Jak 3

videogioco del 2004

Jak 3

Sviluppo Naughty Dog
Pubblicazione Sony Computer Entertainment
Anno 2004
Piattaforma PlayStation 2
Preceduto da Jak II: Renegade
Seguito da Jak and Daxter: Una sfida senza confini

Jak 3 è un videogioco a piattaforme del 2004

IncipitModifica

  • Conte Veger: Con questo documento, il Gran Consiglio di Haven City ordina che per crimini compiuti contro la popolazione, tu venga bandito e segregato nel Deserto… per sempre.
    Ashelin: Ma è una condanna a morte, Veger. Dev’esserci un altro modo.
    Conte Veger: Spiacente, obiezione respinta! Il mostro dell’Eco Oscuro è pericoloso. Ora gettate il carico!
    Pecker: Io sono indignato! Sono veramente senza parole! Anche se avrei qualcosa da dire. Qui non sono tutti d’accordo con questo ridicolo… aarrgkk… decreto…
    Daxter: Sì, vogliamo un’altra votazione!
    Conte Veger: Oh, vedo che avete voglia di unirvi a lui…
    Pecker: A pensarci bene, non siamo così indignati. Addio, Jak. Non prendere troppo sole, bevi molta acqua, se riesci a trovarla.
    Daxter: Jak?
    Jak: Vai, torna in città, Dax.
    Ashelin: Mi spiace. Il Consiglio è troppo potente. Non ho potuto fare niente.
    Jak: Lo so.
    Ashelin: Non devi morire, mi hai sentito? È un ordine. Qualcuno ti troverà, te lo prometto.
    Conte Veger: Possano i Precursor avere pietà di te.
  • Daxter: [tossisce]
    Jak: Daxter!
    Daxter: Non ringraziarmi, Jak. Sono qui solo perché so che non sai stare senza di me. Ok, amico mio, tu ci hai messo in questo casino, ora devi tirarci fuori!
    Pecker: Aaah! Siamo o non siamo una squadra?
    Jak: Va bene, ora muoviamoci. Huh… Ma dove si va?
    Daxter e Pecker: Da quella parte!
    Pecker: Oh, perché tu sai dove dobbiamo andare, vero?!
    Daxter: Lo so meglio di te, becco storto!
    Jak: Aaah… su, sbrighiamoci.
  • Pecker: Huh… Lo vedi? Tutta colpa della tua stupida idea.
    Daxter: No, la colpa è tua! Solo un cretino come te poteva pensare di dire: “Andiamo con lui, saremo più forti insieme…” Io dico che moriremo insieme! Non posso credere che la gente ci odi. La città è salva grazie a noi.
  • [flashback]
    Torn: Jak, la città è divisa. Dei nuovi Bot della Morte Krimsi controllano una parte vitale della zona industriale. I miei uomini subiscono gravi perdite. Le Guardie Krimsi hanno un nuovo capo. Stiamo cercando di scoprire chi sia.
    Samos: Anch’io ho delle brutte notizie. Un gruppo di Teste di Metallo sopravvissute si è concentrato in un’altra zona della città.
    Jak: Ma abbiamo distrutto Kor!
    Samos: Le Teste di Metallo più forti però sono sopravvissute. Perciò la battaglia per la città è appena iniziata.
    Ashelin: Per la gente, sei tu il responsabile.
  • Daxter: [sviene] Bravo… Bel piano, Jak… [tossisce] Mi ci vuole un riposino… Solo un breve sonnellino…
    Pecker: Aggh… Questo uccello è stracotto ormai.
    Jak: [tossisce] Il palazzo…
  • [flashback]
    Samos: Rapporto!
    Torn: Si mette male! La città è un campo di battaglia. I Bot della Morte meccanizzati sono nella zona industriale, e le Teste di Metallo sopravvissute controllano la zona ovest. Perdiamo terreno su tutti i fronti.
    Ashelin: Vista l’emergenza, il Consiglio si riunisce stanotte. Si parla male di te, Jak. Sai cosa pensano? Che le Teste di Metallo sono entrate in città perché sei amico di Krew.
    Jak: Ma tu non ci credi, vero?
    Samos: Il passato ormai è passato. Ora le Teste di Metallo stanno attaccando il palazzo. Stanno cercando qualcosa, e non ho idea di…
    [esplosioni]
    Daxter: AIUTO, STIAMO CADENDO!!
    Samos: Da questa parte! Salta!!
    [il palazzo crolla]
    Samos: Per tutti i Precursor.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Sembra che abbiamo trovato degli esseri viventi. Beh, più o meno. Ecco da dove veniva quel segnale. Chi ti ha dato questo!? Li porteremo con noi! Su, muovetevi. Sento aria di tempesta. (Damas)
  • Il Deserto è spietato, qua contano solo la forza e la capacità di sopravvivere. Vedremo presto se siete in grado di star qui. Completate l’addestramento, poi recatevi all’arena. Se ne uscirete, conquisterete la possibilità di restare a Spargus. È molto semplice, mi pare. (Damas)
  • L’arena parla chiaro, essere oscuro. L’odio consuma i tuoi occhi. E ti distruggerà. Farai la fine dei Precursor che si sono distrutti da soli.(Seem)
  • Se c’è una cosa che so fare è correre. (Jak)
  • La Stella del giorno si avvicina, e ogni giorno è più luminosa. Il pianeta ha i giorni contati, lo vedo. (Seem)
  • Sono una specie di semi-re, capisci? Dovresti vedere le nostre stanze e il suo harem di splendide amanti piumate! Ooh! In questi giorni non ho quasi mai dormito. [ghigno] È bello essere re, vero? (Pecker)
  • Attenzione, abitanti di Spargus! Sta per arrivare una potente tempesta! Preparate la città! Jak, quattro cacciatori del deserto non hanno ancora fatto rapporto. Voglio che tu vada subito a cercarli. Fa’ qualunque cosa per portarli in salvo. (Damas)
  • Così… hai battuto il mio punteggio. Bene. Il migliore dev’essere sconfitto, a volte. Secondo la legge di queste terre, chi vince deve ricevere uno speciale trofeo. Questo cristallo è tuo ora. Ma presto tornerà nelle mie mani, ragazzo. (Kleiver)
  • Sta molto attento. Ricorda che il tuo coraggio non ti proteggerà dal nemico che presto dovrai affrontare. Usa il potere della luce per compiere la tua missione. È l’unica cosa che possiamo offrirti ormai. (Precursor) [Jak ottiene il potere di rigenerare vite]
  • Quel Mar non deve avere mai dormito molto. (Daxter)
  • Sono vivo! [ride] Combatti ancora per i deboli, eh Jak? Beh, ho qualche potenziamento in più da quando ci siamo visti. Anche le Teste di Metallo hanno debolezze intrinseche. Io, invece… io sono puro metallo! Sono felice di rivederti, amico mio! (Cyber Errol) [tramite un ologramma]
  • La mia bellissima tazza! (Daxter)
  • Noi Precursor abbiamo creato un’infinità di mondi nell’universo. Li abbiamo plasmati tutti con l’Eco a fin di bene, ma siamo stati stolti. I Creatori Oscuri un tempo erano Precursor, ma presto l’esposizione all’Eco Oscuro li trasformò. Iniziarono a sconvolgere tutto, conquistando mondi e scatenando ovunque l’inferno. Ora alcuni di essi hanno trovato il vostro mondo, e stanno avvicinandosi per impadronirsene. Tuttavia, c’è ancora una speranza. Nascosto proprio nel cuore del pianeta, troverete un sistema di difesa planetario. Grazie ad esso potrete salvare il vostro mondo. Spero che abbiate più successo di coloro che su molti pianeti hanno perso la loro ultima battaglia. (Precursor)
  • Ancora una volta ti presenti al mio cospetto, prescelto. E ancora una volta, il tuo eroismo verrà giustamente premiato. Ricevi questo nuovo potere della luce che ti aiuterà a raggiungere nuovi luoghi. Sono posti che prima potevi soltanto sognare. (Precursor) [Jak ottiene il potere del volo]
  • Odio essere basso! (Daxter)
  • Questo amuleto vale quanto un ciondolo comprato al mercatino delle pulci giù in città. (Daxter)
  • Vi ucciderò con le mie stesse mani! (Cyber Errol) [a Jak e Daxter]

[a Jak se muore durante il gioco]

  • Forse dovresti metterti un po' sulla mia spalla. (Daxter)
  • Possiamo provare di nuovo? Perfetto! Ognuno al suo posto, allora. (Daxter)
  • I migliori attacchi li riservi per dopo? (Daxter)
  • Sei qua! Hai visto! E ti hanno preso a calci! (Daxter)
  • Chissà se Ashelin vuole un nuovo aiutante. (Daxter)
  • Ti sono vicino, Jak. Ma sono cavoli tuoi. (Daxter)
  • Jak, ora il fulmine arancione prende il controllo! (Daxter)
  • Ecco cosa succede quando tolgono il mio nome dal titolo. (Daxter)
  • Otto! Nove! Dieci! Ed è completamente K.O.!! Hai perso!! (Daxter)
  • Per fortuna non sono il tuo stuntman. (Daxter)
  • Bene, si gira! Dov'è il regista?! Non posso lavorare così! (Daxter)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Damas: Ci nascondi qualcosa, razza di animale? [a Jak]
    Pecker: È stato contaminato dall’Eco Oscuro, mio signore.
    Daxter: Il ragazzo perde il controllo quando si arrabbia. Quindi lasciatelo stare. È un consiglio da amico, date retta a me!
    Damas: Ah, allora è pericoloso. Potrebbe esserci utile. Per il tuo coraggio meriti il primo amuleto di guerra. Se riesci a vincere altri due combattimenti nell’arena, potrai diventare cittadino di Spargus. Ecco un lasciapassare con cui puoi entrare e uscire dalla città. Sappi però che non esistono rifugi fuori da queste mura. Il deserto è più pericoloso di me. E per la tua vittoria sarai ricompensato con una pistola.
    Daxter: Oh, bene, è così che si parla! Ehi… e per me che c’è? Niente! Come sempre, vero?!
  • Kleiver: Hai fatto delle belle mosse, combattendo nell’arena. Ma io dico che se durava ancora un po’ scoppiavi.
    Jak: Stai parlando con me?
    Daxter: Già! Stai parlando con… lui.
    Kleiver: No. Sto conversando con lo spirito della mia cara mamma. Ma certo che parlo con te! Voi due venite dal Grande Fumo, vero?
    Jak: Ma tu chi sei?
    Kleiver: La persona che comanda in questo posto, chiaro? Mi chiamo Kleiver. State con me, ragazzi, e mi occuperò di voi. In effetti, avrei un lavoro proprio adatto a voi. Andate con il mio Lucertolone Saltatore a caccia dei ladri che stanno svuotando i miei magazzini. Prendetene almeno 6, e io vi lascerò guidare uno dei miei veicoli da corsa… sperando che Damas vi permetta di uscire dalla città.
    Jak: Questo non è un problema.
    Daxter: Nooo!! Odio salire sugli animali! Mi fanno innervosire!
  • Seem: Siete ancora qui voi due?
    Jak: Sì, volevamo divertirci, prendere il sole…
    Seem: Non c’è tanto da scherzare. Sono Seem. Noi monaci siamo impegnati nello scoprire e proteggere i segreti dei Precursor. I Saltatori ci consentono di raggiungere luoghi inaccessibili.
    Daxter: Già, e sanno come riempirsi la pancia! Abbiamo incontrato un gruppo di canguratti non molto tempo fa. Stupidi ratti… si sedevano e… [urla]
    Seem: Non resisterai mai qua fuori. Voglio quel Cristallo di Eco Oscuro del satellite prima che finisca nelle mani sbagliate.
    Daxter: …aaah… È pesante! [urla] Lasciami! Lasciami andare…!
    Seem: Metto in palio un Cristallo di Luce, se sfidi i miei monaci sui loro Saltatori. Sien-com-tava. Baroosh… Baroosh…
    Daxter: Facci vedere solo dov’è la partenza!
  • Kleiver: Volete entrare in azione, ragazzi? Il radar mostra delle Teste di Metallo in movimento nel deserto non lontano da qui. Non mi piacciono le Teste di Metallo, quasi quanto non mi piacete voi due! Dovete mostrare il vostro valore. Intercettatele e distruggetele tutte quante. Chissà, potreste ottenere qualche gadget in questa missione.
    Daxter: Mi sembra che tu stia volontariamente tralasciando i dettagli pericolosi! Jak, ho una strana sensazione al riguardo. Non ho questi baffetti per nulla, sai?
    Jak: Tranquillo, conosco le Teste di Metallo.
    Kleiver: Hai mai visto una Testa di Metallo del deserto?
    Daxter: No. Perché?
    Kleiver: Niente. Pura curiosità. Andate e distruggete. [ghigno]
  • Cyber Errol: [attraverso un ologramma] Comandante delle Teste di Metallo, a rapporto. Se hai perso il carico e sei ancora vivo, allora ti ucciderò io! Voglio avere tutti i Cristalli di Eco Oscuro a disposizione! C’è poco tempo! Mi hai sentito? Aspetta… Ma tu sei… [urla]
    Jak: Non mi piace il suono della tua voce!
    Daxter: Hah! Gli hai dato una bella lezione a quel buffone! Oh, sì… divertente…
    Jak: Quella faccia… mi era familiare…
    Daxter: Ah, ora stai diventando paranoico, amico. Forza, torniamo indietro. Questo deserto mi fa venire i brividi.
