Apri il menu principale

Gerard Alfred Karl Norbert Maria Hans Radnitzky (1921 – 2006), filosofo e teorico tedesco.

Il futuro è aperto: il colloquio di Altenberg insieme con i testi del simposio viennese su PopperModifica

  • Vorrei esprimere alcune tesi sul rapporto fra teoria della conoscenza e filosofia politica. Prima tesi: le posizioni in filosofia hanno le loro radici in posizioni nella teoria della conoscenza. Nella teoria della conoscenza vi è un dilemma della filosofia del fondamento. Se si vuole fondare una proposizione mediante altre proposizioni, si può continuare con il procedimento di fondazione, oppure lo si può troncare. Poiché il regresso all'infinito e il circolo vizioso non sono possibilità praticabili per motivi logici, le possibilità si riducono al dilemma: o interruzione dogmatica del procedimento di fondazione o scetticismo.
  • Le nostre istituzioni morali sono adattate alla forma di vita del piccolo gruppo, vengono insegnate al bambino con la sua socializzazione e dominano, quindi, anche oggi la nostra emotività.
  • Il selvaggio è necessariamente collettivista.
  • Nella nostra epoca il principio della subordinazione dell'individuo al collettivo continua ad esser considerato come l'unica possibilità del mantenimento del nostro ordine sociale, ciò porta nnecessariamente al totalitarismo.
  • Il collettivismo moderno è un tentativo di ritorno allo stato selvaggio.
  • Uno dei presupposti della società aperta è la istituzionalizzazione della critica.
  • In un sistema democratico è stata istituzionalizzata una forma di critica nei confronti dei governanti: la possibilità di cambiare il governo. Un governo è legittimato democraticamente se offre ai cittadini questa possibilità. Nelle cosiddette democrazie popolari viene negato ai cittadini persino il diritto di decidere adoperando i propri piedi, viene cioè negato loro il diritto di lasciare il Paese.
  • IL metodo democratico è formale. Da solo non può portare all'esistenza una società di uomini liberi. E, come di ogni metodo, se ne può facilmente abusare e può così degenerare a dittatura della maggioranza.
  • Il concetto della società aperta sottolinea il ruolo della discussione razionale e della critica. Ma come il concetto di discussione razionale è formale, tale rimane anche il concetto di società aperta.
  • Un sistema morale si basa su una determinata immagine dell'uomo e un determinato ideale di uomo.
  • La metodologia di Karl Popper ha reso possibile migliorare l'immagine dell'uomo.
  • La filosofia del razionalismo critico è uno dei fondamenti della filosofia della società aperta, dello Stato liberale di diritto.
  • Una fortezza vale quanto vale la sua guarnigione.
  • La tesi provocatoria: il miglior mezzo per distruggere l'economia di mercato, e con essa uno dei presupposti della società aperta, è il concetto di giustizia sociale nel senso dell'egalitarismo.
  • La tesi banale: il mantenimento della società aperta è un compito continuo.

[Gerard Radnitzky; citato in Karl Popper, Konrad Lorenz, Il futuro è aperto: il colloquio di Altenberg insieme con i testi del simposio viennese su Popper, introduzione e traduzione di Dario Antiseri, prefazione di Franz Kreuzer, Rusconi Editore, Milano 1989]

Altri progettiModifica