Fabio Geda

scrittore italiano

Fabio Geda (1972 — vivente), scrittore italiano.

Citazioni di Fabio GedaModifica

  • Perché non è che sei fotografo se prendi una macchina e cominci a fare foto a qualsiasi cosa si muova o stia ferma o ti solletichi il pisello. Sei un fotografo se sai scegliere cosa fotografare, perché sai che in quel modo, quella cosa, non l'ha mai guardata nessuno. [1]
  • Il posto in cui sono ora è diverso dal Campo che ti ho descritto in un'altra lettera, quel Campo di Permanenza Temporanea [L'autore si riferisce ai Centri di permanenza temporanea - CPT] che gli italiani chiamano Centro, ma è una sciocchezza perché non è il centro di nulla, anzi, è la periferia della vita.[2]

Incipit di Nel mare ci sono i coccodrilliModifica

Il fatto, ecco, il fatto è che non me l'aspettavo che lei andasse via davvero. Non è che a dieci anni, addormentandoti la sera, una sera come tante, né più oscura, né più stellata, né più silenziosa o puzzolente di altre, con i canti dei muezzin, gli stessi di sempre, gli stessi ovunque a chiamare la preghiera dalla punta dei minareti, non è che a dieci anni – e dico dieci tanto per dire, perché non è che so con certezza quando sono nato, non c'è anagrafe o altro nella provincia di Ghazni – dicevo, non è che a dieci anni, anche se tua madre, prima di addormentarti, ti ha preso la testa e se l'è stretta al petto per un tempo lungo, più lungo del solito, e ha detto: Tre cose non devi mai fare nella vita, Enaiat jan, per nessun motivo. La prima è usare le droghe. Ce ne sono che hanno un odore e un sapore buono e ti sussurrano alle orecchie che sapranno farti stare meglio di come tu potrai mai stare senza di loro. Non credergli. Promettimi che non lo farai.

NoteModifica

  1. Da Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani, Feltrinelli, Milano, 2009. p. 128. ISBN 9788807720765
  2. Da Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani, Feltrinelli, Milano, 2009. p. 174. ISBN 9788807720765

BibliografiaModifica

  • Fabio Geda, Nel mare ci sono i coccodrilli: storia vera di Enaiatollah Akbari, Baldini Castoldi Dalai, Roma, 2010. ISBN 8860736471

Altri progettiModifica