Apri il menu principale

Carmen Covito

scrittrice italiana

Carmen Covito (1948 – vivente), scrittrice italiana.

  • Lo stupro è proprio di un'idea maschile di vendetta. Una donna, se vuole vendicarsi, ti ignora. (dall'intervista a Il Giorno dell'11 gennaio 1994)
LibriAlice, 30 gennaio 1998
  • Tutto sommato siamo tutti clandestini nel mondo.
  • Io credo di fare del realismo, solo che faccio del realismo con i mezzi adatti alla realtà contemporanea.
  • La responsabilità non è dello strumento, ma di chi lo utilizza.

Incipit di alcune opereModifica

Benvenuti in questo ambienteModifica

Non basta poter dare del tu a chiunque:
dobbiamo rivendicare la possibilità
di dare dell'io a qualcun altro.

Luther Blissett[1]

<Benvenuti in questo ambiente.
<Se conoscete già tutte le opzioni, andate pure alla pagina successiva. Se invece mi incontrate per la prima volta, sarà per me un piacere accompagnarvi e assistervi. Sono qui per questo. Anzi, è tutta la mia vita :-).
<Dicevo per dire, no? Ho in dotazione un senso dell'umorismo standard. Dispongo anche di: frivolezza, serietà, sentimento medio e medio-alto.
<Io sono il vostro Agente.
<Prego digitare la prima richiesta.>

<Mbe'? Ce la diamo, una mossa? Altrimenti io me ne torno in pausa.>

[Carmen Covito, Benvenuti in questo ambiente, Bompiani]

Scheletri senza armadioModifica

Lo spiazzo del parcheggio, punteggiato di olivi sotto una luna esageratamente saltellante nel cielo, era già mezzo vuoto. Troppo tardi, saranno già tornati a casa, gli altri, senza aspettarla, senza ricordarsi di lei: e adesso? Serenella inciampò sui tacchi a spillo, barcollò, si appoggiò appena in tempo alla fiancata di una macchina bianca, pensò che era destino: troppo tardi per tutto. E c'era anche un odore strano, sgradevolissimo, una puzza come whisky e benzina mescolati. Qualche cosa si mosse dietro un albero. Nella penombra le sembrò di vedere la figura emaciata di Alexeij Sapuskal. Ma sì, era proprio lui. Stava curvo, sembrava che innaffiasse qualcosa sul terreno da una bottiglia che teneva in mano. Oddio: completamente ubriaco, quella povera stella.

[Carmen Covito, Scheletri senza armadio, La Tartaruga edizioni]

NoteModifica

  1. Mind invaders, Castelvecchi.

Altri progettiModifica