  • Daxter: Ooh, figo!
    Jak: Secondo Seem, una spedizione di monaci è dispersa sul vulcano. Avranno costruito gli alianti per arrivare in cima.
    Daxter: Sì, bravo, adesso si dice “dispersi”. Se sono “svaniti” magari è un segno del destino. Non credi?
    Jak: Già. Ma ad ogni modo, tutto ciò che dobbiamo fare è usare quegli anelli acceleratori.
    Daxter: Oh no! Per caso vedi delle piume? Qui c’è solo pelo! Niente piume, niente volo, amico mio! Non riuscirai mai a coinvolgermi nella ricerca dei monaci Precursor. Assolutamente no e poi no! Lascia stare! Scordatelo! Non c’è speranza! È impossibile, mai e poi mai! Mai!
    [subito dopo, i due partono in deltaplano verso il vulcano]
    Daxter: Jaaaaaaaaak!!!
  • Daxter: Sembra che non fosse d’accordo.
    Jak: Non toccarlo, Daxter! Non si sa che ti succederà toccando l’Eco Oscuro.
    Daxter: Guardami, Jak! Sono piccolo, peloso e ho il prurito in ogni parte del corpo. Non potrebbe andare peggio. Tranquillo. So quello che faccio. Oooh… fredde e umide mani morte… Eeh, non posso guardare! [prova a togliere il sigillo dalla statua]
    Jak: Sta attento, Daxter! [prende il sigillo e diventa invisibile]
    Daxter: Jak? Jak? Dove sei, amico? EHI!
    Jak: È un potere oscuro, Dax. Una sorta di invisibilità.
    Daxter: Sì beh, lascia stare. Se ti fossi mosso così velocemente molto tempo fa, io indosserei ancora i pantaloni. Sai cosa mi manca davvero? Un bel paio di mutande. Quelle che sollevano e sostengono… aaah… [fa dei versi strani] Non puoi capire. Usciamo da qui!
  • [nelle catacombe, Jak e Daxter spiano Veger che parla con un monaco]
    Conte Veger: No, non accetto scuse! Mi avevi detto che potevi riuscirci, e ora devi farlo!
    Seem: Ma abbiamo poco tempo. La Stella del giorno si avvicina, e sai cosa accadrà.
    Conte Veger: Sfortunatamente sì. Ma ce ne occuperemo non appena avrò libero accesso alle catacombe. Tu continua a lavorare, io mi occuperò di quegli idioti di Haven. Ti prometto… che incontrerai i tuoi creatori.
    Jak: Perché le catacombe sono importanti?
  • Daxter: Ehi! È sicuramente uno di quei misteriosi Precursor.
    Precursor: Benvenuto, grande guerriero. Il tuo ritorno ci dona grande speranza. Il futuro di questo pianeta è a una svolta decisiva. I Creatori Oscuri hanno trovato di nuovo il tuo mondo, e il destino attende di raggiungere il punto dove passato e futuro si incontrano.
    Daxter: Tu hai capito… qualcosa di quello che ha detto quel tipo? [scandendo bene le parole] Parla la mia lingua se puoi, ok?
    Precursor: Ti servirà tutto il potere che potrai avere per sopravvivere a questa terribile prova, prescelto.
    Daxter: Ah, posso farcela.
    Precursor: Io stavo parlando con quello alto [Jak], tappetto!
    Daxter: Ehi!
    Precursor: Adesso guarda la luce, e ricevi il potere, eroe.
    Daxter: Ok, ora cominci a spaventarmi.
    Jak: Dax… l’Eco Oscuro… non c’è più… sta svanendo… mi sento meglio.
  • [nell'arena di battaglia]
    Pecker: Benvenuti, coraggiori guerrieri! Ecco a voi… l’unico, l’immenso, il più potente tra i potenti, il magnifico, l’eminenza reale…
    Damas: È sufficiente, va’ avanti!
    Pecker: Scusi, mi sono lasciato trasportare. Ho già detto quanto sono belli i suoi capelli?
    Damas: Pecker!
    Pecker: Sì, giusto. Ha ora inizio un’altra prova dei giochi: il combattimento mortale. Buona fortuna, e che vinca il migliore… chiunque sia, animale o uomo.
    [durante la battaglia, i due incontrano una loro vecchia conoscenza]
    Jak: Sig?
    Sig: Jak? Daxter?
    Daxter: Sig!
    Sig: Beh, non fate quella faccia stupita.
    Jak: Che cosa ci fai qui?
    Sig: Testo le mie capacità. Su, facciamola finita.
    Jak: Oh no! Andiamo, Sig. Non combatto contro di te.
    Sig: Se non lo fai, ci ucciderà. È la legge dell’arena. Mi spiace… nulla di personale…
    Daxter: Oh oh…
    [Sig sta per sparare a Jak, ma subito dopo getta la sua arma a terra, venendo così circondato da dei Predoni]
    Damas: Oltraggio! Uno deve distruggere l’altro! Completate la prova, o preparatevi al peggio!
    Sig: So che me ne pentirò amaramente.
    Damas: Circondateli!
    [la scena si sposta nella sala del trono di Spargus]
    Damas: [con tono arrabbiato] Come osate infagare la purezza dell’arena!? Sig, il tempo trascorso a Haven City ti ha rovinato! E tu, novizio [Jak]… Tu non meriti alcuna pietà! Vi dovrei lasciare entrambi tra le dune del deserto. Tuttavia, Sig, visto che per anni sei stato una spia a Haven, meriti una possibilità di redenzione. Ma solo… per questa volta!
    Jak: Una spia?
    Sig: Sta zitto! Dopo ti spiego.
    Damas: C’è un covo di Metallopodi non molto lontano da qui. Da un po’ di tempo attaccano i nostri trasporti di artefatti. Voglio che tu vada nel cuore del loro covo, ed elimini tutte le creature al suo interno. Ti direi buona fortuna, ma non ti servirà aver fortuna.
  • [Jak e Daxter incontrano Ashelin nella zona nord del deserto]
    Daxter: Ehi bellezza, credevi di avermi scaricato? Sapevo che saresti tornata in cerca d’amore arancione. Dai una bella occhiata, è l’ultima volta che lo vedi.
    Jak: Ashelin! Che cosa ci fai qui?
    Ashelin: Jak, è bello rivederti.
    Daxter: Sentite, ragazzi, ci avete mollati nel deserto. Quindi parlate alle mie chiappe, perché le mie orecchie non sentono! Andiamo, Jak.
    Jak: Quel segnalatore che mi hai dato… Grazie.
    Ashelin: Sapevo che Damas ti avrebbe trovato. Non perde nulla nel suo deserto.
    Jak: Come fai a conoscerlo?
    Ashelin: Ora non ha importanza. Jak, devi tornare subito in città [Haven City]. Stiamo perdendo la guerra. Veger è assetato di potere e ha preso il comando. Non ha idea di cosa sta affrontando. Serve il tuo…
    Jak: Attenzione!
