David Gerrold

scrittore statunitense

David Gerrold (1944 – vivente), scrittore statunitense.

David Gerrold

Incipit di alcune opereModifica

Il giorno della vendettaModifica

«Sta' fermo!» dissi a bassa voce.
«Eh?» Il ragazzo avanzò rumorosamente in mezzo ai cespugli.
«E sta' zitto!»
Lo spider era uno sferoide sostenuto da sei gambe mobili, alto il doppio di me e sembrava disorientato. Si era fermato in mezzo al prato e si voltava indeciso prima da una parte e poi dall'altra. Non ci aveva ancora visti, ma continuava a muovere incessantemente avanti e indietro gli occhi neri, per captare un qualsiasi movimento. Stava cercando la causa del rumore, l'avevamo colto di sorpresa. Mi chiedevo se saremmo riusciti a scomparire di nuovo in mezzo ai cespugli senza farci notare. Da solo avrei potuto farcela...

Il ritorno degli ChtorrModifica

CHTORR (ktor) s.inv. 1. Nome del pianeta che presumibilmente dista trenta anni luce dalla Terra. 2. Sistema stellare di cui fa parte il pianeta; probabilmente una gigantesca stella rossa a tutt'oggi non identificata. 3. Specie dominante sul pianeta. 4. Voce dotta, uno o più membri della specie dominante sul pianeta Chtorr: uno chtorr, lo chtorr (vedi CHTOR-RAN). 5. Grido gutturale di uno chtorr.

CHTOR-RAN (ktorran) agg. 1. Di, o relativo al pianeta o al sistema stellare Chtorr. 2. Originario di Chtorr. /s.inv. 1. Qualsiasi creatura originaria di Chtorr. 2. Nell'uso comune, membro della specie dominante, la forma di vita (presumibilmente) intelligente di Chtorr (pl. CHTOR-RAN).

L'ombra dell'astronaveModifica

Il razzo ha reso possibile i voli spaziali, il Warp li ha resi pratici. (Da B. White, Trattato di economia interstellare.)

Il Warp non ha relazioni con lo spazio normale. È una bolla di iperspazio, una specie di universo in miniatura. All'interno di esso una astronave obbedisce ancora alle leggi note della fisica, ma è totalmente separata dal resto dell'universo. (Da G. Ferris, Manuale di navigazione iperspaziale.)

Come all'interno di un'astronave un uomo può muoversi o restare immobile, così, all'interno di un Warp, può muoversi o restare immobile un'astronave. Ciò che conta ai fini della navigazione è la velocità del Warp stesso. Pertanto non è esatto dire che un'astronave, oggi, può superare la velocità della luce. Ciò che supera la velocità della luce è soltanto il Warp. (Da G. Ferris, op.cit.)

Warp, sostantivo. È la distorsione spaziale, o bolla di iperspazio, in cui si chiude un'astronave uscendo dallo spazio normale. Usato come verbo, nella corrente terminologia di bordo Warp significa entrare nella bolla, mentre Unwarp significa uscire e Rewarp rientrare nella bolla stessa. (Da Th. McCallum, Nuovo dizionario di astronautica.)

La guerra contro gli ChtorrModifica

Chtorr (ktor) s.inv. 1. Nome del pianeta che presumibilmente dista trenta anni luce dalla Terra. 2. Sistema stellare di cui fa parte il pianeta; gigantesca stella rossa a tutt'oggi non identificata. 3. Specie dominante sul pianeta. 4. Voce dotta, uno o più membri della suddetta specie: uno chtorr, gli chtorr (vedi chtorran). 5. Grido gutturale emesso da un membro della suddetta specie.

Chtorran (ktorran) agg. 1. Di, o relativo al pianeta o al sistema stellare Chtorr. 2. Originario di Chtorr. s.inv. 1. Qualsiasi creatura originaria di Chtorr. 3. [sic] Nell'uso comune membro della specie dominante, la forma di vita (presumibilmente) intelligente di Chtorr (pl. CHTOR-RAN).

Dal Random House Dictionary
della lingua inglese
edizione del 21° secolo
riveduta e corretta[1]

NoteModifica

  1. Stesso incipit anche per L'anno del massacro.

BibliografiaModifica

  • David Gerrold, Il ritorno degli Chtorr, traduzione di Claudia Verpelli e Silvia Lalia, Mondadori, 1993.
  • David Gerrold, L'ombra dell'astronave, traduzione di Marco e Dida Paggi, in "Millemondiestate", Mondadori, 1996.
  • David Gerrold, La guerra contro gli Chtorr, traduzione di Claudia Verpelli e Silvia Lalia, Mondadori, 2007. ISBN 9788804571551

Altri progettiModifica