Giovanni Caccamo (cantante)

cantautore italiano

Giovanni Caccamo (1990 – vivente), cantautore italiano.

Giovanni Caccamo

Citazioni di Giovanni CaccamoModifica

  • C'è la tendenza a concepire qualsiasi rapporto, dall'esperienza lavorativa alla relazione umana, come un contratto a termine: alla prima difficoltà ci si arrende. Io per realizzare questo sogno sono passato da decine e decine di porte in faccia, ma non ho mollato.[1]
  • Frequento la Fondazione San Giovanni Battista di Ragusa che cerca di aiutare i migranti a trovare un lavoro. Capisco chi, non vedendo una speranza per i propri figli, fatica a immaginarla per altre persone che arrivano da lontano. Ma credo che prima di puntare il dito basterebbe dedicare un'ora del proprio tempo ad ascoltare le storie dei migranti: sono convinto che ogni barriera sparirebbe.[1]
  • Ognuno di noi deve trovare il proprio fuoco. E quando l’ha trovato, non esiste la parola crisi.[1]

NoteModifica

  1. a b c Dall'intervista di Eugenio Arcidiacono, Giovanni Caccamo: «Canto l'amore che non è un contratto a termine», FamigliaCristiana.it, 27 febbraio 2018.

Citazioni tratte da canzoniModifica

Qui per teModifica

Etichetta: Sugar Music, 2015, prodotto da Caterina Caselli.

  • Viviamo sospesi nel buio | contiamo di notte la felicità | sperando un giorno cambierà. (da Oltre l'estasi, n. 2)
  • Parlami di te | come non fossi stato mai lontano | e tornerò da te con questo cielo in mano | ritornerò, ritornerò, ritornerò da te. (da Ritornerò da te, n. 4)
  • Non trovo soluzioni in questi oggetti sparsi | nella mia timidezza che non sentirai | perché vivo veloce e non mi frenerò | perché sentirti adesso ha rovinato | la mia percezione del tempo delle mie priorità | la tua stupida ossessione del mondo che non credo finirà | Fermati non aspettare | aiutami a rinascere | blocca la mia confusione | credo non ci riuscirai | perché in questo momento | sta cambiando il mio mondo che non tornerà. | Sei distante dal tempo | che violento ha strappato la mia identità.(da Distante dal tempo, n. 6)
  • Rispondo ad alta voce ad una scena muta | sentendo di parole che non tornano più. (da Distante dal tempo, n. 6)
  • Raccontami adesso | l'amarezza del ricordo | che distante avverso | incerto non si placherà | Raccontami adesso | l'esperienza più introversa | di un'immagine ormai persa | che non tornerà con te. (da Satelliti nell'aria, n. 11)
  • Vai via riprenditi la vita ormai finita | e dammi un'altra possibilità | Vai via svanisci nell'istante in cui deluso | di te abuso e cerco la mia identità | Vai via svanisci in quest'istante in cui ti penso | e mi ricordo quando stavi ancora qua. (da Satelliti nell'aria, n. 11)

EternoModifica

Etichetta: Sugar Music, 2018, prodotto da Taketo Gohara.

  • Penso che questo momento rimanga nel tempo | rimane da solo, rimane un regalo | rimane un tesoro che non potrò mai lasciare. (da Eterno, n. 2)
  • Senza volere niente | a parte questo nostro naufragare | e non cercare niente | più niente a parte noi | e non capire niente | a parte che l'amore può salvare | non volere niente | soltanto gli occhi tuoi | per sempre gli occhi tuoi. (da 'Eterno, n. 2)
  • Siamo distanti dagli altri come stelle | siamo la stessa pelle | siamo senza un addio | siamo bellezza che si libera nell'aria | onde sulla sabbia nella stessa direzione | senza lasciarsi mai. (da 'Eterno, n. 2)

Altri progettiModifica

OpereModifica