A tutto reality - L'isola

serie animata canadese

A tutto reality - L'isola

Serie TV d'animazione

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Total Drama Island

Lingua originale inglese
Paese Canada
Anno

2007 – 2008

Genere commedia
Stagioni 1ª stagione di A tutto reality
Episodi 28 [di cui uno mai trasmesso in Italia]
Ideatore Jennifer Pertsch
Rete televisiva Cartoon Network

A tutto reality – L'isola, prima serie del franchise canadese A tutto reality.

Episodio 1, L'isola (Parte 1)Modifica

  • Chris: Salve! Siamo collegati in diretta dal campeggio di Wawanakwa, che si trova nei dintorni di Muskoka, nell'Ontario. Qui è il vostro, Chris McLean, al timone del reality show più caldo del palinsesto televisivo, del momento! Questa è la dinamica, ventidue campeggiatori hanno accettato di passare otto settimane in questo vecchio e scadente campo estivo. Si affronteranno in una serie di pesanti sfide, per poi essere giudicati dai loro stessi compagni d'avventura. Ogni tre giorni, una delle due squadre vincerà una ricompensa, mentre un membro della squadra avversaria camminerà sul molo della vergogna, salirà a bordo della barca del perdente, ha ha, e lascerà A tutto reality – L'isola per sempre! Il loro destino si deciderà qui, durante l'avvincente cerimonia del fuoco, dove ogni settimana, tutti i campeggiatori tranne uno, mangeranno un marshmallow. Alla fine, resterà un solo concorrente, che riceverà in premio una notorietà da rotocalco! E, una piccola fortuna che, diciamocelo, svanirà in una settimana. Per sopravvivere, dovranno combattere contro mosche nere, orsi grizzly, disgustoso cibo da campeggio...
    Cibo: Presente!
    Chris: ... e tra di loro! Ogni momento verrà catturato dalle centinaia di telecamere situate in tutto il campeggio. Chi crollerà sotto il peso della pressione? Potrete scoprirlo qui! Adesso... A tutto... reality... l'Isola!.
  • Geoff: Chris McLean, come va, amico? Che onore conoscerti, amico! 
    Chris: Grande Geoff! Benvenuto sull'isola, amico. 
    Geoff: Grazie, amico! 
    Gwen: Se dicono amico un'altra volta giuro che vomito. 
  • Lindsay: Scusa, Kyle, posso avere una casetta con vista lago, visto che sono la più carina? 
    Chris: È vero, lo sei, ma qui non funziona così e comunque mi chiamo Chris!
  • Lindsay: Dov'è la presa? Devo attaccare la piastra per i capelli. 
    Chris: Ce n'è sicuramente qualcuna nei bagni in comune. Da quella parte, cara. 
    Lindsay: Bagni in comunione? Ma io non sono cattolica. 
    Chris: Non in comunione: in comune. 
    Gwen: Si fa tutti la doccia insieme, idiota. [Lindsay scoppia a piangere] 
    Owen: [Ammiccando a Noah e a Trent]Meno male che siamo in una casetta per soli uomini! Capite che intendo. Eheheh. No, volevo dire... Ma che avete capito? A me piacciono le donne ahahah, ma non mi va di dormirci insieme. Oh! Nel senso... 
  • È la nostra prima sfida, che sarà mai? [Poco dopo si trova a tuffarsi con gli altri concorrenti da una scogliera altissima] Oh, me***! (DJ)

Episodio 2, L'isola (Parte 2)Modifica

  • Heather: Spiacente, non ho nessuna intenzione di buttarmi.
    Beth: Perché no?
    Heather: Pronto, siamo in TV, mi si bagnano i capelli!
    Gwen: Stai scherzando, vero?
    Lindsay: Se lei non si butta, non mi butto neanch'io.
    Leshawna [rivolta minacciosa a Heather]: Oh sì invece!
    Heather: E chi lo dice?
    Leshawna: Lo dico io, non ho intenzione di perdere la sfida perché ti si rovinano i capelli, viziata figlia di papà!
    Heather: Stai indietro, pseudo-rapper con i pantacollant strizzati della serie "io vorrei ma non posso"!
    Leshawna: Ma sentila, la reginetta del ballo tutta shopping e coda di cavallo che divora romanzetti rosa!
    Heather: Beh, almeno io...sono popolare!
    Leshawna [furibonda]: Tu ora salti!!
    Heather [con aria di sfida]: Davvero?? [Leshawna la butta giù dalla scogliera con violenza] Leshawna, sei una donna morta!!!
    Leshawna: Ehi, di che ti lamenti? Ti ho buttato nella zona sicura o no? Spero solo di centrarla anch'io.
  • Lindsay: Le pensavi veramente quello cose che hai detto a Lewshana poco fa? 
    Heather: Lewshana? No, tanto me la pagherà e poi quegli orecchini sono i più orrendi che abbia visto in tutta la mia vita. 
    Lindsay: Oh, ma se non la sopporti perché ti fingi tanto amica? 
    Heather: ma li hai visti i programmi come questo? Tieniti stretti gli amici e i nemici ancora più stretti. 
    Lindsay: Oooh... Io sono tua amica, giusto? 
    Heather: Oh sì, per ora. 
  • Woo-hoo!! Sì!! Restiamo ancora qui, restiamo ancora qui, siamo i più forti, ABBIAMO VINTO!!! (Owen)
  • Katie: Allora, eh... adesso che facciamo? 
    Courtney: Dobbiamo decidere chi eliminare. 
    Duncan: Beh, dovrebbe toccare alla principessa o a stronco tutti, qui a destra. 
    Courtney: Che cosa? Perché? 
    Duncan: Perché, se non vado errato, voi due siete gli unici con il pollo-cappello in testa e, se dovessimo sollevare un camion, mi piacerebbe che lo facesse il ragazzone. 
    Courtney: Voi avete bisogno di me. Sono l'unica che ha fatto... 
    Bridgette: Lo so. Sei l'unica ad aver fatto la capogruppo in un campo estivo. Allora chi scegliamo? 
    Courtney: Che ne dite di lui? [indica Tyler] 
    Lindsay: Noooooo! Volevo dire... niente sale, non c'è il sale a tavola. Mannaggia. 
  • Ezekiel: Ancora non ho capito come abbiamo fatto a perdere. Sono loro che hanno sei ragazze in squadra! 
    Bridgette: Che cosa vorresti dire?! 
    Eva: Si, scolaretto. Illuminaci. 
    Ezekiel: Beh, i maschi sono molto più forti e più bravi delle femmine negli sport. 
    Geoff: Ma dai! Non ci credo che ha detto questa cosa. 
    Ezekiel: Mio padre mi ha raccomandato di stare attento alle ragazze e di aiutarle se non ci stanno dietro. 
    Eva: Pensi ancora che non riusciamo a starvi dietro?! [Lo prende per il collo] 
    Ezekiel: Non proprio. 
    Geoff: Ok. Ragazze lasciatelo stare. Insomma, non ha mica detto che gli uomini sono più intelligenti delle donne. 
    Ezekiel: Ma è vero! 

