Apri il menu principale
Ethel Smyth

Ethel Mary Smyth (1858 – 1944), compositrice e scrittrice britannica.

  • L'atteggiamento di tutti gli inglesi verso le donne artiste è ridicolo... L'arte non è di genere. Quello che importa è come si suona il violino, si dipinge o si compone.[1]
  • Mi sento tremendamente forte, sicurissima di quel che faccio, mi piace vedere come sono sempre più capace di scrivere musica.[2]
  • Vorrei stendermi sulle scogliere della Cornovaglia, sepolta nella morbida armeria rosa, ascoltando l'esplosione delle grandi onde dell'Atlantico contro quelle rocce crudeli e i selvaggi gridi acuti dei gabbiani.[3]

Citazioni su Ethel SmythModifica

  • La signorina Smyth è una delle poche donne compositrici che possono dire di aver raggiunto risultati di valore nel campo della composizione musicale. (Pëtr Il'ič Čajkovskij)

NoteModifica

  1. Citato in AA.VV., Il libro della musica classica, traduzione di Anna Fontebuoni, Gribaudo, 2019, p. 237. ISBN 9788858022894
  2. Citato in AA.VV., Il libro della musica classica, traduzione di Anna Fontebuoni, Gribaudo, 2019, p. 234. ISBN 9788858022894
  3. Citato in AA.VV., Il libro della musica classica, traduzione di Anna Fontebuoni, Gribaudo, 2019, p. 236. ISBN 9788858022894

Altri progettiModifica