Erasistrato

anatomista e medico greco antico

Erasìstrato di Ceo (305 a.C. – III secolo a.C.), anatomista greco antico e medico reale di Seleuco I Nicatore.

Erasistrato in un dipinto di Jean-Auguste-Dominique Ingres (1860 circa)

Citazioni su ErasistratoModifica

  • Erasistrato fu il solo tra greci in Alessandria che seppe e volle mantenere il connubio della medicina colla Chirurgia; mentre molti degli Erofilei[1] e gli altri mestieranti si lasciarono andare all'egiziano costume di spezzare la scienza in tanti speciali essercizii. (Francesco Puccinotti)
  • In Erasistrato [...] deve la Storia riconoscere l'ultimo prezioso anello storico della medicina Greca, che sia rimasto immune in Alessandria dai vizii Peripatetici ed Empirici: il solo anello che va a rannodarsi colla medicina occidentale de' Latini e prosegue sino a Galeno: il solo anello nel quale la medicina greca si riserbò ad imprimere un effigie sistematica dell'elemento meccanico della scienza, le di cui vaste significazioni ed attinenze d'accordo colla ampiezza e perfezione dell'anatomia, più che le passate età dovrà fra non molto apprezzare la nostra. (Francesco Puccinotti)
  • Niuno fu meglio che Erasistrato sostenitore della greca semplicità Terapeutica introdotta da Ippocrate, e per tanto il vero salvatore della bontà fondamentale della medicina d'occidente fu egli solo. Mentre gli Erofilei[1] e gli Empirici e l'immensa turba de' Periodeuti non facevano che adulare la falsa materia medica d'oriente, mischiandosi con essa, a vituperio e perdita irreparabile della scienza. Erasistrato contro tali fanatici ricercatori di specifici dimostrava nel suo pratico essercizio, e nel suo libro De Salubribus, che nel regime Dietetico, nell'uso della tisana, dei bagni, de' clisteri, degli emetici, delle frizioni e della ginnastica, ed in alcuni mezzi meccanici adoperati dalla Chirurgia racchiudevasi la sola e vera potenza medicatrice umana: il resto era illusione o ciurmeria. E i mutamenti salutari che non potevano essere l'effetto di meccaniche azioni impiegate dall'arte e per i quali sanavansi le malattie, attribuiva anch'egli all'artefice natura. (Francesco Puccinotti)

NoteModifica

  1. a b Seguaci del medico greco-ellenista Eròfilo, fondatore, insieme ad Erasìstrato, della scuola medica di Alessandria d'Egitto.

Altri progettiModifica