    [improvvisamente, una banda di predoni del deserto mettono in pericolo i protagonisti]
  • Ashelin: Keira voleva che ti dessi questo. [gli consegna il Jet Board] Jak, i tuoi amici hanno bisogno di te. Io ho bisogno di te.
    Jak: La città mi ha scacciato, ricordi? Per me possono marcire tutti.
    Ashelin: Ma che ne sarà dei tuoi…
    Jak: [con tono arrabbiato] Lascia stare, piantala! Ora ho dei nuovi amici.
    Ashelin: Quindi l’eroe che conoscevo è morto nel deserto. O è successo molto prima? Non ti ricordi più chi sei? [gli consegna l'amuleto di Mar]
    Jak: Ho finito di salvare il mondo.
  • Conte Veger: I monaci mi avevano detto che saresti arrivato dalle sotto-rotaie Precursor. Interessanti, vero? I Precursor le hanno usate per costruire il mondo molti eoni fa. Il sistema di rotaie conduce nelle profondità del pianeta, dove si dice che gli antichi donassero grandi poteri ai più meritevoli. Salverò il mondo con quel potere, proprio come ha fatto Mar.
    Jak: Sì, hai già fatto una gran cosa permettendo alle Teste di Metallo di distruggere il palazzo.
    Conte Veger: Oh, era proprio quello che volevo, ragazzo mio. Siamo in orario perfetto, Jak! Quella luce in cielo, sai cos’è? I nostri incubi ci hanno trovato e la fine sta arrivando! Dovevo accedere velocemente alle catacombe, quindi ho attaccato il castello di persona. Questo sarà il nostro piccolo segreto.
    Jak: Beh, sei pieno di sorprese.
    Conte Veger: E tu sei pieno di Eco Oscuro! Tu e il tuo piccolo ratto siete due mostruosità! Ma io libererò questo pianeta da questa feccia. La pura luce regnerà nell’universo, e io sarò la luce che brillerà in ogni remoto angolo del mondo e che distruggerà tutte le ombre!
    Daxter: Ah, mi scusi, Conte Vulger…
    Conte Veger: Si dice Veger!
    Daxter: Sì, come vuoi. Non è forse bello nascondersi nelle tenebre di tanto in tanto? Rilassarsi, guardando le pupe camminare con indosso dei piccoli bikini, sai, il loro movimento… Ecco, la mia coda prova sensazioni uniche in quei momenti.
    Conte Veger: Basta! Inizieremo a ripulire questo mondo occupandoci di te! Preparati! Sto per evocare il vero grande potere degli antichi! [tramite il suo scettro, evoca un antico robot Precursor] E questa volta, i Precursor non avranno pietà di te.
  • [ritornati a Haven City, ormai distrutta, i due protagonisti incontrano nuovamente Samos e Keira separati da una barriera difensiva]
    Daxter: Questo posto è brutto come la mia vecchia cameretta.
    Samos: Jak! Da questa parte!
    Jak: Samos! Keira!
    Daxter: Ah, Samos… ancora verde… come il pelo tra le dita dei miei piedi.
    Samos: Vedi, Keira, ero certo di percepire l’energia di Jak. Oh, ragazzo, sono molto felice di rivederti. Quei cunicoli che si trovano sotto il palazzo devono essere veramente importanti. Le Teste di Metallo e i robot delle guardie krimsi stanno avanzando verso di loro, e non possiamo resistere per sempre.
    Jak: Così la città ha ancora bisogno di me? Che altro c’è di nuovo?
    Samos: Veger ha da poco attivato lo scudo di forza.
    Jak: È Veger che ha attaccato il palazzo! Ha detto che gli interessava qualcosa nel sottosuolo, nelle catacombe, credo.
    Samos: Beh, dovrai scoprire di cosa si tratta e trovarlo prima di lui. Ma dovrai prima trovare un’altra via d’accesso in questa sezione della città. Scendi nelle fogne e raggiungi il porto, poi trova una strada verso nord per raggiungerci. Ah, Jak… ci dispiace per ciò che è successo. Avremmo dovuto fermare Veger.
    Jak: Beh, lo fermerò io.
  • [ritornati al Naughty Ottsel]
    Daxter: Ah, il Naughty Ottsel. Dolcezza, sono qui!
    Torn: Jak? Pensavo che non ti avrei più rivisto.
    Daxter: Torn?! Che cosa diavolo ci fai nel mio locale?!
    Torn: Beh, ci serviva una base nella zona sud. E poi… mi piace il cartello appeso sulla porta d’ingresso.
    Daxter: Sì. È proprio bello.
    Torn: Lo usiamo come bersaglio per esercitarci!
    Daxter: Ehi!
    Torn: Ascolta. Mi spiace molto non avere fermato Veger. Dispiace a tutti.
    Jak: Abbiamo visto Veger. Tenta di usare la tecnologia Precursor per i suoi scopi.
    Torn: È chiaro! Quell’uomo è sempre stato la voce fuori dal coro. Ora abbiamo problemi più urgenti. Veger mi ha mandato in missione suicida contro il porto e non c’è scampo. Non possiamo tornare al Fronte di Liberazione. Le nostre truppe sono divise e sia le guardie krimsi che le Teste di Metallo ci stanno attaccando.
    Daxter: Niente paura, amico! Gli eroi son tornati!
    Torn: Uh oh… Quasi dimenticavo. Dei Bot Esplosivi stanno arrivando dalla zona della città in mano alle guardie krimsi. Ci pensi tu, Jak?
    Daxter: Ok. Tutto ciò fa un po’ paura… [ridacchiando] Ma Jak è tornato!
  • [dopo aver superato il percorso d'addestramento]
    Tess: Bravo. Niente male, Jak, per un ragazzo. Ora voglio che tu protegga il mio piccolino con questo. [con tono minaccioso] Altrimenti ti farò MALE! Oh sì, ti farò davvero molto male! [con tono normale] Chiaro? [ghigno]
    Daxter: Wow! Non sapevo tu avessi tanto… rrrawwr.
  • Torn: Jak, va nelle fogne nella zona controllata dalle Teste di Metallo. Dobbiamo sferrare un attacco dal basso, e le fogne sono l’unica fia d’accesso. Non abbiamo controllato quei cunicoli da quando è scoppiata la guerra, ma gli esploratori non hanno riferito movimenti.
    Daxter: Ehm… Ed è positivo, vero?
    Torn: In verità… nessun esploratore è mai tornato per fare rapporto.
    Daxter: Ah… AAH! Ci riservi sempre le missioni migliori, eh?
    Jak: Oscura, sporca, pericolosa… Questa guerra comincia a piacermi.
