Alfonso Maria Di Nola

antropologo, storico delle religioni e saggista italiano

Alfonso Maria Di Nola (1926 – 1997), antropologo, storico delle religioni e saggista italiano.

  • Le puttane sono l'area di salvazione di una società di potere, riscattando la carica di eros dal rischio di appiattimento e di sepoltura all'interno del cimitero della funzione generazionale.[1]
  • Oggi che i movimenti spirituali e pseudo-spirituali abbondano e non contiamo più le comunità a sfondo e pretese mistiche, la mia simpatia, e in più una netta preferenza, vanno all'Associazione Internazionale per la Coscienza di Kṛṣṇa, che si fa portatrice nel mondo occidentale dei contenuti più profondi che la spiritualità indiana ha concepito quali, ad esempio, l'haiṁsā (non-violenza) oltre a quello che è il bagaglio filosofico e spirituale dell'antica cultura dei Veda. Un'alternativa che trovo risponda esaudientemente alle esigenze e alle aspirazioni dei giovani. E ciò che mi colpisce e mi carpisce quest'apprezzamento, insolito per me, oltre al valore dei Testi tradotti da Bhaktivedanta Swami Prabhupāda con fedele autenticità e impressionante competenza, è la buona fede, cosa rara in mezzo a tanta ipocrisia, e la sincera determinazione dei fautori di questa iniziativa.[2]

NoteModifica

  1. Citato in Focus, n. 97, p. 190.
  2. Dalla Presentazione a A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupāda, Il libro di Kṛṣṇa: un riassunto completo del decimo Canto dello Śrīmad-Bhāgavatam, Bhaktivedanta Book Trust, Roma, 1978, p. XIV.

Altri progettiModifica