Episodio 3, Il grande sonnoModifica

  • Tu che scusa hai?... Odiosa... Scrocchiazeppi... Oh, sono troppo stanca per gli insulti. (Leshawna)
  • [in confessionale]: E poi ho visto il tavolo del buffet. Era bellissimo, c'era il tacchino, la torta al cioccolato e i fagioli allo sciroppo d'acero... Mi date solo un minuto? [Piange] (Owen)
  • Heather: Lindsay, Beth, posso parlarvi un momento? 
    Lindsay: Certo. 
    Heather: Dunque, ho in mente un piano per arrivare insieme ad altri due concorrenti nella finale a tre e ho scelto voi, ragazze. 
    Beth: Davvero? 
    Heather: Vi avverto, però, che la faccenda è molto seria. Rispongo la massima fiducia in voi e la fiducia è una strada a doppio senso. Dunque farete tutto quello che vi dico? 
    Lindsay e Beth: Certo, iiiiiiih andremo alla finale a tre iiiiiiih. 
  • Gwen: Guardalo, sembra una statua. Non si muove da più si cinquanta ore. 
    Trent: Ehi. 
    Gwen: Ci sei? Pronto? 
    Trent: Iuhuuu? 
    Gwen: Pazzesco. Ti rendi conto che concentrazione? [Gwen lo tocca e Justin apre gli occhi] 
    Eva: Ha le palpebre disegnate, l'ho visto benissimo. 
    Chris: Sta zitta, Eva. Voglio proprio vedere. Questa sì che è davvero una trovata geniale, ma sei eliminato. 
  • [in confessionale]: Beh, Eva? Era tra i concorrenti più forti, ma ormai è fuori. Ah, come sto manovrando il gioco. (Heather)

Episodio 4, A tutto sportModifica

  • Chris: Marmotte, ma che è successo?
    Noah: Che vuoi che ti dica. Scarso impegno.
    Gwen: Ma sta zitto, Noah.
    Heather: Lo sai? Sta volta sono d'accordo con lei.
    Noah: Permalosa. [I compagni di squadra lo guardano male] Che c'è? Ve lo dico io. Lo spirito di squadra ultimamente lascia molto a desiderare.
  • [in confessionale]: Sono diventato un modello comportamentale, ora che grazie a me abbiamo vinto il match. Probabilmente vorranno tutti il mio autografo quando sarà finito il reality e torneremo tutti a casa. (Harold)

Episodio 5, Sfida all’ultimo talentoModifica

  • Lindsay: Ok, questa è una cosa veramente terribile. Mi è già finito l'autoabbronzante.
    Gwen: Queste sì che sono tragedie, Lindsay.
    Lindsay: Adesso dovrò per forza abbronzarmi al sole. Ti rendi conto che la mia pelle diventerà avvizzita e si riempirà di rughe?
  • Heather: Devi fare una cosa per me. Sai tenere un segreto? 
    Lindsay: Oh mio dio, certo che sì! Una volta mia sorella ebbe un attacco di diarrea alla prima uscita con un ragazzo. Le portai la carta igienica perché il ristorante l'aveva finita e lei si era chiusa in bagno. Non lo sa nessuno... Ops, scusa Paula. 
  • Bridgette: Allora, i tre sono Geoff, il numero col nastro di DJ e il tuo assolo. 
    Geoff: Questo significa che andrò in TV. 
    Bridget: Sveglia, sei già in TV, Geoff.
    Geoff: Ah si? Salve a tutti, ragazzi! 
  • Inizialmente avrei dovuto danzare per voi, ma invece preferisco celebrare lo spirito di squadra con un piccolo contributo. [Tira fuori il diario di Gwen] Dunque, testi di Gwen interpretati da me. È per voi. Ok, sto facendo di tutto per ignorarlo, ma lui è così carino. Se avessero dovuto ritagliarmi su misura un bel diversivo, sarebbe stato di sicuro quello strafico di mister Caliente. Siamo fatti l'uno per l'altra, è l'unica persona con cui vado d'accordo e so che è assolutamente banale, ma adoro i ragazzi che suonano la chitarra. Grazie. (Heather)
  • Gwen [in confessionale]: Se quella sciacquetta crede di cavarsela a buon mercato è proprio una povera illusa.
    Hai detto che ti sei portato una teca di formiche rosse?
    Harold: Si. [Le mette nel cuscino di Heather] 
    Heather: Aaaaaaaaah!!!! Aaaaaah!!!!!
    Gwen: Sogni d'oro a tutti.

Episodio 6, Un esterno disgustosoModifica

  • Ehi, qualcuno ha visto pinca panca e panca idiota? [Riferito a Katie e Sadie] (Duncan)
  • Izzy: Ahahah. Ehi, va tutto bene? [Travestita da orso]
    Leshawna: Sbaglio, o l'orso mi ha fatto una domanda? [Izzy si toglie la maschera] 
    Owen: Per la miseria. Izzy, era l'ultima cosa che mi aspettavo.
    Leshawna: Ragazzi, o sono troppo confusa o sto svendendo.
    Gwen: Ma che hai nel cervello, la segatura?!
    Izzy: Io mi sono divertita, ahahah.
  • Courtney: Brava! Sei stata brava, Bridgette! Adesso non abbiamo un posto dove dormire! [Bridgette ha bruciato la tenda delle Carpe Assassine]
    Duncan: Ehi, miss melodramma, rilassati. È più ganzo. 
    Courtney: Ganzo? È più ganzo? Qui le cose non potrebbero andare peggio. [Inizia a piovere]
  • Duncan: Ciao, raggio di sole. 
    Courtney: Oh mio Dio, uh. Ti ho visto, mi stavi abbracciando. 
    Duncan: Alt, chiariamo la cosa. Io ero tranquillamente sdraiato sulla mia schiena a ronfare, sei tu che eri abbracciata a me.
    Courtney: Sei un orco chiodato. 
    Duncan: Ne ho sentite di peggio.

Episodio 7, Fattore fobiaModifica

  • Courtney: No! Voglio dire, no grazie. Sto bene così. [Dopo che Beth le offre la gelatina]
    Duncan: Come mai? Sei a dieta? Non ti piace? 
    Courtney: No, sono contraria alla gelatina verde.
    DJ: Una serpeee!
    Cody: Calma, è solo un vermetto gommoso.
    DJ: Ragazzi, scusate la reazione, ma i serpenti mi fanno svalvolare.
    Tyler: Io ti capisco. Sono terrorizzato dalle galline, figurati. 
    Gwen: Dai, hai paura delle galline?
    Duncan: Eheh, oddio questa è una cosa ridicola, amico.
    Gwen [in confessionale]: Così all'improvviso è nato il festival della confessione attorno al fuoco. Beth è andata avanti a parlare della sua paura mortale di essere ricoperta da insetti, Harold che ha paura dei ninja, Heather che ha ammesso di aver paura dei lottatori di sumo.
    La mia paura peggiore? Forse essere sepolta viva. 
    Lindsay: Camminare su un campo minato, con i tacchi. 
    Owen: Io, invece, ho paura di volare, ragazzi, è una cosa allucinante. 
    Izzy: Ah, io non ci salirei mai su un aereo. Scherziamo? 
    Goeff: Beh, io la grandine. È piccola, ma ti lascia stecchito. 
    Bridget: Restare sola nel bosco di notte.
    Sadie: Una pessima acconciatura.
    Lindsay: Oh ok, voglio cambiare la mia. Quello che ha detto Sadie è più inquietante di un campo minato.
    Cody: Disinnescare una bomba a orologeria sotto pressione.
    Courtney: In realtà non ho paura di niente.
    Duncan: Balle fritte.
    Courtney: Oh, dici davvero? Sentiamo, quale sarebbe la tua fobia, mr pallone gonfiato?
    Duncan: Le sagome di Celine Dion nei negozi di dischi.
    Cody: Eheheh, scusami, non ho capito bene l'ultima frase.
    Trent: Cioè hai detto le sagome di Celine Dion nei negozi che vendono dischi?
    Lindsay: Sei fuori. Io adoro Celine Dion. Che cos'è una sagoma?
    Trent: Ecco, è solo una sagoma di cartone esposta nei negozi di musica.
    Duncan: Non dirlo, ciccio.
    Trent: A grandezza naturale, ma piatto come Celine.
    Courtney: E quindi, se adesso tirassimo fuori una sagoma di cartone...
    Duncan: Sta zitta! E voi altri, ragazzi?
    Trent: Beh, io sono spaventato dai mimi. Moltissimo. Dai, ti prego, dovrà pur esserci qualcosa che ti spaventa.
    Courtney: No, niente.
    Duncan: Eh. Non è quello che ha detto l'altra notte.
    Courtney: Duncan, hai mai preso in considerazione il fatto che stavo assecondando te e la tua stupida storia?
    Duncan: Come no, principessa. Se la cosa ti rende felice...
    Courtney: Sta zitto!
  • Guarda che qui non c'è nessun muro e smettila di fare paura! (Trent)
  • Trent: Puoi abbassare la nube e aumentare l'intensità della grandine?
    Chris: Vuol dire essere crudeli fino al midollo, va bene.
  • Gwen: Oh, è una prova molto crudele e poi scommetto che si sarà scaldata. Gelatina verde, calda, moccicosa, che rimbalza, uh.
    Courtney: Tanto non mi convinci a mollare.
  • Duncan: La gallina te la diamo un'altra volta. [Dopo l'espulsione di Tyler]
    Chris: Qualcuno è stato beccato sarcasticamente da un compagno di squadra.
    Duncan: Certo non può mettersi a starnazzare.
    Geoff: Per lui è il momento di spiccare il volo.
    Bridget: Si, ma stasera non volerà così alto.
    Courtney: Ok, ora finitela.

Episodio 8, L’isola dei teschiModifica

  • Geoff: Posso chiederti una cosa? Stamattina ho fatto un regalo fantastico a Bridget, ma lei mi invia delle strane vibrazioni.
    Bridget: Te lo giuro Courtney, è stata una cosa allucinante. Stamattina sono andata a lavarmi i denti e quando sono tornata ho visto un rigonfiamento sotto le coperte. Mi sono avvicinata, le ho alzate e l'ho vista. [Una foto di Goeff e una di Bridget attaccate in una cornice a forma di cuore]
    Courtney: Noo.
    Bridget: Si.
    Geoff: L'ho fatta io con le mie mani sante.
    DJ: Non ci posso credere.
    Geoff: È vero.
    Bridget: E ora la cosa peggiore. Sul retro del cuore c'era incisa una frase che diceva.
    Geoff: Spero che mi penserai ogni volta che metterai uno spicciolo qui dentro.
    DJ: Uuuuh.
    Bridget: Ueh.
    Geoff: Ho sbagliato?
    DJ: Scherzi, fratello? È un errore gravissimo, non esistono parole per descriverlo. Cioè è come dar da mangiare a un coniglietto, se vuoi che ti si avvicini non devi fare mosse brusche. Qui, piccolino, vieni vieni. Se gli dai una scodella una scodella di creta a forma di cuore quello scapperà via, amico. Ora hai capito?
    Geoff: Quindi ho fatto un casino.
    DJ: Oserei dire un bordello.
  • Cody: Gwen, forse ho capito perché mi rifiuti sempre. È per via di Trent, vero? Senti, io e Trent siamo in confidenza e, se devo essere sincero, ammetto una vibrazione chiamata a me piace Gwen. Va bene, posso metterci una buona parola, se vuoi. 
    Gwen: Uhau, un pensiero carino da parte tua. 
    Cody: Eh, cosa vuoi? 
    Gwen: Se al ritorno ci lasci sulla stessa canoa io sarò in debito con te. 
    Cody: Questa è una frase interessante, ma ora sono leggermente nei guai. 
    Gwen: Come sarebbe a dire? 
    Cody: Beh, ho scommesso con Owen che, se fossi riuscito ad avere il tuo reggiseno, lui avrebbe lavato tutti i piatti al posto mio. [Gwen gli da una pagaiata nelle parti basse] Auh, ok, è chiedere troppo. 
  • Heather: Santo cielo, si può sapere dove l'hai imparato? 
    Izzy: Ho passato un'estate con le truppe di riserva. Ho anche combinato un sacco di guai. Vi dico solo che ho fatto saltare in aria la cucina. Per questo la polizia mi sta dando una caccia spietata. Insomma, sono una ragazza in fuga.

Episodio 9, Caccia al cervoModifica

  • Fagioli, fagioli in tutti i campeggi, più ne mangi, più scorreggi!! (Owen)
  • Ogni cacciatore è una macchina programmata. I sensi sono guidati dall'istinto predatore. Improvvisamente avvista un magnifico esemplare maschio nella radura. Se vuole avere successo il cacciatore dovrà mostrare pazienza e controllo [Scorreggia] (Owen)
  • Heather: Perché ci hai messo così tanto?
    Beth: Tieni. Spero ti renda conto di quante ne ho passate.
    Heather: Qui dentro ci sono solo undici patatine... e sono al barbecue. Cambiale con quelle ai cetriolini.
    Beth: No.
    Heather: Cosa? Che cosa hai detto? 
    Cody: Ragazze... Io... Ciao. 
    Heather: Rimangiatelo. 
    Beth: No.
    Heather: Rimangiati quello che hai detto.
    Beth: No, mi sono stancata di fare la tua schiavetta e adesso, se vuoi scusarmi, ho una sfida da portare a termine.
  • Adesso sarai mio, cervo! [Arrivati in cima alla scogliera, ma le munizioni sono finite.]... Eeh, il cacciatore sa che la sua grossa preda resterà lì per un momento?... Paralizzata dalla... paura... e dal rispetto. Il cervo non può sconfiggere il cacciatore. Cos'è quello sguardo truce? Eheheh. Avanti, parliamone. [Il DJ/cervo lo butta dalla scogliera] (Owen)
  • Heather: Ehi, Beth! [Fugge Sadie]
    Beth: Uffa, ce l'avevo proprio sotto tiro.
    Heather: Abbiamo parlato a lungo di te.
    Lindsay: Davvero?
    Heather: Silenzio, biondina. Abbiamo deciso di darti un'ultima chance: se te lo rimangi tornerai nella nostra alleanza.
    Beth: Rimangiarmi che cosa?
    Heather: La parola con la n. No.
    Beth: Non voglio rimangiarmela.
    Heather: Sei uno zero spaccato senza di me.
    Beth: Di un pò. Lo sai perché continuiamo a perdere le sfide?
    Heather: Perché sono stupide e infantili?
    Beth: No, perché tu sei talmente occupata a essere crudele che non ci provi nemmeno. Si! Il tuo unico impegno è comandare tutti a bacchetta! [Eather le lancia il naso di gomma da cervo] Oh, adesso basta! 
    Heather: Basta lo dico io!
  • Oh, oh. Tu puoi lasciare il cacciatore con meno munizioni rispetto al previsto, puoi anche gettarlo giù da una scogliera, [Si toglie un granchio dalla scarpa] puoi anche lasciarlo per ore ed ore con un granchio tra le dita dei piedi, ma non potrai mai soffocare la sua indole! (Owen)
  • [Colto di sorpresa da un grizzly] Ciao, vecchia pellaccia... Un po'di mirtilli??? (Cody)
  • Fagioli,eh? Owen! Ci hai provato, scorreggicus! Me l'avevi quasi fatta! (Duncan)
  • Heather: Voglio essere buona. Ti do un'ultima chance.
    Beth: Perché? Perché hai capito che non potrai vincere senza la tua piccola alleanza?
    Heather: Senti, io posso renderti la vita impossibile.
    Beth: Tanto lo fai già, signorina spalmami la crema sulla tua schifosa pelle da alligatore. Che ho da perdere in fondo?
    Leshawna: Due ore passate a girare nel bosco e non ho sparato a un bel cavolo di niente. Quant'è imbranata una che fa queste cose per divertirsi?
    Heather: Bene, allora resta pure da sola, quattrocchi!
    Beth: Beh, meglio sola che lavorare per te.
    Leshawna: Eh?
    Heather: Come vuoi, quattrocchi!
    Beth: Oh, adesso basta!
    Heather: Aih! Chi è stato? [Dopo che Leshawna le ha sparato]
    Leshawna: Oh, lo sapevo che sarei dovuta andare dall'oculista prima di venire qui. Eh. Scusami tanto. 
    Heather: Tu! Dammi il fucile! Dammelo! [Le spara anche Beth] Ahi! Crampo da sforzo! [Cade]
    Leshawna: Sei fuori di testa.
    Beth: Eh, quando l'hai fatto tu mi è sembrato divertente, ahahah.
  • Courtney: Beh, io torno indietro. Ormai questo stupido gioco sarà arrivato alla fine.
    Duncan: Quella è la parte sbagliata.
    Courtney: Ma vogliamo scherzare? Ho fatto l'apprendista in matrice, ricordi? Ho un innato senso dell'orientamento. Il campo è di là.
    Duncan: No, è dall'altra parte. [Si scontrano e si incastrano le corna delle rispettive maschere]
    Courtney: Molto divertente e ora lasciami andare.
    Duncan: Ehi, principessa, non credere che io mi stia divertendo, sai?
    Courtney: Ci mancherebbe. E adesso?
    Duncan: Vogliamo limonare?
  • Gwen [vedendo Duncan e Courtney incastrati con i copricapo di cervo]: Ah, questa è tutta da raccontare!
    Owen: Eh eh, Duncan, sei una canaglia, lasciatelo dire!
    Duncan: Già, la ragazza non riesce a separarsi da me! [Courtney gli sferra un calcio nelle parti basse] Auch, oddio! Spero di non cambiare voce!!

Episodio 10, Sfida culinariaModifica

  • Geoff: Sai una cosa? Sei affascinante quando lavori in cucina. Ricordi tanto quell'icona sexy della mamma di un mio amico.
    Bridget: Ti ricordo la mamma?
    DJ: Goeff! Mancano i pomodori. Perché non li vai a prendere dal camion?
    Geoff: Sicuro. Ciao Bridget.
  • Heather: Che fai? Quelle fette sembrano tagliate con l'accetta. Cambia posto con Leshawna.
    Leshawna: Ma di che stai parlando? Le ha tagliate bene.
    Heather: Non sono mica diventata capo chef perché non so come presentare le portate. 
    Leshawna: No, tu sei diventata capo chef perché l'hai deciso da sola e quindi vedi di smetterla. Chi credi di prendere in giro con quel ridicolo grembiulino bianco. 
    Heather: Senti, vuoi fare gioco di squadra o no? 
    Leshawna: Io lo faccio il gioco di squadra, ma sono allergica all'ananas. 
    Heather: Allora torna a lavorare, subito. Grazie, care. 
    Leshawna: Piccola ipocrita prepotente. Uh! [Le viene l'allergia] Ioh! Che mi suggerisci di fare adesso?
    Heather: Iòh, ti suggerisco di grattarsi dopo che avremo vinto. Torna a lavoro. 
    Leshawna: Aah!
  • Mi sta andando a fuoco l'argenteria! [Dopo che Duncan gli ha messo del peperoncino nelle mutante] (Harold)

Episodio 11, Di chi ti puoi fidare?Modifica

  • Sentirai solo un leggero pizzicorino... e poi l'inferno. [Con una siringa soccorre Trent, che è stato avvelenato mangiando il pesce-palla cucinato da Lindsay] (Chef)
  • DJ: Grazie, Duncan. Tu sei il migliore.
    Duncan: Non c'è problema, in fondo è solo uno stupido coniglio. 
    Courtney: Non riesco a credere che gli abbia recuperato il coniglietto, sei un bravo ragazzo. 
    Duncan: Che cosa? Stupidaggini. 
    Courtney: Non è vero. Hai un cuore tenero e gentile. 
    Duncan: Non so proprio di cosa parli.
    Courtney: Io ti ho visto con il coniglietto.
    Duncan: E che significa? Mi inseguiva dappertutto quel tipo di topo... e va bene, d'accordo, hai ragione. Contenta adesso? Non dirlo a nessuno, fammi il piacere, non voglio che mi considerino un rammollito.
    Courtney: Il tuo segreto è al sicuro con me.

Episodio 12, Un addestramento forzatoModifica

  • Chef: Voglio tanto bene al maestro Chef Hatchet, perché  è molto molto molto molto molto molto molto molto molto... C'è soltanto una frase con cinque pagine di molto scritte in mezzo! 
    Duncan: Sono esattamente trecento parole. Può pure contarle, se vuole.
  • Duncan: Soldato caduto, ti faccio un saluto! [Durante il percorso a ostacoli, a Leshawna]
    Chef: Ti sei appena guadagnato altre venti flessioni.
    Duncan: Grazie! [Gli da un bacio sul naso e Chef si infuria]
    Geoff: Questa volta hai veramente esagerato, fratello...
    Duncan: Credo che tu abbia ragione.
    Chef: Una notte di detenzione in isolamento nella casa galleggiante. [Tutti si stupiscono]
    Duncan: E capirai. Cosa volete che sia? [Una volta dentro] Perché non imparo mai a chiudere la bocca?
  • Duncan: Così anche la principessa ha il suo lato oscuro. [Dopo che Courtney vomita] 
    Courtney: Va bene. Ho mangiato da far schifo, ma il fatto è che per una volta che mi sono comportata male è stato così bello che non volevo più smettere. 
    Duncan: Beh, potresti darmi quel bacio per continuare a comportarti male. 
    Courtney: Te l'ho detto che non sei il mio tipo. 
    Duncan: Bene, goditi una vita senza burro di arachidi. 
    Courtney: Grazie, goditi il carcere. 
    Duncan: Senz'altro. [Si baciano.]
  • Courtney: Maestro Chef, avrei una cosettina da dirle.
    Chef: E qual'è questa cosettina?
    Courtney: Ha proprio bisogno di un calmante, ahahah.[Chef cerca di trattenere la rabbia]
  • Courtney: Coosa? Avete salvato Harold invece di salvare me? 
    Chris: Si, è sempre uno shock. 
    Courtney: Ma è impossibile, bisogna ricontare i voti!
    Duncan: È vero, amico, so per certo che noi tre non abbiamo votato per la sua eliminazione! 
    Courtney[a Chris e Chef mentre la trascinano di forza sulla Barca dei Perdenti]: Non ve lo permetto! Non ve lo permetto!
    Duncan: Ma dai, è un vero schifo.
    Courtney: Ero l'unica vostra speranza. Io ho fatto la capogruppo in un campo estivo. Giù le mani, scimmioni! Vi farò contattare dal mio avvocato.
    Duncan: Courtney, aspetta! Questo l'ho fatto per te. [Duncan le lancia un teschio intagliato di legno.] 
    Courtney: Grazie, Duncan. Va bene, è una cosa strana e mette i brividi, ma mi piace tanto. Non ti dimenticherò mai!

Episodio 13, Tortura E-X-TremaModifica

  • Gwen: Guarda guarda. È una sdolcinata poesia haiku. 
    Bridget: Uhau. C'è qualcuno che si è preso una cotta. Probabilmente è per te. 
    Gwen: Tu dici? Stavo giusto per dire che è per te. 
    Bridget: Ma Trent è completamente cotto di te. Che ti credi? Che non me ne sono accorta che sgraffigna sempre i muffin dalla cucina?
    Gwen: Si, ma Goeff, invece, è pazzo di te. Tiricordi ieri al molo come cercava di attirare la tua attenzione? Oltretutto Goeff non sa nemmeno pronunciare Haiku, pensa a scriverlo. 
    Bridget: Che vorresti dire, scusa? 
    Gwen: Niente, Goeff non è certo il classico studioso. 
    Bridget: Oh, invece Trent nel tempo libero si dedica a sviscerare trattati di Nietzsche. 
    Gwen: Gredo che Trent sia molto più Nietzschiano di quanto Goeff sia Haikuiano. 
    Bridget: Haikuiano? Beh, almeno Goeff non è un imbroglione. Trent nemmeno scrive le canzoni che canta. [Tutte e due strappano il biglietto] 
    Gwen: Sai che ti dico, bambola? Scommetto un doppio dessert che la poesia haiku non era per me. 
    Bridget: Oh, sono d'accordo con te. Come si dice? Ah si ora ricordo. Bella, zio. 
  • Che tette. [Dopo che a Eather si strappa il reggiseno] (Harold)
  • Harold: Leshawna, ho scritto col cuore ogni parola di quella poesia.
    Leshawna: Poesia? Ma eri tu? Tesoro, sei un tipo assai stravagante. [Si abbracciano]
    Harold: Dai un bacetto a papà.

Episodio 14, Il brunch del disgustoModifica

  • Leshawna: Nessuno esce di qui finché non scopro chi ha mangiato i miei fagottini al cioccolato! 
    Heather: Sono stata io. Allora?
    Leshawna: Ehi, frena un attimo, bella! E allora lo dici a chi. Era roba mia e nessuno se la può mangiare, capito?
    Heather: Peggio per te, ben ti sta, così impari a lasciare schifezze sparpagliate dappertutto. Specialmente quello. [Indica un reggiseno che pende dal letto] Quello mi da molto fastidio.
    Leshawna: Si, in effetti darebbe fastidio anche a me, se avessi zero tette e zero chiappe da dimenare.
    Heather: Ah si? Beh, hai il sedere talmente grosso, che dovresti comprarti i jeans col pressa-rifiuti.
    Leshawna: Uuh, vuoi assaggiare?
  • Owen: Ahah, va bene, polpette. Vai così!
    Chris: Beh, tecnicamente hai ragione, Owen, ma queste sono polpette un pò speciali.
    Chef: Sono testicoli di manzo alla bourguignonne.

Episodio 15, Chi la dura la vinceModifica

  • Owen: Gradite un bonbon alla ciliegia ricoperto di cioccolato? [Leshawna glieli fa cadere in acqua] Nooooo!
    Geoff: Amico, tranquillo. Le signore sono leggermente invidiose.
    Duncan: Si, chi può biasimarle. Si sopportano a malapena mentre noi ragazzi siamo più legati dei componenti di una famiglia. Potere ai maschi!
    Chris: Attenzione, campeggiatori. A partire da adesso le squadre sono ufficialmente sciolte. Da questo momento ogni concorrente gioca per sé stesso.
    Duncan: Beh... era ora che volassimo in solitario.
  • Gwen: Aspetta un attimo. Avevi detto che nessuno può tornare.
    Chris: Davvero?
    Gwen: E chi lascia l'isola...
    Chris: Ah si... è vero, ma... ho mentito.
    Gwen: Ma non si fa così, non è giusto.
    Leshawna: Ehi, amica, stai discutendo con un altoparlante, non è un bello spettacolo.
  • Eva: Che cos'è quel nastro adesivo? Vi conviene rispondere!
    Leshawna: Io e lei abbiamo avuto una questione territoriale, ma ora abbiamo risolto tutto. Giusto Eather?
    Heather: Assolutamente. Vuoi la mia cuccetta, Eva?
    Eva: Voglio questa, [di Bridget] ammenoché per miss ti pugnalo alle spalle, che mi ha votato e mi ha fatto eliminare non sia un problema.
    Leshawna: Senti, bella. Sai che c'è di nuovo? Dille pure in faccia quello che pensi di lei, ma non ti scordare che siamo tutte qui per vincere.
    Eva: Hai detto bene, cicciona cosce grosse.
    Leshawna: Oh oh oh! Ditemi che la maschiona con le guance a forma di carro armato non ha appena detto questa cosa!
    Gwen: Calma, time out.
    Lindsay: Non potremmo parlarne davanti a uno snack a basso contenuto calorico?
    Eva: Poco male, tanto vinco io lo stesso.
    Bridget: Ehi, grazie dell'intervento. 
    Leshawna: Oh, è stato un piacere. Nessuno offende le cosce di Leshawna.
  • Lindsay: Accipicchia, non ci posso credere, quanto sono liscia. Grazie, Chip.
    Chris: Chris, ti prego.
  • [in confessionale]: Se ha scelto Eva e lei ce la fa ad uscirne viva, quella si incavolerà a morte. (Gwen)
  • Ecco il tuo cartellino, surfista. Servirà per identificare il tuo cadavere. (Eva)
  • Chris: Izzy, chi è la tua prossima vittima?
    Izzy: Oh, io con il trattamento all'edera velenosa.
    Leshawna [In confessionale]: È una mia impressione o quella ragazza è completamente pazza?
    Chris: Qui è Chris, sì, sì lo vuole fare lei eheh ok. [Al telefono]
    D'accordo, i giudici te lo permettono, ma vogliono sapere perché.
    Izzy: Per capire che si prova.
    Chris: Allora va tutto bene.
  • [in confessionale]': Non ci posso ancora credere, quanto sono venuta liscia. Comunque nomino Eva, perché fa più paura di Heather, Leguisha e Gwen messe insieme. (Lindsay)

Episodio 16, Caccia al tesoroModifica

  • [L'orso abbraccia Owen mentre dorme] Oh cacchio cacchio cacchio cacchio cacchio... [L'orso si infila in bocca la testa di Owen] cacchio cacchio cacchio, [L'orso si sveglia e gli ringhia contro] cacchio infinito.  (Owen)
  • Goeff: Ma che cos...
    Chris: Ora Goeff potrà coprire quell'orrendo tanfo con una boccetta del nuovo spray per il corpo Fetor! Fetor, per l'uomo che non deve puzzare mai.
    Geoff: Mi sono immerso in una fossa biologica per una boccetta di colonia?! Bello.
  • [in confessionale]: Sono entrata perfettamente nello spirito del gioco. Sto manipolando questa sfida meglio della pasta per il pane. (Heather)

Episodio 17, NascondinoModifica

  • Lindsay [in confessionale]: Beh, Eather è la mia migliore amica sull'isola. Certo, mi ruba le cose da mangiare, si prende i miei vestiti e mi affibbia nomignoli, ma è a questo che servono le m a d: migliori amiche donne. 
    Heather [in confessionale]: Non mi interessano le amiche, in questo mondo ci sono i lupi e ci sono le pecore e Lindsay è proprio una pecora, beeee.
  • Chris: Ah, Lindsay, non avevi niente di meglio che nasconderti sotto le coperte? 
    Lindsay: Ti ho fregato, guarda che non è la mia cuccetta.
  • Gwen: Ma dove si sarà nascosto Duncan? 
    Owen: E io che ne so? Non è che noi uomini abbiamo formato un'alleanza o roba del genere... Va bene, loro l'hanno fatto, ma io non c'entro niente... Mi hai tanato! I ragazzi hanno fatto un'alleanza e io ci sono entrato! Non dovevo dirtelo, però te l'ho detto lo stesso. Sei contenta adesso?
    Gwen: Uhau, ho dovuto tirartelo fuori con le pinze.

Episodio 18, Senza cateneModifica

  • Owen: Vi ricordate la prima volta che siete andati in bici?
    Duncan: Altroché! Ho fatto un tale botto che mi è uscita la clavicola: si vedeva l'osso che spuntava dalla spalla. Che dolore!
    Geoff: Io ho fatto un tale volo sopra il manubrio che sono scivolato per un chilometro. [ridacchia] Mi si è staccata la pelle a pezzi.
    Owen: Oh, ma che volete che sia? A me è uscito l'avambraccio dal gomito, e ci sono voluti tre medici per tenermi mentre me lo tiravano per rimetterlo a posto.
    Duncan, Owen e Geoff: Ah, che bei tempi!
  • Lindsay [rivolta a Heather]: Sì!!! Hai vinto! Ce l'abbiamo fatta, siamo salve!
    Chris: Non è esattamente così; Heather è salva perché la sua bici ha raggiunto il traguardo per prima, ma siccome Duncan e Owen sono caduti e non hanno completato la corsa, tecnicamente non hanno proprio tagliato il traguardo, il che vuol dire che sei stata tu l'ultima a raggiungerlo e quindi...ti attende il Molo della Vergogna, piccola!
    Lindsay: Ok, io sono un po'confusa...
    Heather: Significa che non posso salvarti, a meno che io non ceda l'immunità, ma non posso farlo, troppo rischioso; tu mi capisci?
    Lindsay: Ma ho vinto, ti ho pure costruito la bici!
    Heather [sghignazzando]: Non so di che cosa stai parlando, dovresti andartene con un po'di dignità, almeno verresti molto più carina nel replay.
    Lindsay: Ma dovevamo arrivare insieme alla finale a tre!
    Heather: Non credo proprio.
    Lindsay: E non sei nemmeno triste? Noi siamo M.A.D.!
    Heather: Sì, per la gara; questo non vuol dire che saremo grandi amiche nella vita fuori da qui. [Lindsay rimane allibita]
    Lindsay [in confessionale]: Non ci posso credere che l'ha detto! [fuori dal confessionale] Non ci posso credere che l'hai detto, ma abbiamo fatto mignolino, insomma...ti ho aiutata tutto questo tempo e stai dicendo che non ti stavo nemmeno un po'simpatica??
    Heather: La verità? Non proprio. Che c'è? Non siamo qui per fare amicizie, siamo qui per diventare famosi, vi ricordate?
    Duncan: Wow, che freddezza, però!
    Heather [a Duncan]: Perché tu invece giochi per la squadra? Sai solo andare in giro a far prendere i colpi alla gente!
    Duncan: Io almeno parlo in faccia alle persone!
    Heather: Non mi interessa, io ho ottenuto l'immunità, nessuno mi può toccare!
    Gwen: Per oggi!!
    Lindsay [a Heather, iniziando ad arrabbiarsi]: Ma lo sai che sei veramente perfida?? E tutte le cose brutte che la gente dice di te sono vere, tipo che hai due facce, che pugnali alle spalle, che sei una brutta...!!! [le fa il dito medio e spara una sequela interminabile di parolacce e insulti che lascia tutti a bocca aperta] Io ho sempre detto che si sbagliavano, ti ho sempre difesa, perché pensavo che fossimo M.A.D., ma hanno ragione! Hai due facce, pugnali alle spalle e dici una marea di...!!! [spara altre parolacce ancora più umilianti] E sai un'altra cosa?! Non voglio più essere una M.A.D., preferisco stare tutto il giorno a guardare il sedere di Owen, piuttosto che fare shopping con te,e P.S.: le tue scarpe...fanno schifo!!! [Heather rimane sotto shock]
    Gwen [soddisfatta]: Brava, gliele hai cantate! [tutti quanti, animali compresi, ridono contenti]
    Heather [furiosa]: Fatti un tuffo tra i piranha!!
    Lindsay [in confessionale]: Non so cosa mi sia successo. Aspetta, sì lo so! Heather è una grandissima p******!!

Episodio 19, L’isola del terroreModifica

  • Izzy: Il tuo chiacchiericcio mi impedisce di pensare al pazzo assassino evaso dal carcere con la motosega e l'uncino.
    Owen: Per mille vampate di fuoco è vero: il pazzo assassino. Ricordi quando è spuntato dal bosco per fare a pezzi la coppietta che stava limonando?
    Izzy: Ma noi non stiamo limonando.
    Owen: Oh, già.
    Izzy: ... Che vuoi limonare?
    Owen: Si.
  • Gwen: Ok, lo so che gli attori che non hanno battute vengono pagati poco, ma dico sul serio, scusa. Fatti un impianto dentale e comprati un dentifricio. Ehi, vuoi un sandwich prima di infilzarmi con il tuo grosso e orrido uncino? Ok. Senti, piantala con questa farsa, va bene? Lo so che sei un attore con un uncino finto e francamente non metti nemmeno paura. [L'assassino si toglie l'uncino mostrando il braccio senza mano] Oh, che schifo. Come hanno fatto a farlo tutto bitorzoluto?
    Chris, Chef e gli altri concorrenti: Gwen! È il vero evaso pazzo assassino che se ne va in giro con una motosega e l'uncino!
    Gwen: Aaaaaah. [Gli da dei calci in faccia]
    Pazzo assassino: Ahi, che dolore. Hai esagerato, questo te lo potevi proprio risparmiare. Basta, me ne vado. Mi trattavano molto meglio in carcere.

Episodio 20, Wawanakwa selvaggiaModifica

  • Il naturalista è un tutt'uno con la vita selvaggia, è parte di essa. Stabilire un contatto visivo con le sue creature è fonte di pace, è fonte di fratellanza. Siamo una cosa sola, piccoletto, siii, una cosa sola e sei l'unico elemento che si frappone tra me e la vittoria, eppure ti voglio bene. [Lo scoiattolo gli morde il naso] (Owen)
  • Sì, ho vinto la cena, sì. Voglio zuppa di anatra, anatra alla pechinese, anatra all'arancia, mousse di cioccolato, no: anatra al cioccolato. Ho vinto! (Gwen)
  • Gwen [in confessionale]: La cosa che sarò contenta di non rivedere mai più: il cibo di Chef.
    Leshawna [in confessionale]: Sicuramente il cibo.
    Duncan [in confessionale]: Il cibo.
    Leshawna [in confessionale]: È davvero la più fetida
    Heather [in confessionale]: Puzzolente
    Duncan [in confessionale]: Indecente
    Gwen [in confessionale]: Schifosa
    Leshawna [in confessionale]: Vecchia
    Gwen [in confessionale]: Ammuffita
    Heather [in confessionale]: Ispida
    Duncan [in confessionale]: Cattiva
    Heather [in confessionale]: E più disgustosa sbobba che io abbia mai dovuto mangiare. E poi i bagni
    Leshawna [in confessionale]: Le avete viste le latrine?
    Gwen [in confessionale]: Credo che non le abbiano mai pulite Eather: in trentacinque anni. 
    Leshawna [in confessionale]: Ah, quanto puzzano
    Duncan [in confessionale]: Un vero tanfo

