Alighiero Noschese

imitatore, showman e comico italiano

Alighiero Noschese (1932 – 1979), imitatore, showman, comico e attore italiano.

Alighiero Noschese nel 1973

Citazioni su Alighiero NoscheseModifica

  • Nella sua abitazione all'Eur aveva attrezzature super professionali che non possedevano nemmeno alla Rai. Le usava per migliorare le sue imitazioni. In un registratore memorizzava la voce dell'imitato, su un altro metteva la sua e le paragonava in diretta. A questi si aggiungeva un videoregistratore a nastro con monitor in bianco e nero e qui ci registrava i vari programmi per raccogliere le caratteristiche e i tic dei personaggi. Era un perfezionista assoluto. (Giancarlo Magalli)

Aldo GrassoModifica

  • Chi era Alighiero Noschese? È difficile definirlo. Un parodista, un mimo, un fantasista? O soltanto un prodigioso imitatore? O, più semplicemente e profondamente, un attore?
  • Le sue imitazioni più riuscite restano quelle di Ugo La Malfa, Giovanni Leone, Amintore Fanfani, la regina Elisabetta, Moshe Dayan, Marco Pannella, Khomeini...
  • Noschese era tutto. Un trasformista, un acrobata della voce; nella selva dei tipi e dei personaggi reali, un camaleonte che si mimetizzava non tanto con l'ambiente quanto con ogni tronco umano sul quale scegliesse di posarsi, sanguisuga fantastica, vampiro dei comportamenti e delle mimiche altrui.
  • Quando si toglie la vita con un colpo di pistola (era ricoverato in una clinica romana) stava preparando lo spettacolo L'inferno può attendere.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica