Joe Hill (scrittore)

scrittore statunitense

Joseph Hillstrom King, meglio conosciuto con lo pseudonimo Joe Hill (1972 – vivente), scrittore e fumettista statunitense.

Joe Hill

Citazioni di Joe HillModifica

  • A volte le persone mi chiedono come sono riuscito a mantenere segreto il collegamento con mio padre [Stephen King] per così tanto tempo, e avevo un'arma potente dalla mia parte, e quell'arma era un fallimento. È stato davvero facile rimanere anonimi quando riuscivo a malapena a essere pubblicato. Ho scritto dozzine di storie che non hanno mai visto la luce del giorno.
Sometimes people ask how was I able to keep the connection to my dad a secret for so long, and I had a powerful weapon on my side, and that weapon was failure. It was really easy to stay anonymous when I could barely get published. I wrote dozens of stories that never saw the light of day.[1]
  • [...] Avevo paura che se avessi scritto come Joseph King, quando ho creato un romanzo, e non era poi così buono, alcuni editori avrebbero potuto decidere di pubblicarlo comunque, perché avrebbero visto un rapido guadagno nel cognome. Questo mi avrebbe fatto guadagnare un po 'di soldi, ma i lettori sono difficili da ingannare. Potrebbero comprare il tuo libro perché sei imparentato con qualcuno di famoso, una volta, ma se il libro fa schifo, non compreranno il secondo.
I was scared that if I wrote as Joseph King, when I turned in a novel, and it wasn’t that good, some publisher might decide to publish it anyway, because they saw a quick buck in the last name. That would have gotten me a quick buck, but readers are tough to fool. They might buy your book because you’re related to someone famous, one time, but if the book sucks, they won’t buy the second one.:[1]

Incipit di La scatola a forma di cuoreModifica

Jude aveva una collezione privata. Tra i dischi di platino appesi alla parete del suo studio c'erano alcuni schizzi incorniciati che raffiguravano i sette nani. Era stato John Wayne Gacy a disegnarli mentre era in prigione e a mandarglieli. Gacy amava la Disney dell'epoca d'oro quasi quanto amava molestare i bambini; quasi quanto amava la musica di Jude.
Aveva il teschio di un contadino, che era stato trapanato nel sedicesimo secolo per far uscire i demoni. Nel foro al centro del cranio teneva una collezione di penne.

NoteModifica

  1. a b Dall'intervista di John Joseph Adams e David Barr Kirtley, da The Geek's Guide to the Galaxy di Wired.com Interview: Joe Hill (Part 1), NightmareMagazine.com, Luglio 2013.

BibliografiaModifica

  • Joe Hill, La scatola a forma di cuore, traduzione di Matteo Curtoni e Maura Parolini, Sperling & Kupfer, 2007. ISBN 9788820043544

FilmografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica