho perso i soldi al gioco, io gioco e perdo sempre. Macon le puttene no! Non è nell'indole dei Patanè pagare le puttane... sono loro casomai che pagano noi! (Peppino Patanè)
  • Evidentemente a Londra i Londrini, sono degli autarchici... gente "alla mano"! (Calogero Patanè) [credendo che il nipote, tornato da Londra, collezioni riviste osè]
  • [rivolto a Carmelina] Serva maledetta, cinque ore devi stare con me! C'è scritto pure nel contratto: lavatura, stiratura... e inchiappettatura! (Calogero Patanè)
  • E che avete fatto come i canguri dell'Albania... cinque colpi e via (Calogero Patanè)
  • Si è indisposto mio figlio... sta aspettando il ciclo... mentre la puttana di tua sorella sta aspettando la motocicletta! (Peppino Patanè) [rivolto ad un paesano che lo deride, alludendo alla presunta omosessualità del figlio Gianluca]
  • Hai capito che vuole fare nostro figlio! Il culturista vuole fare lo stronzo! Quelli che si mettono con trenta quintali di pesi addosso e so tutti ricchioni! Non aveva il coraggio di dirlo. Diceva "voglio fare il cul... il cul..." il culattone stava dicendo! (Peppino Patanè)
  • A me basta che fa quattro figli, due maschi e due femmine, me li fa di nove mesi l'uno... ma anche di sette mesi... tanto tutti i settimini sono figli di puttena! (Peppino Patanè)

DialoghiModifica

  • Peppino Patané: Senti Gianluca, visto che c'è il nonno sopra, è meglio che questo te lo levi. [toglie l'orecchino al figlio] Anziché quello ci mettiamo questo. [dà uno schiaffo al figlio]
    moglie di Peppino: Ma che fai?
    Peppino Patané: Ma come che feccio? Questa è una tecnica cinese, non vedi che le piece?
  • [In chiesa all'interno del confessionale]
    Don Fefé: Dimmi figliolo.
    Peppino: Fefè siamo a cavallo!!!
    Don Fefè: Peppino non urlare!
    Peppino [a bassa voce]: Scusa... volevo dire che stiamo a cavallo... ho trovato... ho trova... una rag... porca puttena, non si sente niente co' sto coso... [la grata] Volevo dire stiamo a cavallo, ho trovato una ragazza, preparati per un bel matrimonio!
    Don Fefè: Ah bene! Hai trovato una brava ragazza per Gianluca?
    Peppino: Ma no! Sonia! La ragazza che mi hai mandato tu, quella dell'Incoronata di Foggia! È la fine del mondo, mio figlio è cotto... facciamo... facciamo quattro figli, due maschi, due femmine, così l'eredità me la prendo tutta io!
  • Notaio: Detta la bam...
    Linda: La bambolina sua siiii...
    Peppino: La "strozzaminchie" signor notaio! No diciamolo bello papale papale qui in famiglia: stro-zza-min-chie!!! Dall'etimologia della parola che poi deriva dal greco! Lo sapete perché la chiamano strozzaminchie?! Lo vuole sapere signor notaio?! Dunque tu [rivolto alla sorella Lidia] ti chiami "strozzaminchie"... e pure povero papà lo sapeva. Ti ricordi quando ti sei fatta il cocchiere giapponese?
    Linda: si ma c'aveva gli occhi a mandorla
    Peppino: ti ricordi quando ti sei fatta lo stalliere francese?
    Linda: si ma aveva gli occhi neri!
    Peppino: e il nero... il nero americano?!
    Linda: e ma quello c'aveva...
    Peppino: no quello c'aveva n'altra cosa! Ahahahah!

Altri progettiModifica