Joe Cassano

rapper italiano (25 novembre 1973 - 3 aprile 1999)
Joe Cassano

Giovanni Cassano (1973 – 1999), rapper italiano.

Dio LodatoModifica

Etichetta: Portafoglio Lainz, 1999, prodotto da DJ Lugi.

  • Confessa che il mio testo è più complesso di un amplesso, che segue il kamasutra in ogni modo che è concesso. (da Flow to flow, n. 2)
  • Do tutto quel che ho, dipende a chi lo chiede. (da Flow to flow, n. 2)
  • Inoki e Joe Joe, e non chiamarci rappettoni! Investi su di noi e gonfi tasche dei tuoi pantaloni! (da Giorno e notte, n. 3)
  • Nel quartiere, coi mattachioni, con gli sboroni, ho fatto nocche dure come mattoni. (da A nocche dure (rischiando il culo), n. 4)
  • Nella jam faccio slam con i veterani, oggi guerra domani fatti come Inti Illimani. (da A nocche dure (rischiando il culo), n. 4)
  • Dopo i casini in discoteca dalla pula estinti, yo, sei su dieci con la cicatrice. (Gli occhi della strada, n. 5)
  • Joe Cassano vede e vive insano. (da Gli occhi della strada, n. 5)
  • Da Santiago, Lima, Antigua, Tijuana, marijuana bianca boliviana colombiana, arriva qua, alla mia clique di Bolo, sopra il pacco fottuto bollo di controllo. (da Gli occhi della strada, n. 5)
  • Dai portici i miei pugili contano con me di fare fama fino ai tropici soffici MCs non san contare fino a 12 praticando vita grama con i tagli in faccia. (da Dio lodato per sta chance, n. 6)
  • Da L'Avana, all' MC Savana, semilegalità alla mia banda qua! Mic Barracuda dalla strada canta e suda... (da Dio lodato per sta chance, n. 6)
  • Io batto la stecca all' MC con la lingua gonfia come una bistecca, la mia c'ha la pecca di essere più speedy di qualsiasi forma che respiri! (da Dio lodato per sta chance, n. 6)
  • Sceglici come amici, come nemici siamo sadici. (da Basse frequenze, n. 9)

Altre canzoniModifica

Demolizione 2Modifica

  • Conosco almeno venti gang con pistola carica. (da Metropoli di sangue)
  • Una sera Vlad schiaffeggia un albanese, questioni di fanculo, ucciso dopo un mese, Bologna culo. (da Metropoli di sangue)
  • Se vivi l'under hai lo stesso pericolo del panda. (da Metropoli di sangue)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica