Afrodite cnidia

statua di Prassitele, scultore dell'antica Grecia

Citazioni sull'Afrodite cnidia, scultura marmorea di Prassitele.

  • L'Afrodite che stava per scendere nel mare, ch'egli [Prassitele] aveva scolpita per il santuario di Cnido, era opera così splendida che più tardi Nicomede re di Bitinia, pur di possederla, aveva offerto agli abitanti di Cnido l'abbandono del suo credito di Stato, ed era cosi celebre che da lontani paesi si accorreva per contemplarla. Pare che i sacerdoti del santuario non ne abbiam mai lasciato prendere il calco cosicché le copie che se ne posseggono non ne danno che un'idea approssimativa. (Giulio Carotti)
Afrodite cnidia, copia romana di Palazzo Altemps
  • La dea è raffigurata in un fuggevole istante; pronta a scendere nel bagno, sta per deporre il vestito, che or ora si è tolto, sul vaso che le sta vicino; ma in questo istante un pensiero istintivo di pudore per la sua completa nudità le fa curvare un po' il corpo, stringere le ginocchia ed abbassare la mano destra. Ma neppure un'ombra d'inquietudine offusca il suo bel volto; la dea sa di non essere veduta da alcuno sguardo profano, e però il suo gesto, pieno di naturalezza e di castità, è esclusivamente dovuto ad un intimo senso di pudicizia. (Pericle Ducati)

Voci correlate Modifica

Altri progetti Modifica