Ermete Novelli

attore teatrale italiano

Ermete Novelli (1851 – 1919), attore teatrale italiano.

Ermete Novelli interpreta Shylock nel Mercante di Venezia di Shakespeare

Citazioni di Ermete NovelliModifica

  • Sono favorevole ai tagli nei copioni teatrali per questa ragione: tutto ciò che si taglia in una commedia non è mai fischiato.[1]

Incipit di Foglietti sparsi narranti la mia vitaModifica

Il mio ritratto esteriore eccolo qui sopra. Mamma natura non mi è stata prodiga di favori, «ma pensando che poteva essere anche più avara» mi contento e tiro via! Oh!... in quanto all'interno, bisogna convenire che la medaglia ha un miglior rovescio. Di carattere, mite e buono... perfino anche tre volte! Cuore tenerissimo, tranne quando s'avvede che lo si tradisce... in allora ha dei battiti da belva!... Ingegno pronto, scusate la modestia, spirito minuziosamente osservatore; memoria prodigiosa, facilissima nell'apprendere, quanto pronta a dimenticare... specialmente le cattiverie altrui. Nervoso e sospettoso come un gatto, affezionato come un... cane. La fortuna degli altri, non mi ha mai dato morsi d'invidia, ma la troppa facilità di dire la mia opinione, lo ha fatto credere più di una volta. Pronto al bene, quanto incapace al male: ignaro del valore delle monete che ho sempre spese senza... possedere! Di umore triste, sebbene tutti abbiano creduto il contrario, ma facile a divenir gaio trovandomi in simpatica compagnia.

Citazioni su Ermete NovelliModifica

  • Ermete Novelli una sera recitava Shakespeare, la sera dopo Scarpetta. (Gianrico Tedeschi)
  • Quello che Ermete Novelli – il quale ha pure avuto straordinarie qualità di mimo se non di interprete – esprimerebbe con larga smorfia, nel suo vivace gioco di tutti i muscoli facciali, Guitry lo esprime con un lieve socchiuder di palpebre, con una tenue contrazione delle labbra mobilissime. (Silvio D'Amico)

NoteModifica

  1. citato in Aneddoti, Intrepido, n. 21, 1974, Casa Editrice Universo

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica