James Stephen

James Stephen

James Stephen (1758 – 1832), giurista abolizionista inglese.

  • I diritti politici nelle mani di un grande corpo di proprietari di schiavi sono i peggiori strumenti di tirannide mai forgiati per l'oppressione dell'umanità.[1] (1841: citato in Williams 1970, p. 299; citato in Losurdo 2005, p. 218)

NoteModifica

  1. Criticando la struttura politica nata dalla Rivoluzione americana.

BibliografiaModifica

  • Domenico Losurdo, Controstoria del liberalismo, Laterza, 2005.
  • Eric E. Williams, From Columbus to Castro: The History of the Caribbean, 1492-1969, Harper & Row, New York-Evanston, 1970.

Altri progettiModifica