Anthony Powell

scrittore britannico

Anthony Dymoke Powell (1905 – 2000), scrittore britannico.

Anthony Powell

Citazioni di Anthony PowellModifica

  • Invecchiare è come scontare una pena crescente per un crimine che non si è commesso.[1]
  • Si è innamorato di se stesso a prima vista ed è una passione alla quale è sempre rimasto fedele.[2]
  • Tutte le donne si sentono stimolate dalla notizia che una moglie ha abbandonato il marito.[3]

Incipit di Paesaggio e morteModifica

La macchina avanzava incerta lungo il viale di accesso alla casa, attraverso le strisce di luce che, penetrando tra i tronchi degli alberi, segnavano obliquamente sulla ghiaia l'ombra dei tigli. Era una grossa automobile blu cobalto, si ergeva alta sulle ruote, e la marca sul cofano ricordava una fabbrica fallita e dimenticata.[4]

NoteModifica

  1. Da Temporary Kings, cap. 1, Heinemann, Londra, 1973.
  2. Da Un mondo da accettare, p. 34.
  3. Da Un mondo da accettare, p. 149.
  4. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

BibliografiaModifica

  • Anthony Powell, Un mondo da accettare, traduzione di Chiara Vatteroni, Fazi, Roma, 2002.

Altri progettiModifica