Helga Fanderl

regista tedesca

Helga Fanderl (1947 – vivente), regista tedesca.

Citazioni di Helga FanderlModifica

  • Mi sono messa a fare film con la cinepresa Super 8 in un momento poco promettente. Anzi mi confrontavo, sin dall'inizio, con la minaccia della sparizione del mio mezzo di creazione artistica. [...] Continuare lo stesso a girare in Super 8 ha a che fare con le qualità particolari della pellicola Super 8, i suoi colori, la sua grana, la sua bellezza e soprattutto con la cinepresa, lo strumento assai leggero e piccolo che mi accompagna e mi permette di montare direttamente in macchina, girare con grande attenzione e concentrazione. Mi piace poter immergermi in una situazione e comunicare con il soggetto mentre sto filmando. Se di resistenza possiamo parlare si tratta della difesa di un mezzo di creazione artistica che mi va bene e che amo. [...] La sparizione del film come film in pellicola è dovuta innanzitutto ad un interesse economico gigantesco. Si potrebbe dire allora che continuando a girare film in Super 8 faccio una specie di resistenza. Però non si tratta di una posizione ideologica o retrograda, ma legata alla mia esperienza artistica. Ma di resistenza formale si potrebbe anche parlare in un altro senso. Rispetto alla stragrande parte della produzione di cinema narrativo e documentario il film personale e poetico cerca altri se non nuovi modi di espressione e non serve gli interessi del mercato.[1]

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Giorgiomaria Cornelio, Helga Fanderl: una lunga vacanza sulla terra, nazioneindiana.com, 15 Ottobre 2022.

Alti progettiModifica