Christian Raimo

scrittore e traduttore italiano

Christian Raimo (1975 – vivente), scrittore, traduttore e insegnante italiano.

Citazioni di Christian RaimoModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [A proposito della retorica di Matteo Salvini] "Ruspa!" è la versione che mette insieme il me ne frego fascista e il vaffa grillino, riuscendo ad accumulare l'energia malsana dell'antipolitica in una parola d'ordine che non è nemmeno uno slogan ma un singulto primitivo.[1]
  • Salvini a Pontida ha voluto far andare in scena la rappresentazione di uno pseudoeuropeismo autoritario se non fascista, che si richiama a Vladimir Putin, Viktor Orbán e ai populisti danesi appena reduci dal successo alle elezioni. E poi ha declinato il tutto secondo una versione nostrana: il ruspismo. Un analfabetismo culturale rivendicato che è davvero pericoloso sottovalutare.[1]
  • [A proposito del Family Day del 30 gennaio 2016 a Roma] La tutela dei valori tradizionali, di una famiglia composta da una mamma e da un papà non può essere letta anche come la reazione alla distruzione dello stato sociale? La piazza antiCirinnà non può essere allora interpretata al pari di altri populismi contemporanei anche come l'espressione di un ceto medio impoverito e impaurito che cerca nel baluardo della famiglia tradizionale anche una protezione sociale?[2]
  • [Su Dalla vostra parte] Mi sembra una meravigliosa trasmissione per il 1930.[3]
  • Io non sono "buonista." A me Sallusti e Belpietro stanno profondamente sulle balle, ho un odio profondo nei confronti del fascismo e di chi in qualche modo è comodamente fascista. [...] è giusto essere molto stronzi nei confronti di certe persone — non essendo insultanti ma usando altre armi: l'ironia, il sarcasmo, il dileggio.[4]
  • Non ho mai festeggiato per la galera a qualcuno. Per me l'ergastolo andrebbe abolito, per me andrebbero abolite le galere.[5]
  • [Sul dibattito parlamentare del 20 agosto 2019 a proposito della crisi del Governo Conte] L'impressione agghiacciante è che quello che si è visto ieri in senato è stato uno spettacolo che ha mostrato l’incredibile mediocrità della nostra classe politica, quella che abbiamo votato, quella che di rappresenta. A un certo punto nemmeno il gusto del trash, dell’esibizione della rissa verbale da bar è riuscita a essere più appassionante, e ci ha consegnato una noia di retoriche così viete, sgrammaticate, usurate, da farci venir voglia non di cambiare governo, paese, politica, ma semplicemente canale.[6]
  • [Sul dibattito parlamentare del 20 agosto 2019 a proposito della crisi del Governo Conte] [...] Salvini è un ragazzone goffo che sbraita. Ieri con la telecamera fissa che non poteva usare a proprio uso, una claque ridotta ai suoi leghisti ancora parzialmente incantati, il suo eloquio che mischia aggressività a passivo-aggressività era non solo rivoltante come al solito e più del solito, ma terribilmente noioso, inceppato, affannato. L’epifania della mediocrità assoluta del personaggio che si è costruito (la maschera ghignante era l’unica cosa che copriva l’inettitudine brutale di un politico incompetente, fannullone, confusionario, privo di cultura istituzionale e politica, privo proprio di quel buonsenso che rivendica come proprio oriente morale) ha gettato un fascio di luce enorme sulla viltà e la scarsezza oltre della classe politica per intero, anche dei contropoteri come quello dei giornalisti.[7]

NoteModifica

  1. a b Da L'analfabetismo politico di Matteo Salvini, internazionale.it, 22 giugno 2015
  2. Da È necessario un confronto su Chiesa e omosessualità, internazionale.it, 2 febbraio 2016.
  3. Visibile al minuto 01:05 di Il mio scontro di ieri sera con @christianraimo, Twitter.com, 29 agosto 2017.
  4. Citato in Leonardo Bianchi, Combattere i populisti a casa loro funziona davvero?, Vice.com, 30 agosto 2017.
  5. Da facebook; citato in Christian Raimo: Ho firmato quattordici anni fa un appello per la liberazione di Cesare Battisti, AgenPress.it, 13 gennaio 2019.
  6. Da Una vile classe politica, minimaetmoralia.it, 21 agosto 2019.
  7. Da Una vile classe politica, minimaetmoralia.it, 21 agosto 2019.

Altri progettiModifica