Apri il menu principale

Françoise Sagan

scrittrice francese

Françoise Sagan, pseudonimo di Françoise Quoirez (1935 – 2004), scrittrice francese.

Citazioni di Françoise SaganModifica

  • Ho amato fino alla follia, ma ciò che gli altri chiamano follia per me è l' unico modo di amare. (citato in Corriere della sera, 25 settembre 2004)
  • L'illusione dell' arte è far credere che la letteratura sia rappresentazione della vita ma in realtà accade l'opposto. (citato in Corriere della sera, 25 settembre 2004)
  • Non ho nulla contro gli stupefacenti; semplicemente, l'alcol mi basta, e il resto mi fa paura. (da La guardia del cuore, traduzione di Miro Silvera, Sellerio)
  • Perché la Francia mi odia? Perché mi vuole morta? (citato in Corriere della sera, 26 settembre 2001)
  • Per la gelosia, nulla è più terribile della risata. (da La disfatta)[1]
  • Tutto ciò che vorremmo conoscere dell'amore: una dolcezza attenta, una gioia appassionata e soprattutto la tenerezza e un'indomita fiducia, tutto ciò che non abbiamo mai avuto e di cui avremo solo l'illusione, il simulacro che noi stessi ci fabbrichiamo, spesso nel momento meno opportuno. (da Il guinzaglio)

Incipit di alcune opereModifica

Bonjour tristesseModifica

Esito ad apporre il nome, il bel nome grave di tristezza su questo sentimento, del quale la noia, la dolcezza mi ossessionano. È un sentimento così completo, così egoista che io quasi me ne vergogno mentre la tristezza mi è sempre parsa onorevole. Non conoscevo lei, ma la noia, il rimpianto, e più raramente i rimorsi. Oggi, qualcosa si ripiega su me come una seta, snervante e dolce, e mi separa dagli altri.
In quell'estate avevo diciassette anni ed ero perfettamente felice. Gli "altri" erano mio padre ed Elsa, la sua amante.
[Françoise Sagan, Bonjour tristesse, Longanesi, traduzione di Ruggero Sandanieli]

Tra un mese, tra un annoModifica

Bernard entrò nel caffè ed esitò un istante, sotto gli sguardi dei pochi avventori sfigurati dal neon.
[citato in Fruttero & Lucentini, Íncipit, Mondadori, 1993]

NoteModifica

  1. Citato in Aa. Vv., Dammi mille baci, e ancora cento. Le più belle citazioni sull'amore, a cura delle Redazioni Garzanti, Garzanti, 2013.

Altri progettiModifica