James Edward Oglethorpe

generale e filantropo inglese

James Edward Oglethorpe (1696 – 1785), generale e filantropo inglese, fondatore della colonia della Georgia.

Statua di cera, a grandezza naturale del generale Oglethorpe (Potter's Wax Museum di Sant'Agostino)

Citazioni su James Edward OglethorpeModifica

George Bancroft (politico)Modifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Nato di onorevole lignaggio, consacravasi da fanciullo alla professione delle armi; amico della legittimità per attaccamento ereditario, e per carattere personale, egli era, in una età commerciale, il rappresentante di quella cavalleria senza paura e senza rimprovero, cui una macchia all'onore era una profonda ferita. [...] Tale era Oglethorpe. Leale e bravo; collerico ma pietoso; versato nelle Belle lettere; affabile tanto da sembrare loquace; lievemente vanitoso e millantatore. Sempre pronto a versar sangue anziché tollerare un insulto; ma più pronto ancora ad esporre la propria vita per chi si appoggiava alla sua protezione.
  • Monarchista nello Stato, amico della Chiesa stabilita, pareva anche in gioventù, uno che avesse sopravissuto a' proprii tempî, – una reliquia di un altro secolo, e di una età più cavalleresca – onde mostrare al mondo moderno quante virtù e quanta carità potessero accogliersi nel cuore di un Cavaliere.
  • La vita di Oglethorpe prolungavasi fino a circa cento anni, e fin all'ultim'anno di sua vita, veniva esaltato quale «il più bell'uomo mai veduto»; e quale una vera personificazione dell'età venerabile. Le sue facoltà nulla avean perduto della loro lucidezza, né il suo occhio della sua vivacità; «sempre eroico, romantico e pieno dell'antica galanteria», egli potea compararsi al suono della lira, che continua a vibrare, anche dopo trascorso io spirito del secolo che ne agita le corde. Ma siccome egli era l'uomo del passato, non gli fu dato fondare durevoli istituzioni, e dacché non era capace di modellare il futuro, le sue leggi non sopravissero al suo potere.

Altri progettiModifica