Apri il menu principale

Desperate Housewives (ottava stagione)

lista di episodi della ottava stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Desperate Housewives.

Indice

Desperate Housewives, ottava stagione.

Episodio 1, Un segreto sepoltoModifica

FrasiModifica

  • Solo le migliori amiche si fermano fino a tardi, quando la festa è finita, per aiutare a sistemare. A ripulire il dolore di una coscienza colpevole, a raccogliere i pezzo di un matrimonio andato in frantumi, a spazzare via la solitudine per un segreto che non si può rivelare. Sì, è bello avere delle amiche che ti aiutano a sistemare, ma ogni casalinga sa che appena rimessa a posto una cosa subito ce n'è un'altra di cui occuparsi... e ci si ritrova esattamente al punto da cui si era partiti. (Mary Alice)

Episodio 2, Stabilire un legameModifica

FrasiModifica

  • Sì, nel mondo chiuso dei sobborghi, tutti cercano un modo per creare un legame. Alcuni lo cercano concentrandosi su un bene più grande, altri lo fanno rivelando di avere un passato in comune, altri condividendo pene che nessun altro può lenire. Poi ci sono quelli che hanno voluto un legame dal quale ora cercano disperatamente di fuggire. (Mary Alice)

Episodio 4, Lezioni scolasticheModifica

FrasiModifica

  • Sì, spesso impariamo le lezioni più importanti fuori dalla classe: la dolorosa scoperta di una relazione; il pesante prezzo di un'autorità troppo impegnativa; la triste rivelazione che i colori della vita non sono sempre nelle tonalità del rosa. Poi ci sono quelli che rifiutano di accettare queste importanti lezioni e aspettano soltanto l'occasione di poter essere loro a dare una lezione. (Mary Alice)

Episodio 5, Regole di convivenzaModifica

FrasiModifica

  • Tom e Lynette Scavo avevano seguito poche semplici regole: condividere sempre i lavori in casa, mai sprecare l'acqua calda, e mai e poi mai andare a letto arrabbiati. (Mary Alice)
  • Tom e Lynette stavano imparando le regole della separazione, la prima regola? [...] Non ci sono regole. (Mary Alice)
  • Sì, forse pensiamo che siamo tutti destinati a interpretare certi ruoli ma a volte quei ruoli possono cambiare inaspettatamente. Uno studente nervoso potrebbe scoprire una fiducia non dichiarata, una moglie di vecchia data potrebbe affrontare una nuova dura realtà, una madre indaffarata potrebbe scoprire che la sua attenzione è necessaria altrove e una donna che si sforzava di fare qualcosa di buono potrebbe ritrovarsi a interpretare un ruolo molto più grande di quanto immaginasse. (Mary Alice)

Episodio 6, ParanoiaModifica

FrasiModifica

  • Paranoia, è la paura irrazionale che qualcuno ci segua. La paura di essere scoperti da un momento all'altro. La paranoia può aggredirci alle spalle, facendoci inciampare a ogni angolo e quando crediamo di essere al sicuro, e che il pericolo sia passato, la paranoia ci ricorda che non siamo mai veramente al sicuro. Paranoia, è la paura irrazionale che qualcuno ci segua e quando speriamo che non sia reale può comunque spaventarci a morte. (Mary Alice)

Episodio 7, Inquietanti segretiModifica

FrasiModifica

  • Sì, tutti cerchiamo qualcosa su cui esercitare il controllo. Magari vogliamo fare in modo di cancellare le tracce di un segreto inquietante, o cancellare il dolore dell'abbandono, o cancellare gli errori dei nostri figli. Ma a volte, l'unico modo per cambiare la nostra vita è lasciarsi andare completamente, non importa a quale prezzo. (Mary Alice)

Episodio 8, DebolezzeModifica

FrasiModifica

  • Sì, arriva il momento in cui dobbiamo affrontare le nostre debolezze: quando i nostri segreti non possono più rimanere privati; quando la nostra solitudine non può più essere negata; quando la nostra sofferenza non può più essere ignorata. Ma a volte ci sentiamo talmente soli, che una debolezza che pensavamo di aver sconfitto a un tratto diventa troppo forte per combatterla. (Mary Alice)

DialoghiModifica

  • Bree: Susan, questa non è arte, è una confessione illustrata!
    Gabrielle: È come un libro per bambini: ecco Dick e Jane, Jane uccide Dick, Jane sotterra Dick, corri Jane, corri!

Episodio 10, Sensi di colpaModifica

FrasiModifica

  • Dover mantenere un segreto può farci sentire soli, per questo tutti cerchiamo qualcuno con cui confidarci. Un alleato che ci possa capire, un consigliere di cui fidarci, un amico che non ci giudicherà mai. Sì, a tutti noi serve aiuto per nascondere le verità più oscure della nostra vita, perché non appena racconti un segreto, un altro è probabile che appaia. (Mary Alice)

Episodio 11, I veri amiciModifica

FrasiModifica

  • È sempre facile capire chi è nostro amico. Ci sono quelli che ci dicono quando sembriamo ridicoli, o quando ci stiamo solo illudendo, o quando stiamo esagerando... Ma solo gli amici migliori, ti diranno la verità, anche quando sanno che ne sarai, turbato. (Mary Alice)
  • Sì, i migliori amici sono quelli che ti dicono la verità, anche se può non essere una cosa piacevole ammettere la verità: ammettere che abbiamo ancora tanto da imparare, che a volte dobbiamo chiedere aiuto, che forse non stiamo riconoscendo un'occasione d'oro. Sì, accettare la verità può spesso condurci su una strada diversa, ma non sappiamo mai dove questa strada ci porterà o chi ci sta guardando. (Mary Alice)

Episodio 12, Relazioni sbagliateModifica

FrasiModifica

  • Sì, nella vita di ogni casalinga arriva il momento di rinnovare tutto, per liberarsi per sempre di un ricordo per farla finita con una relazione un tempo felice, o per operare i cambiamenti necessari per prepararsi a una nuova relazione. Ma se bene una casalinga riesca ad accettare il modo in cui la sua vita sta cambiando, le persone del vicinato potrebbero pensarla diversamente. (Mary Alice)

Episodio 13, È questo quello che chiami amore?Modifica

FrasiModifica

  • Sì, l'amore può far venir fuori il meglio di noi: la fiducia di andare avanti, il coraggio di dire la verità, la forza di continuare a sperare. Ma a volte quello che ci sorprende di più non è quello che l'amore può far venir fuori, ma chi può far tornare. (Mary Alice)

Episodio 14, Una nuova vitaModifica

FrasiModifica

  • Hai ragione, non sono pronto per una cosa del genere, non ho soldi sul mio conto e non ho idea di come scrivere un curriculum. Si qualche giorno fà non m'importava, ma ora non riesco a pensare ad altro! Troverò un lavoro, frequanterò dei corsi. Farò tutto ciò che è necessario. La mia vita è già cambiata, non è ancora nata e non posso credere quanto io muoia dalla voglia di vederla! Mamma le voglio bene! Per davvero! (Porter) [a Lynette]
  • Lynette Scavo aveva scoperto il lato positivo della separazione. La custodia congiunta per tre magnifici giorni a settimana, non c'erano bambini da accudire, nessuno a cui dare il buon esempio. E un sacco di tempo per fare ginnastica. Ma Lynette si era dimenticata che, quando si è madri, si può scappare, ma non ci si può mai... nascondere. (Mary Alice)

DialoghiModifica

  • Lynette: Ciao ragazzi! Che cosa succede?
    Porter: Niente. Non ci serve un motivo per portare dei fiori alla donna che ci ha fatto nascere!
    Lynette: Borse? Che cosa sono quelle borse?
    Porter: Ok, abbiamo avuto una piccola discussione col proprietario di casa e ci ha... sfrattati.
    Lynette: No, no, no! Andatevene! Non ci pensate proprio a tornare qui!
    Preston: Mamma, avanti...
    Lynette: C'ho messo 18 anni a farvi andare via da casa e non se ne parla neanche di farvi tornare.
    Porter: Ok, mamma. Abbiamo capito.
    Preston: Già, dobbiamo imparare a vivere da soli.
    Lynette: No.
    Preston: Avanti! Solo per una settimana.
    Lynette: No, vi conosco ragazzi. Una settimana diventa un anno. Un anno, diventano 20. E alla fine, staccherete l'ossigeno dicendo: "È quello che mamma avrebbe voluto"!
  • Porter: Facci entrare. Siamo i figli di un divorzio.
    Lynette: Esatto. Papà è tutto vostro!
    Porter: Ma noi vogliamo più bene a te.
    Lynette: Non ci provate neanche!
    Preston: No, davvero, papà ha quella stupida ragazza.
    Porter: Ed è stato ingiusto con te!
    Lynette: Mi ha convinta lo "stupida ragazza".
  • Porter: Signora Delfino?
    Susan: Porter, silenzio! Non voglio che Julie sappia che sono qui!
    Porter: Perché no?
    Susan: Si deve incontrare con un ragazzo, devo scoprire chi è...
    Julie: Ehi, Porter?! Da questa parte!... Mamma?
    Susan: Oh mio Dio! Sei tu! Porter Scavo è il padre di mia nipote!

Episodio 15, Lei ha bisogno di meModifica

FrasiModifica

  • Si, ci sono momenti in cui tutti noi vorremmo un piccolo aiuto: quando la nostra generosità viene ripagata con la crudeltà, quando il nostro comportamento è denso di rimpianti, e quando il nostro futuro diventa terribilmente incerto. Ma poi c'è chi va oltre al concetto di "aiuto" e sulla propria scia non lascia altro che distruzione. (Mary Alice)
  • Quando tu ami una persona e l'hai amata per tanto tempo, diventi pigro, immagini che lei lo sappia e smetti di ripeterglielo, di dimostrarglielo: Ma quando sai che la perderai presto e che non potrà più esserci per sentirtelo dire, il tuo unico pensiero è ripeterglielo ogni secondo di ogni giorno. (Roy)

Episodio 16, Fatti scontatiModifica

FrasiModifica

  • Consideriamo il dono della vita come un fatto scontato, se solo potessimo rallentare le cose... perché prima che tu te ne accorga, il dono non c'è più. (Mary Alice)
  • [Bree si rifiuta di praticare l'eutanasia su Karen McCluskey] No, non posso ucciderti oggi! Ho Pilates.

Episodio 17, Amore e morteModifica

FrasiModifica

  • Ti amo una volta, te ne amo anche dieci... ti amo molto più di pasta e ceci. (Mike) [a Susan]
  • Sì, la morte ci porta via le persone ma ci dà anche qualcosa, ci insegna che cos'è veramente importante, come dare qualcosa in cambio dopo aver preso per tutta una vita, come non perdere qualcuno che non avremmo mai dovuto lasciar andar via o come guardare indietro a ciò che c'ha fatto diventare come siamo. Ma, a volte, le lezioni imparate dopo la morte di qualcuno non sono quelle che ci aspettavamo. (Mary Alice)

DialoghiModifica

  • Mj: Dove andiamo quando moriamo?
    Susan: Be', lo sai... andiamo in paradiso!
    Mj: Lo so, ma ci vanno tutti?
    Susan: Tutti quelli che conosci tu, andranno in paradiso.
    Mj: E gli animali?
    Susan: Anche gli animali vanno in paradiso.
    Mj: E gli insetti?
    Susan: Gli insetti sono fastidiosi. Non li vogliamo gli insetti in paradiso.
    Mj: E gli animali che mangiano gli insetti? Non morirebbero di fame?
    Susan: Hai ragione. Ci sono gli insetti in paradiso.
    Mj: Ma se tutte le persone, tutti gli animali e tutti gli insetti vanno in paradiso... non sarà un po' affollato?
    Susan: No, tesoro. Il paradiso è perfetto.
    Mj: In che modo è perfetto? Cioè, com'è fatto?
    Susan: Vuoi rispondere tu?
    Mike: Piccolo... questo è il paradiso.
    Mj: Davvero?
    Mike: Certo. Star seduto con le persone che più ami al mondo... a mangiare un doppio cheeseburger con le patatine. Deve essere questo il paradiso. Sai cos'altro è il paradiso? Quel posto dove peschiamo.
    Mj: Vicino alle cascate?
    Mike: Già, è il paradiso. E noi che guardiamo il football assieme mentre mamma ci porta uno spuntino.
    Mj: Anche quello è il paradiso?
    Mike: Se il paradiso è il più felice dei posti possibili, per te quei posti non sono tali?
  • [Bree da bambina entra nella cucina di casa e vede la madre che prepara una torta]
    Madre di Bree: Bree!
    Bree: Che cosa prepari?
    Madre di Bree: Torta al miele e noci. La preferita di tuo padre.
    Bree: Ti aiuto, vuoi?
    Madre di Bree: La torta è pronta, ma... Ti posso insegnare a montare la panna. [Bree si siede]
    Madre di Bree: Certo, ti dovrei insegnare tante altre cose prima.
    Bree: Quali cose?
    Madre di Bree: Be', come diventare una donna, è la lezione più importante che io ti possa dare, tesoro. Quando la panna diventa densa, sbatti più veloce.
    Bree: Perché, non divento una donna solo crescendo?
    Madre di Bree: Ho, no, Bree, sei troppo giovane per capire alcune cose. Ma... sei grande abbastanza per sapere della "maschera".
    Bree: La maschera?
    Madre di Bree: Così la chiamava mia madre. È la faccia che indossi quando non vuoi che le persone sappiano che cosa provi. Tutte le donne ben educate nascondono le loro emozioni, è molto utile, soprattutto con gli uomini.
    Bree: Perché?
    Madre di Bree: Be', se un uomo sa cosa pensi ha potere su di te! Per esempio, se un uomo sa quanto lo ami... lo darà per scontato. Ti ferirà. Tranquillamente... crudelmente... costantemente.
    Bree: Papà lo sa che tu lo ami?
    Madre di Bree: Sì. Gli ho detto molte volte che non posso vivere senza di lui.
    Bree: Se sei così arrabbiata con lui, perché gli prepari la torta?
    Madre di Bree: Perché dopo tanti anni ho dimenticato come indossare la mia maschera, così ora devo fare delle cose per distrarlo, cara. Come la torta. Quando la sfornerò, sarà così eccitato che non farà caso alla devastazione nei miei occhi.
    Bree: Devastazione?
    Madre di Bree [Annuendo]: è un'emozione. Come quella che provi quando un'amica ti chiama per dirti che la Lesavre di tuo marito è stata vista nel parcheggio di un motel vicino alla Bonvie della sua segretaria. Prova un po' la maschera. [Bree sorride] Oh no, così è troppo tesoro, ti serve solo un accenno di sorriso. [Bree fa un sorriso accentuato] Perfetto! Con un espressione così nessuno saprà cosa stai pensando veramente.
    Bree: E allora avrò il potere sugli uomini?
    Madre di Bree: Ah, lo spero per te. [Bree sorride compiaciuta per quello che ha appena imparato]

Episodio 18, OccasioniModifica

FrasiModifica

  • Sì, nella vita quando vediamo un'occasione dobbiamo coglierla al volo. Che sia la speranza di riconquistare l'amore della propria vita. Un'occasione per farci valere. O la possibilità di mostrare a un bambino la retta via. Ma a volte, quando rispondiamo alla chiamata, non abbiamo idea di quale sia l'occasione che ci aspetta. (Mary Alice)

Episodio 19, Risvolti inaspettatiModifica

FrasiModifica

  • Sì, nella vita tutti noi facciamo dei piani ma alcune volte non vanno come ci aspettavamo. Nel tentativo di essere d'aiuto, potremmo danneggiare un rapporto. Nel tentativo di riappacificarci, rischiamo di spingere qualcuno ancora più lontano da noi. Scavando nel passato, possiamo arricchire il nostro presente. Ma poi ci sono persone che rifiutano di abbandonare i loro piani, nonostante stiano prendendo una brutta piega. (Mary Alice)

DialoghiModifica

  • Gabrielle: Non puoi vestirti da suora o gli affari vanno in malora.
    Carlos: Gaby?!
    Gabrielle: Devi muovere il sedere, se la grana vuoi vedere.
    Carlos: Gaby?!
    Gabrielle: E per piazzar le offerte devi mostrar le...
    Carlos: Gaby?! Ho capito!
    Gabrielle: Che peccato, ne avevo un'altra quindicina.

Episodio 20, Poteri e segretiModifica

FrasiModifica

  • Sì, non è facile fare a meno del potere, ammettere che potremmo avere bisogno dell'aiuto di amici e vicini, accettare che la persona che amiamo sappia che cosa è meglio per noi, rinunciare alla nostra correttezza per un progetto un po' meno onesto. Ma per alcuni, il potere più difficile a cui rinunciare è il potere di controllare i propri desideri. (Mary Alice)

Episodio 23, Fine della storiaModifica

FrasiModifica

  • C'è un detto: "Sai di aver raggiunto la mezza età quando i ricordi diventano più importanti dei sogni". E io ho dei meravigliosi ricordi... di Mike, e di voi ragazzi che crescete... tutti i tuoi amici sulla via... So che se mi sentirò triste e sola, potrò avvolgermi in tutti quei ricordi... e sarò felice. (Susan)
  • Renèe e Ben, quello del matrimonio è il giorno più bello della vostra vita, perché oggi vi renderete conto che finalmente avete ciò che vi serve per essere felici, ma lo dimenticherete, e quello che succederà dopo sarà che invece di svegliarvi ogni mattina ed esclamare "Qualcuno mi ama!", inizierete a guardarvi intorno e penserete "Che cosa voglio adesso, qual è un'altra cosa che mi serve per essere felice". Allora cercherete e cercherete e a volte penserete di averla trovata, ma vedrete che non funziona e il motivo per cui non funziona è perché, quel vuoto nel cuore che cercate di riempire è già riempito, l'avete solo dimenticato. Non dovete dimenticarlo mai ricordate sempre quanto volevate essere amati e quanto adesso qualcuno vi ama. Se riuscirete veramente a farlo e non è tanto facile, smetterete di cercare e capirete che lo siete già felici! A Renèe e Ben e al non dimenticare, Auguri! (Lynette) [Bisbiglia a Tom "Ti amo"]
  • Era una promessa fatta in tutta sincerità, ma purtroppo non sarebbe stato così. Lynette e Tom Scavo lasciarono il quartiere quattro settimane dopo. Si trasferirono a New York, dove Lynette provò la gioia di essere direttore generale. Lei e Tom comprarono presto un attico con vista su Central Park, dove anni dopo avrebbero portato a giocare i loro nipoti e li avrebbero sgridati. Gabrielle e Carlos Solis lasciarono il quartiere l'anno seguente, dopo che lui l'aveva aiutata a sviluppare una propria pagina web per lo shopping, che aveva portato Gabrielle ad avere un suo show sul canale dell'home shopping. Comprarono una residenza in California, dove continuarono a discutere felicemente. Due anni dopo, Bree e il suo nuovo marito lasciarono Fairview. Si trasferirono a Louisville dove Bree entrò in un partito di donne conservatrici. Trip la incoraggiò ad entrare in politica, nel novembre successivo Bree fu eletta nell'assemblea legislativa dello stato del Kentucky. Ma Susan Delfino fu la prima a lasciare Wisteria Lane, ed ecco come andò. (Mary Alice)

ExplicitModifica

Quando Susan lasciò la sua casa ebbe la sensazione di essere osservata, e lo era. I fantasmi delle persone che avevano fatto parte di Wisteria Lane la stavano guardando mentre passava. La guardavano, come guardano chiunque altro, nella continua speranza che i vivi riescano a mettere da parte la rabbia e il dolore, l'amarezza e i rimpianti. I fantasmi osservano, cercando di far ricordare alle persone che anche la vita più disperata è una cosa meravigliosa... Ma solo pochi fortunati si rendono conto del dono che hanno ricevuto. La maggior parte delle persone va avanti, giorno dopo giorno, cercando invano di mantenere dei segreti che non potranno mai rimanere nascosti. (Mary Alice)

Altri progettiModifica