Andrea Iannone

pilota motociclistico italiano

Andrea Iannone (1989 – vivente), pilota motociclistico italiano.

Andrea Iannone nel 2016

Citazioni di Andrea Iannone

modifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [In riferimento ai quattro anni di squalifica per doping] C'è chi crede ancora in me ed è bello. Non penso di dover avere un'altra chance, ma di riprendermi il mio: un'altra chance si dà a chi è colpevole o ha compiuto un reato. Io non sono tra questi.[1]
  • [In riferimento ai quattro anni di squalifica per doping] L'idea di non tornare non è mai stata presa in considerazione. In questi anni mi sono reso conto che la fiamma per la velocità è sempre stata accesa. E quando ho fatto il primo giro nei test a Jerez di settimana scorsa sotto il casco ridevo, ridevo da solo come un bimbo che ha appena fatto una marachella. E sono rimasto poi sorpreso dalla mia prestazione.[2]
  • [In riferimento ai quattro anni di squalifica per doping, «qualcosa sarà pur cambiato in lei dal 2019?»] La consapevolezza che la tua vita può cambiare da un momento all'altro. È stata una grande lezione, nessuno la capisce finché non gli capita. Pensiamo sempre che possa capitare agli altri. Io di base sono un romantico ottimista, mi dà energia. Però tutto può cambiare, l'ho sperimentato.[3]
  • [«Lei è un tipo geloso nei rapporti di coppia?»] No. Sono geloso solo della moto. Non do la mia moto e non la chiedo in prestito.[3]
  • Sto disimparando a usare il cellulare ed è una figata. Ci sono giorni in cui lo lascio a casa, vado in ufficio, mi alleno, vedo amici, torno e scopro chi mi ha cercato. Se è importante richiamo, altrimenti lascio perdere. Insomma, vivo. Sono stufo della negatività dei social: guerre, violenze, rabbia, invidie. Non ho voglia di inquinarmi con cose che non dipendono da me.[4]

Angelo Pannofino, iconmagazine.it, 21 luglio 2023.

  • [In riferimento ai quattro anni di squalifica per doping] Non è stato facile ma sono riuscito a trovare presto la mia serenità. Dal "giorno uno" mi sono rimboccato le maniche e ho lavorato su tanti fronti, un po' anche per far passare il tempo. Non mi sono mai soffermato su quella roba là, se no sarebbe stato difficile uscirne, perché è una cosa che, se ci pensi... Insomma, devi trovare la chiave psicologica. È come quando fai una brutta gara: vorresti subito farne un'altra e, se non puoi, torni a casa e ti alleni come un pazzo per non pensarci, per motivarti e arrivare alla gara successiva ancora più carico. È quello che ho fatto in questi anni: non ho mai smesso di allenarmi, ho sempre continuato a comportarmi come se fossi ancora un pilota di MotoGP, ho fatto palestra, bicicletta, guidato la moto quando potevo [...]
  • Quando sento qualcuno dire "rifarei tutto allo stesso modo" penso sia una grande stupidaggine, vuol dire che non ha mai sbagliato niente nella vita. Invece a volte devi riflettere, farti un esame di coscienza. Con la mentalità che ho oggi, molte cose le farei in modo diverso. [«Un esempio?»] Non sarei andato via dalla Ducati. Avevo delle possibilità: ne ho scelta una e non l'altra, ma in Ducati ho lasciato il cuore.
  • Spero di poter tornare a fare quello che amo: guidare la moto a 300 all'ora, il più forte possibile, sentire quella leggerezza lì. È la mia vita.
  1. Da un'intervista a La Gazzetta dello Sport; citato in Iannone non si arrende: "MotoGP o Superbike, tornerò in pista", sport.sky.it, 4 agosto 2022.
  2. Citato in Iannone: "Torno in moto con la gioia di un bambino", gazzetta.it, 7 novembre 2023.
  3. a b Dall'intervista di Daniele Sparisci, Andrea Iannone: «Il ritorno in moto ed Elodie, la mia vita ora va da dio», corriere.it, 7 novembre 2023.
  4. Dall'intervista di Paolo Ianieri, Iannone: "Così ho ritrovato l'adrenalina. E ho disimparato a usare il cellulare", gazzetta.it, 30 marzo 2024.

Altri progetti

modifica