Fantino

colui che monta un cavallo da corsa
Il fantino (H. d. Toulouse-Lautrec, 1899)

Citazioni sul fantino.

  • Il nervosismo non è infrequente fra gli uomini che montano cavalli da corsa. È insito nel loro mestiere, che ogni giorno li costringe a esporsi più volte, e ogni volta per qualche minuto, al pericolo di farsi male o morire all'improvviso. Non è un pericolo grave. Di solito, la maggior parte delle compagnie d'assicurazione non rilascia polizze ai fantini, ma neppure ne rilascia agli operai addetti alle riparazioni dei campanili, né ai pompieri. In ogni modo, come tutti i fantini, Nick credeva fermamente in ciò che nell'ambiente delle corse chiamano «le probabilità» ; era un seguace della diffusissima quanto sballata teoria empirica delle «probabilità», nota ai più profondi cultori delle matematiche come la «teoria della maturità del caso». Secondo questa, a grado che le possibilità favorevoli di un'equazione si esauriscono, aumenta la probabilità che si avveri l'eventualità inversa. Per chi crede in simile bizzarria, una moneta, caduta sulla croce per cinque volte di fila, è «matura» per l'uscita sulla testa; un giocatore che abbia vinto quattro volte di fila, è «maturo» per la perdita. E un fantino che, come Nick, abbia evitato oltre mille volte di farsi male, è «maturo» per un bell'accidente. (Don M. Mankiewicz)
  • In sella a un cavallo sei un uomo, a terra sei solo un tappo! (Ai confini della realtà)
  • Mai fidarsi di un fantino corrotto su un cavallo dopato. (Agents of S.H.I.E.L.D.)
  • Per un fantino, mangiare è un gesto vergognoso, un auto-tradimento, che lo mette in connivenza col suo peggiore nemico, il peso. (Don M. Mankiewicz)
  • Siamo fantini, fantini siamo noi. | Viviamo sotto terra in un albero di fibra di vetro. | Tra la terra e l'inferno regniamo superbi | su troni di amanita vicino ad un fiume di cioccolato. (I Simpson)
  • Sono venuta fuori dall'oscurità | trattenendo una cosa | un piccolo, bianco cavallo di legno | che avevo trattenuto all'interno. | E quando sarò morta | se puoi, di' loro che | ciò che era legno è diventato vivo. | Nella notte i muri sono scomparsi | nel giorno sono tornati | "Voglio essere un fantino come mio padre" | erano le uniche parole che potevo dire. (Suzanne Vega)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica