Israel Joshua Singer

scrittore polacco

Israel Joshua Singer o Yisroel Yehoshua Zinger (1893 – 1944), scrittore polacco.

Israel Joshua Singer

CItazioni di Israel Joshua SingerModifica

  • Che utilità poteva avere la razionalità in un mondo impazzito? Tra i folli l'uomo sano è uno sciocco.[1]
  • Perdere denaro è perdere nulla, perdere coraggio è perdere tutto.[2]
  • Un medico senza cuore non è altro che un macellaio con la laurea in medicina. Solo una persona con un cuore è in grado di diventare un grande dottore.[2]

Incipit di Yoshe KalbModifica

La grande corte hassidica di Nyesheve in Galizia era in fermento per i preparativi del matrimonio di Serele, la figlia del Rabbi.
Rabbi Melech aveva molta fretta. In verità aveva sempre fretta, poiché nonostante i suoi sessanta e passa anni e la sua pancia, sulla quale le frange rituali facevano la curva come un grembiule sul pancione di una donna incinta, nonostante l'età e la mole, il Rabbi era straordinariamente nervoso.

NoteModifica

  1. Da I fratelli Ashkenazi, ne I capolavori.
  2. a b Da La famiglia Karnowski, ne I capolavori.

BibliografiaModifica

  • Israel J. Singer, I capolavori, a cura di Bianca Francese, traduzione di Clara Serretta, David Sacerdoti, Bianca Francese, Martina Rinaldi, Newton Compton, Roma, 2015. ISBN 9788854187894
  • Israel J. Singer, Yoshe Kalb, traduzione di Bruno Fonzi, Adelphi, Milano, 2015. ISBN 9788845974779

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica