Dīmītrios Salachas

vescovo cattolico greco

Dīmītrios Salachas (1939 – vivente), vescovo greco.

Dīmītrios Salachas

Citazioni di Dīmītrios SalachasModifica

  • Per la Chiesa ortodossa di Grecia, tradizionalmente conservatrice, la storia dei secoli passati – dalle crociate alla caduta di Costantinopoli (1453) –, pesa ancora sulla sensibilità nazionale e religiosa e l'opinione pubblica, intenzionalmente sostenuta e nutrita da alcuni ambienti conservativi, ecclesiastici, politici e monastici, conserva così i secolari pregiudizi; ciò rallenta gli sforzi lodevoli di un considerevole numero di altri ambienti aperti al dialogo per costruire oggi una nuova storia di riconciliazione tra i cristiani divisi per colpa di epoche e di uomini. Pertanto la Chiesa ortodossa in Grecia – un paese ormai pienamente inserito nell'Unione Europea – è chiamata, come le altre Chiese e confessioni cristiane in Europa, a collaborare per conservare le radici cristiane del continente e affrontare i problemi pastorali comuni, come le sfide della secolarizzazione, dell'indifferentismo religioso, della globalizzazione e della massiccia mobilità dei popoli. Un "ecumenismo" pratico ed esistenziale sarà inevitabile, a prescindere dalle differenze teologiche e dai ricordi della storia.[1]

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Giovanni Patriarca, La Grecia, una seconda casa per i cattolici di rito bizantino in fuga, it.zenit.org, 4 settembre 2009.

Altri progettiModifica