Jane Birkin

attrice e cantante britannica

Jane Birkin (1946 – vivente), attrice, cantante e regista britannica naturalizzata francese.

Jane Birkin al Festival del cinema americano di Deauville 1985

Citazioni di Jane BirkinModifica

  • Credo negli umani. L'un l'altro, anche sui sentieri più bui, siamo guide reciproche. Ci illuminiamo vicendevolmente, e questa è la nostra fortuna di essere umani.[1]
  • [In riferimento al nuovo album di canzoni pubblicato dopo oltre dodici anni di silenzio] Mi ha salvato da una vecchia ferita, mi ha liberato dalla malinconia e dall'inerzia.[2]
  • Non ho mai pensato che Je t’aime moi non plus fosse scandalosa, anche se ero cosciente di ciò che avrebbero pensato gli altri ascoltandola. Tutti sanno dove erano la prima volta che l’hanno sentita ed è stata una canzone di libertà in tutto il mondo. Ad esempio in Spagna è stata utilizzata come inno contro Franco.[3]

Jane Birkin: «Con Gainsbourg ho scoperto l’amore (e il sesso). Ma nostra figlia Charlotte ha avuto una carriera migliore della mia»

Intervista di Giulia Cavaliere, corriere.it, 21 novembre 2019.

  • Serge è stato il mio '68, ci siamo conosciuti proprio quell’anno e ha cambiato per sempre la mia vita, a partire dal mio modo di percepire me stessa.
  • Quando ero ragazzina è stato un vero problema per me il fatto di essermi sviluppata molto tardi, assomigliavo a un maschio e non la vivevo molto serenamente, ma quando ho incontrato Serge a un certo punto lui mi ha confessato di aver paura dei grandi seni e che sognava una donna che somigliasse a un ragazzo, che quando era studente aveva perfino fatto un disegno di una donna che mi rassomigliava tanto e che gli pareva fosse come una premonizione del nostro incontro. Io all’inizio pensavo che scherzasse, d’altronde era stato con Brigitte Bardot, per cui non doveva aver avuto proprio tutta questa paura delle donne con un gran seno!
  • Quello che ha fatto Serge è stato non smettere mai di ribadirmi quanto io fossi di ispirazione per lui, da Melody Nelson al film di Je t’aime moi non plus. Sia chiaro: non è stato lui a legittimarmi come donna, ci mancherebbe, ma ho imparato, amandolo ed essendo amata da lui, ad avere un diverso rapporto con il mio corpo e in generale con tutte le paure della mia adolescenza, che sono sparite definitivamente dalla mia vita con l’arrivo di Serge e non sono mai più tornate. Anche questo può fare il vero amore.

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Vivien Bovard, Jane Birkin, l'ombra, l'amore e i miracoli dell'attrice e cantante inglese, harpersbazaar.com, 20 giugno 2021.
  2. Citato in Maurizio Di Fazio, Dopo oltre dodici anni di silenzio, la divina Birkin torna a cantare. Il nuovo almbun si intitola "Oh! Pardon tu dormais", Il Fatto Quotidiano, Roma, 9 dicembre 2020.
  3. Dall'intervista di Cristina Fontanarosa, Jane Birkin, un’icona fra amore e morte, rollingstone.it, 16 gennaio 2021.

FilmografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica