Apri il menu principale

Arcangelo Ghisleri

geografo, politico e giornalista italiano

Citazioni di Arcangelo GhisleriModifica

  • Per lo studio da me fatto sull'argomento sotto vari aspetti, checché fantastichino e scrivano gli infatuati e i colonizzatori dell'erudizione improvvisata, crediamo di poter escludere assolutamente l'illusione che la Tripolitania possa mai diventare per i contadini italiani una "colonia di popolamento".[1]

Incipit di Le razze umane e il diritto nella questione colonialeModifica

In Italia si discute poco, perché poco si studia, e poco si studia e si pensa perché il pensiero in sè non ha valore di stima sul mercato della pubblica opinione. Noi non abbiamo alcun grande giornale, né una rivista, la quale sia davvero ecclettica, o, almeno, così tollerante, da accogliere ed anzi desiderare il parere degli studiosi e dei pensatori, anche se solitari o avversi alle consorterie di classe, di partito, di governo. Diremo di più: il pensiero è merce sospetta: un delinquente volgare, un fallito doloso, un condannato per falso o per truffa, è guardato in società con minore diffidenza che non sia il pensatore.

NoteModifica

  1. Da Tripolitania e Cirenaica dal Mediterraneo al Sahara, Società Editoriale Italiana – Istituto Italiano d'Arti Grafiche, Milano-Bergamo, 1912, p. 99.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica