Giovanni De Gamerra

librettista italiano

Giovanni De Gamerra (1742 – 1803), librettista italiano.

Incipit di Luisa e TrifourModifica

Nell'Extrait des Variétés curieuses et amusantes si legge che: «une Demoiselle Bretonne fut aimèe par un gentilhomme de son pays qui n'ètoit pas riche. La mere pour détourner cette inclination naissante, prètexta un procès qui l'obligeoit d'aller à Paris; et emmena sa fille avec elle. Mais comme elle s'apperçut que l'absence n'avoit point èteint les amours de nos deux jeunes gens etc.». Su d'un tale principio istorico è disegnato il piano di questa rappresentazione, accresciuto d'episodi, e inviluppato d'accidenti a seconda dell'immaginazione poetica, e in seguito di quella immemorabile facoltà, che largamente concedesi agli scrittori teatrali.
Il sogno di Trifour realizzato nell'apparizione dell'anima di Luisa spaventerà forse gli spiriti deboli, e forse farà ridere gli spiriti forti, ma interesserà certamente le anime oneste e sensibili. Ecco per qual classe io scrivo. Se i critici condanneranno l'introduzione d'un'ombra sopra il teatro, farò che loro risponda, non solo il padre della scena inglese, ma il principe dei tragici di Francia, l'immortale autore di Semiramide.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica