Apri il menu principale

Ivan August Kaznačić (1817 – 1883), medico e saggista croato.

Incipit di Dei canti popolari degli Slavi meridionaliModifica

  • Le virtù domestiche sono le radici nascose, da cui le gioie e le utilità della vita civile crescono in fiore ed in frutto. Qual è la famiglia, tal sarà la nazione: di lì prenderanno norma certa i timori degli uomini e le speranze. La grandine flagella i rami, il vento d'autunno se ne porta le foglie: ma se la radice rimanga, l'albero ritornerà nella ringiovanita bellezza.[1]

NoteModifica

  1. Citato in Dei canti popolari degli Slavi meridionali, Ragusa, 1851, p. 6 Google Books

Altri progettiModifica