Apri il menu principale

Alessio Figalli

matematico italiano
Alessio Figalli

Alessio Figalli (1984 – vivente), matematico italiano.

Citazioni di Alessio FigalliModifica

Da “Così ho vinto il 'Nobel' della matematica”

Intervista di Alessio Sgherza, Rep.repubblica.it, 1 agosto 2018.


  • Secondo me il grosso problema della matematica è che si sono molti pregiudizi, si pensa che sia una materia arida, che non è mai cambiata dai tempi di Euclide a oggi. In verità è una disciplina estremamente attiva, anzi non è mai stata così attiva come negli ultimi 30 anni ed ha applicazioni in molti campi della quotidianità.
  • Le scoperte fondamentali come la radio e la televisione, sono state fatte grazie a studi teorici che in matematica esistevano da più di cento anni. Esiste la matematica applicata, che cerca di andare subito al punto, e poi c'è quella teorica che può sembrare astratta, quasi filosofica, ma ha applicazioni che al momento della scoperta non ci si immagina nemmeno.
  • [A proposito del paradosso del Grand Hotel di Hilbert]. C'è un albergo con infinite stanze, 1 2 3... Arrivano infiniti ospiti che riempiono tutte le stanze. Poi arriva un'altra persona, ma tu hai riempito tutte le stanze. Come fai? Dici alla persona che sta nella stanza 1 di andare nella stanza 2, a quello della stanza 2 nella stanza 3 e così via. E ti si è liberata una stanza: infinito più uno è sempre infinito. Arrivano altri infiniti ospiti? Lo stesso meccanismo non funziona più, perché non finiresti mai di liberare stanze a catena. Allora quello della stanza 1 lo metti nella 2, dalla 2 alla 4, dalla 3 alla 6 e così via. Così hai infinite stanze libere (perché i numeri dispari sono infiniti) e puoi fare entrare tutti i nuovi ospiti tutti hanno la stanza.
  • Io non sono andato via perché l'Italia non mi ha voluto. Nel mio caso è successo che altri Paesi mi hanno dato occasioni ben prima di quanto ci si potesse immaginare. Feci domanda come ricercatore in Francia al primo anno di dottorato e mi presero. Mi si sono aperte delle porte e le ho sfruttate. Mi sono ritrovato ad essere cittadino del mondo più per caso che per altro.

Altri progettiModifica