  • [dopo aver distrutto le Teste di Metallo nella caverna del deserto]
    Sig: Sì, bello mio! Adoro l’odore delle Teste di Metallo bruciate! Questo è un buon allenamento per quando si farà sul serio… e credimi… manca poco.
    Jak: Che cosa ha a che fare Damas con Haven City?
    Sig: Non sono affari tuoi.
    Daxter: E perché hai fatto la spia per lui, eh?
    Sig: Diciamo che Damas ha perso una cosa in città e mi ha chiesto di trovarla. Ma a te che importa, amico? Gli abitanti di Haven City sono deboli, lo sai! Hanno perso la guerra prima che iniziasse. Per fortuna, il piano di Damas ci farà sopravvivere.
    Jak: Stai giocando con la vita della gente!
    Sig: E perché no? Hanno giocato con la mia! Sopravvivono i più forti, caro mio. Vi consiglio di allearvi solo con la fazione vincente.
    Jak: E qual è, secondo te?
    Sig: Quella che sta in cima al mucchio. E sfortunatamente… sarà un grosso mucchio.
    Daxter: Sì, un mucchio di… devo andare avanti?
    Jak: E ora che facciamo?
    Sig: Per ora, cercate di restare fuori dai guai. Vi avviserò io quando dovrete agire.
  • Damas: Mantenere le persone in vita... e dar loro una speranza... è molto difficile.
    Jak: Però te la cavi bene qui...
    Damas: Anche tu devi farti una vita, Jak. Fatti coraggio, prendi il destino nelle tue mani... Ascolta, la sabbia di per sé non ha forma, ma se aggiungi acqua può diventare malleabile. Anche la sorte è così, se aggiungi il giusto elemento.
    Jak: L'Eco!
    Damas: Umpf bravo, l'hai capito. I monaci dicono che il mondo si avvia alla fine, ma noi sopravvivremo. Sono sicuro che vivremo oltre la fine di questo mondo! Sta pronto, sei uno dei migliori guerrieri che ho a disposizione e mi servirai per le prove che ci attendono. Non voglio perderti come ho perso... mio figlio.
    Jak: Avevi un figlio?
    Damas: Sì, tempo fa... ma molto è stato sacrificato in questa guerra per il bene del popolo. Comunque, non ha importanza. Ultimamente abbiamo dei seri problemi con i Predoni, voglio che tu prenda un veicolo e distrugga tutte le loro pattuglie. Vai e fatti onore in combattimento!
  • Daxter: Ciao a tutti, amici, eccomi! È proprio così, il Daxterminatore è tornato in azione!
    Keira: Daxter! Jak! Ce l’avete fatta!
    Samos: Era ora che voi due arrivaste, sapete?
    Pecker: Ci avete messo troppo!
    Jak: Mi spiace, ci siamo imbattuti in una guerra.
    Ashelin: Ottimo lavoro, Jak. Mi scuso ufficialmente per prima a nome della città.
    Jak: Lascia stare. Devo sbrigare delle faccende personali.
    Samos: Beh, quello che sappiamo al momento è che c’è un enorme costruttore di pianeti oscuri pronto a distruggerci. Non possiamo sapere quanto tempo ci è rimasto. Se sta usando la tecnologia Precursor, allora l’unico modo per distruggerla è utilizzare la stessa tecnologia Precursor. E per trovarla bisogna esplorare le catacombe.
    Keira: Inoltre, dal gran numero di Eco Cristalli in movimento possiamo dedurre solo… che qualcuno sta provando a risvegliare la tecnologia Precursor.
    Jak: Dietro tutto questo c’è Veger. O Errol. O forse…
    Daxter: Ooh ooh… aspetta di sentire le mie avventure nel deserto. Io ero lì, pronto a fronteggiare un gruppo di gigantesche Teste di Metallo, quando improvvisamente…
    [allarme]
    Pecker: Uh oh…
    Ashelin: Sembra un attacco su larga scala. Diversi nemici in arrivo. Sei pronto a intervenire, Jak?
    Jak: E me lo chiedi, pupa? Forza, Dax, ora si balla!
  • Samos: Ottime mosse, ragazzo. Per me sei l’uomo più adatto a guidare una spedizione all’interno delle catacombe.
    Conte Veger: Per favore, rifletti. Non dare giudizi così affrettati. Sei sicuro di volere che questo mostro contaminato dall’Eco cammini nelle sale degli antichi e gloriosi Precursor? Dovrei essere io a capo della spedizione.
    Ashelin: Siamo stanchi dei tuoi piani, Veger.
    Conte Veger: Ho le risposte che state cercando. I miei monaci Precursor mi hanno dato le conoscenze necessarie per attivare la griglia di difesa planetaria. E se mi chiedete di farlo…
    Keira: Jak è in gamba e non ci ha mai deluso. Io sono con lui.
    Samos: Anch’io, sì!
    Daxter: Sei sbiancato, Vegan.
    Conte Veger: Veger! Mi chiamo Veger, idiota!
    Daxter: Come vuoi.
    Ashelin: Conte Veger, con effetto immediato sciolgo il consiglio cittadino e ti privo del tuo titolo e di tutti i tuoi privilegi. Non farti vedere mai più!
    Conte Veger: Cosa? Ma come osi?! Vi avevo offerto la salvezza, ma ora brucerete tutti nel fuoco della creazione Precursor! Vi do la mia parola.
    Ashelin: È stato un attacco terribile. Non possiamo continuare a lungo a respingere assalti del genere! La fabbrica di armi volante deve essere chiusa. Ma il suo impianto è protetto e c’è un codice segreto diverso per ogni ingresso. I vecchi codici sono nel sistema centrale, nella stanza dell’alimentatore. Se tu riuscissi a penetrare là, potresti di certo sbloccare gli accessi alla fabbrica di armi.
    Pecker: Onin dice che la griglia di Eco che è là dentro può aiutarti. Ma per aprire la vecchia stanza devi trovare la scatola di derivazione nelle fogne. Sai che ti dico? Sei proprio pazzo se vai là sotto. Ma… bah, buona fortuna.
  • Daxter: Ah, ricordi questo posto? Mi manca il vecchio caro Vin.
    Jak: Sì. Era un bravo ragazzo. Un po’ pazzo.
    Vin: [tramite un ologramma] Ehi, a chi stai dando del pazzo? Come faccio ad aiutarvi se ce l’avete con me?!
    Daxter: Vin! Aspetta un attimo! Sei proprio tu?
    Vin: Sì, sono io. Beh, in realtà non è proprio così. In effetti adesso sono un “bio costrutto digi memorizzato super potenziato” nonché “mega informatizzato”, amico.
    Daxter: Tu hai capito quello che ha detto?
    Vin: Quando la città è stata attaccata dalle Teste di Metallo prima che riuscissero a prendermi, ho messo il mio cervello nella griglia di Eco. Perciò adesso è tutto a posto. Quei mostri sicuramente non possono prendermi qui. Vero? Che ne dite?
    Jak: Ascolta, Vin. Sono lieto che tu… sia quello che sei. Ora dobbiamo penetrare nella fabbrica di armi, ma gli accessi sono bloccati. Forse il codice che apre le porte è nascosto nel sistema.
    Vin: Sì. È così.
    Jak: Davvero?
    Vin: Certo che sì.
    Daxter: Puoi trovarlo per noi?
    Vin: Certo che no!
    Daxter: Perché no?
    Vin: Perché se aveste un mezzo ciclo cerebrale sapreste che quei codici di accesso sono protetti dal sistema centrale. Sono circuiti antichi e molto pericolosi. Anche noi esperti non possiamo avvicinarci senza rischiare di fare una brutta fine.
    Jak: Beh, facci arrivare vicini.
    Vin: Oh sì, nessun problema, sei tu che muori. E se fallisci, avrò finalmente un po’ di compagnia. [ridacchiando] Quanto ci divertiremo.
    Daxter: Scusa, Vin… Niente di personale ma… Non mi va di farti compagnia!
    Vin: Quando sarai nel sistema, i dispositivi di sicurezza ti attaccheranno duramente. A questo punto dipenderà tutto da te, ragazzo. Se non batti il sistema verrai ucciso. Sei pronto?
    Daxter: E allora forza, Vin! Jak, dopo di te…
    Vin: Un attimo… ancora un attimo… Ok. Collegato!
  • Torn: Io voglio sapere chi c’è dietro. Come producono tutti quei Bot della Morte? Da dove vengono le materie prime e l’Eco? Per me c’è qualcosa che non quadra.
    Jak: Quindi si va dritti nella tana del nemico. Sarà divertente!
    Daxter: Sì. Dimmi quand’è che devo ridere!
  • Cyber Errol: Ho trovato alcuni amici che mi aiuteranno a conquistare questo misero pianeta.
    Jak: Stai parlando dei Creatori Oscuri?
    Cyber Errol: Sembra che il mio io digitale possa comunicare agevolmente con queste povere menti torturate. Oh, sono come me e te, Jak… Beh, come me, più che altro. Vogliono una casa, degli amici ovviamente, la distruzione di tutto il Light Eco! Si sono offerti volontari per aiutarmi a devastare questo miserabile pianeta. [ride]
    Jak: Ti attende una grossa sorpresa. I Creatori Oscuri non sono dei buoni alleati. Chiedi alle Teste di Metallo.
    Cyber Errol: Mi è stata data l’opportunità di avere un potere che neanche i Precursor potevano controllare. Non temere. Non potrai vedere in cosa trasformerò questo mondo. Ci sarà una roccia, una massa di miseri detriti… o forse il nulla! Il completo oblio! Che difficile scelta.
    Jak: Non ti permetterò di farlo!
  • Jak: Errol è scappato, ma abbiamo distrutto la sua fabbrica di robot.
    Samos: Molto bene. Ma il problema è sapere cosa sta facendo Errol. Temo che possa provare a risvegliare quella terribile nave oscura prima che riusciamo a distruggerla.
    Pecker: Onin dice che i Precursor e i Creatori Oscuri hanno combattuto per la supremazia dall’inizio dei tempi. Non sarebbe la prima volta che un pianeta finisce in mano a quei mostri.
    Jak: Beh, non prenderanno questo pianeta. Siamo andati avanti troppo a lungo. Ora dobbiamo mettere fine a questa storia. La verità si trova nelle catacombe. Perciò devo andare lì.
  • Seem: Errol ha scoperto come collegarsi alla nave del Creatore Oscuro. Se riuscisse a risvegliare il suo terribile carico dovremo affrontare orrori superiori ai nostri peggiori incubi. Non tutto è perduto. Ho nascosto a Errol l’artefatto più importante. Mi sbagliavo sul tuo conto. Tu hai l’equilibrio necessario per salvarci.
    Daxter: Come monaci siete super bizzarri, indossate abiti di gomma e avete la faccia pitturata. Però siete ok.
    Seem: Ora ho visto la verità… e sono tranquillo. Ho ricevuto il dono di poter vedere il volto dei miei creatori. Grazie, piccolo mio.
    Daxter: [ridacchia] Non c’è di che…
  • [dopo aver distrutto un'orda di Creatori Oscuri che minacciavano la città di Spargus]
    Damas: Ce l’hai fatta, Jak! Questa vittoria ci dà una nuova speranza. Sono tempi duri. Ma quando ero il capo di Haven City sembravano ancora più duri. Ora è diverso. Perché sappiamo che il seme più piccolo può vivere tra le rocce.
    Jak: Come? Sei stato il capo di Haven City?
    Damas: Sono salito al trono durante la guerra con le Teste di Metallo. Il Barone Praxis mi ha tradito, e mi ha esiliato nel deserto. Il seguito, lo conosci… Ad ogni modo, ecco qui il terzo e ultimo amuleto di guerra. Ora sei uno di noi. Quest’oggetto è un segnalatore. Quando hai bisogno di noi, usalo per chiamarci, e noi arriveremo. E da me, ah… un dono di benvenuto. Si dice che quest’antica armatura Precursor sia stata indossata da Mar in persona. Io la custodivo per darla a mio figlio… ma è meglio… che in questo momento difficile la indossi tu.
    Jak: Grazie. Ma io non ho nulla per te.
    Damas: Ci hai dato speranza, Jak. Questo è un dono sufficiente. Benvenuto nel nostro clan.
  • Ashelin: Non si può sapere cosa farà Errol con quella nave oscura. Dobbiamo fermarlo!
    Jak: E tu saprai già come fare, non è vero?
    Ashelin: Abbiamo un piano… ma è rischioso.
    Daxter: Oh, ovviamente… non può essere facile. Nooo! E di certo noi siamo tra i pochi che possono riuscirci.
    Ashelin: No. È troppo pericoloso. Se ne occuperanno Torn e Jinx.
    Daxter: COSA?! Vuoi forse dire che noi non siamo abbastanza bravi?! Credi che non possiamo farcela?!
    Jak: Dax…
    Daxter: Devo ricordarti, che la squadra composta da Daxter, Jak e Daxter, ha sconfitto praticamente qualunque minaccia di questo mondo per tre… hai capito… tre avventure!
    Jak: Daxter…
    Daxter: Ah, questo è un oltraggio, Jak. Noi siamo gli eroi! Siamo proprio noi quelli della pubblicità, capisci? E tra poco sarà in vendita la mia ninea di scarpe sportive! Ho firmato un contratto!
    Ashelin: Ma non siete esclusi. Il vostro compito è coprire Torn e Jinx in un veicolo carico di esplosivi. Scortateli alla base delle Teste di Metallo e fate esplodere il covo!
    Daxter: Ah… beh… e perché non lo hai detto subito?
  • [Jak e Daxter aprono l'entrata alla torre delle Teste di Metallo]
    Sig: Oh sì, ora gli facciamo male! Forza, apriamo le danze!
    Jak: Sì, adesso li sistemiamo! Sei pronto a ballare, Dax?
    Daxter: Vuoi dire a entrare là dentro? Ahm, Jak, forse resterò qui a… proteggere Sig.
  • [dopo aver raggiunto la cima della torre]
    Cyber Errol: Ah… I miei piccoli amici sono venuti a trovarmi. Sapete, mi piacerebbe restare qua, ma ho un appuntamento con i più potenti esseri dell’universo!
    Daxter: Ora basta, scimmia metallica! Se non la pianti, io ti… ehm… scateno contro Jak!
    Cyber Errol: Troppo tardi! Ho risvegliato la tecnologia dei Creatori Oscuri. E quando tornerò, l’enorme potere dei Precursor sarà in mio possesso! Ci vediamo presto, miei cari amici. [scappa via]
    Daxter: Guarda… È incredibile… È spettacolare… Sta reagendo all’oscurità! [urla] Sta per esplodere!!
    Sig: Andiamo via di qui!
  • [nel rifugio di Onin]
    Samos: Jak, siamo in grave pericolo.
    Pecker: Onin ritiene che ci siano strane forze in azione. Il fato è stato stravolto da poteri incontrollabili. Non ha mai visto niente del genere in vita sua. Aarrwk! Qualcosa si è risvegliato nelle profondità delle catacombe.
    Daxter: Fammi indovinare. Volete farci andare laggiù a controllare? È così?!
    Samos: L’accesso alle catacombe è nella zona controllata dalle Teste di Metallo.
    Daxter: Certe volte… vi odio tutti, sapete?!
    Pecker: Onin dice che il tuo fato ora è oscuro e avvolto nell’incertezza. Onin dice che sarà molto pericoloso per te… Onin dice che Pecker ti scorterà nelle catacombe e… Arrrck! COSA?! Che cosa hai detto?
    Samos: Tu sarai gli occhi di Onin e la coscienza di Jak. Devi andare con lui.
    Pecker: Aaah, e va bene, d’accordo. Ma se si mette male, là io non ci resto. Voi due, raggiungete l’ingresso delle catacombe e sviate i nemici. Aaarck! Ci vediamo là quando la zona è libera.
  • Daxter: Jak, posso dire una cosa, prima della fine? La tua spalla era un po' ossuta e non ci sono stato per niente comodo, però... sei stato un buon amico.
    Jak: Anche tu, Dax. Mi sono divertito insieme a te.
    [nel momento che i Creatori Oscuri cercano di uccidere i due protagonisti, ecco che spunta Damas a bordo del suo veicolo]
    Damas: Qualcuno ha richiesto un esercito?
    Jak: Sei lontano dal deserto. Hai detto che un guerriero furbo non attacca mai a testa bassa.
    Damas: Beh dipende da quanto è dura la testa. E noi due abbiamo delle teste abbastanza dure, direi...
    Jak: Forza, finiamoli!
  • Jak: Damas!
    Damas: Niente male... ragazzo mio. Bel combattimento... [tossisce] è un bel giorno per morire... Sono... davvero molto orgoglioso di essere stato... dalla tua parte... [tossisce] in questo mondo ci sono ancora dei veri eroi...
    Jak: Siamo stati grandi insieme. Non muoverti, io...!
    Damas [Ultime parole]: Ti prego, devi promettermi una cosa... Devi promettermi che... troverai mio figlio... Mar. Lo riconoscerai quando vedrai questo... Lui porta un amuleto... identico a questo. Un simbolo del legame che abbiamo... con l'antico... Casato di Mar... [tossisce] Salva il popolo, Jak... Solo tu puoi farlo...
    Jak: ... Padre...
    Conte Veger: Sì. Tu eri quel bambino. Ti ho rapito da Damas sperando di usare i tuoi poteri dell’Eco per i miei esperimenti. Poi purtroppo ti ho perso di vista. Sembri un po’ deluso. Lo hai scoperto troppo tardi? Tu sei proprio il figlio del grande guerriero Damas. Oh… e lui non l’ha mai saputo. Che peccato.
    Jak: [si trasforma in Dark Jak] AAAAGGH! VEGER!!
    Conte Veger: Grazie per aver aperto la porta ai Precursor. Non preoccuparti. Porrò presto fine alla tua patetica esistenza, ragazzo. [scappa via]
    Daxter: Seguiamolo, Jak!
    Jak: Vuoi davvero andare laggiù? Senza fare storie, Dax?
    Daxter: Sì, ma non farci l’abitudine. Il fatto è che nessuno ferisce il mio migliore amico senza pagarne le conseguenze. Prendiamolo!
  • [arrivati al cuore del pianeta]
    Precursor: Salute, prode guerriero. Prima che sia troppo tardi, devi attivare il sistema di difesa del pianeta. La sfera di Eco ha iniziato la sua conversione energetica. Ci vorrà un po’ di tempo prima che l’arma si carichi del tutto. Hai dimostrato il tuo valore, guerriero. Perciò ti verrà concesso il dono dell’evoluzione. Avrai il grande onore di diventare uno di noi.
    Conte Veger: Un momento! Sono io quello che deve evolversi in un Precursor. È un mio diritto!
    Precursor: Attento a quello che desideri.
    [Veger ottiene il dono dell'evoluzione]
    Conte Veger: È andata. Non preoccuparti, Jak. Mi sono assunto questo ruolo per il bene superiore. [punta una pistola verso Jak]
    Precursor: Anche ora potrebbe essere troppo tardi. Se Errol risveglierà il carico della nave oscura, sarà la fine di tutto.
    Daxter: Ehi, specie di semaforo! Siamo stati noi a fare il lavoro sporco mentre tu ronfavi tra le stelle! Quindi dacci un taglio!
    Precursor: Dove hai la testa? Ti avevo detto che ci sarebbe servito un eroe di riserva. Dovevamo procedere con il piano B! Oh! Ehi! No, finiscila!
    [si apre una porta del centro di comando, e si scopre che i Precursor non sono ciò che sembrano]
    Precursor: Il tuo lavoro non è stato affatto soddisfacente. Se tu fossi stato un vero eroe, a quest’ora saresti già riuscito a fermare Errol.
    [rimangono tutti a bocca aperta]
    Jak: Oh mio Dio…
    Ottsel Leader: [con voce artefatta] Quindi, ecco… ehm… adesso noi siamo ancora più irritati… e pertanto ti ordiniamo di distogliere immediatamente lo sguardo, altrimenti… beh, mmh… [con voce normale] Accidenti.
    Daxter: Ma sono… come me!
    Ottsel Leader: Non te lo aspettavi, vero?
    Ottsel Surfer: Sì. Siamo proprio così.
    Ottsel Leader: Non fare quella faccia. Se avessi saputo che noi Precursor eravamo solo dei topi pelosi, ci avresti adorato? Potevamo governare l’universo?
    Ottsel Surfer: Nemmeno per sogno!
    Ottsel Leader: Così, abbiamo rivisto un po’… il mito.
    Ottsel Dummy: Soltanto per ottenere il rispetto che meritiamo!
    Conte Veger: Brutti idioti! Scendete e finitela di insozzare quella gloriosa macchina!
    Ottsel Leader: [punta il suo scettro verso Veger e lo blocca] Non farti ingannare dalla nostra taglia. Noi siamo gli esseri più potenti dell’universo.
    Ottsel Dummy: Lo siamo?
    Ottsel Leader: Shhh!!
    Jak: Ma perché Daxter assomiglia…
    Ottsel Leader: Ah sì. L’eco è la fonte della nostra essenza, o meglio… il nostro codice genetico. Quando Daxter toccò l’eco oscuro, ricevette una benedizione, e non una maledizione.
    Daxter: Wo-how! Sono un Precursor!! Sono un Precursor, sono un Precursor! Ehi! Aspetta un attimo! Loro hanno i pantaloni!
    Conte Veger: Queste creature sono i grandi Precursor?! E io volevo evolvermi… NO! [urla] [viene trasformato in un Ottsel]
    Daxter: Era un po’… riluttante… dico bene?
    Ottsel Leader: L’unico modo per essere certi che Errol non risvegli il carico della nave, è che tu vada dove si trova ora e lo fermi. Ti invieremo noi da qui, Jak.
    Jak: Già, e l’arma…?
    Ottsel Surfer: Tranquillo, amico. Hai qualche minuto per andare fin là e tornare in tempo. Voglio dire, prima che…
    Ottsel Leader: Si spera, prima che…
    Ottsel Dummy: Baboom! Oh sìì!!
    Jak: Muoviamoci!
    [Jak e Daxter vengono teletrasportati verso la nave dei Creatori Oscuri]
    Ottsel Leader: Imbecilli! Lo sapevate che serviva un piano B!
  • [nella nave dei Creatori Oscuri]
    Daxter: Se quelle creature si svegliano, per il pianeta è la fine!
    Cyber Errol: Con tutti questi Creatori Oscuri ai miei ordini, pensa cosa potrei fare.
    Jak: Sei finito, Errol! Moriremo entrambi, preparati!
    Cyber Errol: [urla]
    Jak: NO!
    [spinge Errol verso l'oblio]
    Daxter: Jak? Jak!?!
    [Intanto, i Precursor combinano l'energia dell'Eco Oscuro con l'Eco Luminoso formando un potente raggio verso lo spazio in grado di distruggere l'intera nave dei Creatori Oscuri. Errol riesce a salvarsi in volo e a salire a bordo di un Terraformista che precipita verso il deserto. Fortunatamente, anche Jak riesce a salvarsi in volo grazie al potere dell'Eco Luminoso, e insieme a Daxter scappano dalla nave che crolla]
    Jak: Andiamo, Dax!
  • Daxter: Quello [Errol] non vuole proprio mollare!
    Jak: Va verso la città! Dobbiamo difenderla… per Damas.
    Daxter: L’ultima carica della brigata di luce e oscurità! Dobbiamo resistere, amico!
    Jak: Fino alla fine.

ExplicitModifica

  • [nell'arena di battaglia]
    Ottsel Leader: Grazie, coraggiose genti di questo pianeta. Onin, Samos, grazie. Il vostro coraggio e quello di tutti gli altri ci dà la forza di andare avanti in questi tempi oscuri.
    Samos: Lavori tutta una vita, per poi scoprire che stavi solo cercando delle palle di pelo.
    Pecker: Onin dice che oggi è davvero un gran giorno per l’universo.
    Ottsel Leader: Jak, tu sei il più grande di tutti gli eroi. Hai rovesciato le sorti della battaglia contro i Creatori Oscuri, e insieme potremo vincere questa guerra.
    Ottsel Surfer: Ricorda, amico. Nel futuro ti aspettano molte altre avventure.
    Ottsel Dummy: Già. Ma… non era nel passato?
    Ottsel Leader: Sì, sì, calma, ci stavo arrivando.
    Jak: Altre avventure? Dov’è che l’ho già sentito dire?
    Ottsel Leader: Abbiamo bisogno di eroi come te… per proteggere l’universo, Jak.
    Jak: Allora puoi chiamarmi con il mio nome, come mi chiamava mio padre [Damas]: Mar.
    Ashelin: Aspetta, Jak. Mar… Quel Mar?
    Ottsel Leader: Vieni allora, Mar. Non c’è un tempo come il presente.
    Jak: Tu vieni con me, Dax?
    Daxter: Nah! Qui ho tutto quello che mi serve, amico. Ma se hai bisogno… e sicuramente sarà così… beh, sai dove trovarmi.
    Tess: Oh, Daxter! Mio piccolo eroe!
    Ottsel Leader: Noi ti dobbiamo molto, Daxter, per ciò che hai fatto. E quindi, per il coraggio che hai dimostrato di fronte al pericolo, esaudiremo il tuo desiderio più grande.
    Daxter: Beh, io… vorrei avere un paio di pantaloni fighetti, come i vostri.
    Tess: Wow, sono strepitosi! Vorrei averne un paio così anch’io.
    Ottsel Leader: Attento al desiderio che esprimi. [Tess viene trasformata anch'essa in un Ottsel]
    Daxter: [fischio] Tranquilla, dolcezza, ti abituerai. Oh, magari bisognerà depilare qualche parte. Lascia fare a me!
    Jak: Ehi! Grazie di tutto… amico.
    Seem: Sei un grande eroe, Daxter.
    Daxter: Sì, è così che si parla! Pensano che io sia un Dio. E hanno ragione!
    Ottsel: Sei il nostro eroe!
    Conte Veger: Aaah… Penso che questo sarà un lungo viaggio.
    Kleiver: Dove credi di andare, brutta canaglia. Ho deciso che voglio una spalla e perciò sarai tu il mio compagno. Saremo una grande squadra io e te. Basta che tu non mi faccia arrabbiare.
    Ottsel Leader: Sei pronto, Jak? Abbiamo qualcosa da farti vedere.
    Jak: Cosa?
    Ottsel Leader: L’universo.
    [La navicella dei Precursor parte verso l'universo. Tuttavia, Jak non vuole abbandonare i suoi amici]
    Jak: Ah, non posso lasciarti, Dax. Ci aspettano tante avventure. Non resisteresti un minuto senza di me.
    Pecker: Ah! Siamo una squadra fantastica!
    Daxter: Sì, ma alla prossima avventura… comando io, d’accordo? Qua la mano, amico. Ah, che figat!a! Oh sì, la vita è bella.

Altri progettiModifica