Giorgio De Maria

scrittore e commediografo italiano

Giorgio De Maria (1924 – 2009), scrittore, commediografo e pianista italiano.

Le venti giornate di TorinoModifica

IncipitModifica

Il nome, di per sé, dirà poco o nulla a chi oggi è intento a faccende ben diverse da quelle di cui ci occupiamo, ma lo citeremo egualmente: Giovanni Bergesio. Molti Bergesio si trovano in città, però non credo dipenda da questo se quel nome è stato dimenticato. È la sorte toccata a tutti i nomi che ebbero ad aprire lunghe liste di decessi dovuti a disgrazie naturali, alluvioni, epidemie di colera, pestilenze...

ExplicitModifica

[...] L’altro si girò verso di noi. Vidi il suo volto senile da profeta, i suoi capelli, la sua lunga barba corrosi da una diffusa lebbra. Guardava con occhi privi di pupille come se scrutasse negli abissi del passato... Portai d’istinto il flauto alle labbra e mi misi a suonarlo, per quel poco che sapevo. Dal fondo della più nera disperazione forse sarei riuscito a cavare un suono capace di placare quelle forze: era il mio estremo appiglio...

Il profeta si stava avvicinando. Il duello, fra poco, sarebbe incominciato...

BibliografiaModifica

  • Giorgio De Maria, Le venti giornate di Torino, nuova ed. Milano, Frassinelli, 2017 ISBN 9788893420259.

Altri progettiModifica