Episodio 21, Gara di triathlon a tre bracciaModifica

  • [in confessionale]: Sei eterne settimane, non so quanto riuscirò a resistere. La persona che mi urta di più? Goeff: quel tizio è costantemente di buon umore. Nessuno al mondo è sempre di buon umore e se prova a dire solo un'altra volta amico o forte o mangia con la bocca aperta, beh credo che gli farò del male. (Gwen)
  • Owen [in confessionale]: Mamma dice: "Se non hai in mente qualcosa di carino, tieni la bocca chiusa." In questo caso, Heather dovrebbe stare sempre zitta!!! È la donna più cattiva, più egoista e decisamente più s****** di tutta Kalamazoo!! Senza offesa.
    Heather [in confessionale insieme a lui]: Oh, che vuoi che sia? Ti rispetto per questo. [imbestialita] Non ci riprovare!!!
  • Duncan: Coraggio, pagaia. Sto facendo tutto il lavoro e la mia metà della canoa non è certo quella più pesante. 
    Leshawna: Oh, sto per infilare il remo in un posto dove non vorresti che lo infilassi.
    Duncan: Beh, io sto per dartelo in faccia e sono sicuro che la cosa non ti piacerà.
    Leshawna: Sul serio? Non penso che lo farai. Quando sei davanti a tutti ti comporti da duro, ma sotto sotto sei un semplice mollaccione.
    Duncan: E chi lo dice?
    Leshawna: Ce li ho gli occhi. Ti eri preso una bella cotta per Courtney e non provare a negarlo.
    Duncan: Tutta qui la tua perspicacia? Bello sforzo, è così sexy.
    Leshawna: Mi ha raccontato del coniglietto.
    Duncan: Oh, miseria.
    Leshawna: Non volevi che DJ pensasse che il suo amato coniglietto l'aveva abbandonato.
    Duncan: Ok, va bene. Quando avevo sei anni scappò di casa Peter, il mio cane, e non volevo che DJ passasse quello che ho passato io.
    Leshawna: Ah, lo sapevo. Sapevo che sotto quella scorza dura c'era un cuore generoso.
    Duncan: Già, però evita di dirlo in giro, fammi questo favore, Leshawna.
  • Che bel ragazzo quel Justin. Guarda, anche la sua testa è straordinariamente sexy. Voglio dire è intagliata alla grande, no? Viene voglia di toccarla. Voglio dire per vedere se è veramente di legno, ahahah. (Owen)

Episodio 22, La spiaggia dei perdentiModifica

  • Sai una cosa? Adoro essere una perdente. Questo posto si addice di più al mio stile. Se avessi saputo che sarei finita in questo paradiso mi sarei fatta eliminare fin dal primo episodio. (Lindsay)
  • Chris: Ok, avete visto come passano il loro tempo i perdenti. Adesso è il momento di scoprire cosa pensano sul conto dei cinque finalisti. 
    Eva: Non la sopporto proprio Eather. Colpa sua se sono bloccata in questo posto. Quella è un'invasata che ti pugnala alle spalle e io mi divertirò a guardarla affondare. 

Episodio 23, Campo naufraghiModifica

  • Owen: Oh no. Non dirmi che hai... 
    Chris: Si. Per il signor cocco è arrivato il momento di recarsi sul molo della vergogna. 
    Owen: Noooo! Ma percheeeeé! Percheeeeé! 
    Chris: Datti una regolata, amico. Cominci a darmi i brividi. 
    Owen: Signor cocco! Noooo! 

Episodio 24, Fuga dalla forestaModifica

  • Pardon, monsieur. Ou est la biblioteque? (Chef)
  • Ciao, signor scoiattolo... e ciao anche a te, signor procione... oh, buonasera, signor scimmione anakwa... Uh, scaaappaaaaa!! (Owen)
  • Owen: Duncan?
    Heather: Owen?
    Duncan: Eather?
    Heather: Duncan?
    Gwen: Eather?
    Heather: Gwen?
    Duncan: Gwen?
    Gwen: Owen?
    Heather: Bene. Adesso che abbiamo fatto l'appello, che cosa facciamo? Avete visto che bestione?
    Duncan: Avrei potuto farlo fuori.
    Gwen: Per questo ti sei messo a gridare come un bambino?
    Duncan: Certo. Era un trucco per ingannarlo. Comunque sia, qui dentro siamo al sicuro.
    Owen: Eeh. Dipende da cosa intendi per al sicuro.
    Heather: Non avrei mai pensato di dirlo, ma... Owen, dimmi che la lingua che ho nell'orecchio è tua.
    Owen: No, credo che siano i... pipistrelliiii!
  • [in confessionale]: Ho paura che Duncan sia arrabbiato con me. Forse avrei dovuto mettere da parte un dolcetto anche per lui. (Owen)
  • Chef: Questo doveva essere il mio giorno. Avrei dovuto mangiare i miei dolcetti e rilassarmi con le creme di Eather, mentre sbirciavo il diario di Gwen e mi pulivo le unghie dei piedi. A proposito, Duncan, devi affilare questo. [Lancia a Duncan il coltello che gli ha rubato] Infine avrei saccheggiato il nascondiglio degli snack di Owen, ma avete rovinato il piano! E quindi ecco la vostra maledetta immunità. [Momento di Suspense] Tu! Strozzati con questo. [Il marshmallow va a Owen] Tu sei fuori.
    Duncan: Giusto, fammi tornare nel riformatorio. Almeno tra galeotti uno sa cosa aspettarsi.

Episodio 25, Una sfida a treModifica

  • [in confessionale]: Vi siete accorti che la tavoletta del water assomiglia a un pancake? Uhahahah. [La lecca]  (Owen)
  • Chris: Mastica la gomma appena sputata da Harold. 
    Owen: Accetto la sfida in pieno! 
    Chris: Amico, è già masticata e l'ha masticata Harold. 
    Owen: Lo so, ma se l'ha conservata sarà di certo qualcosa di speciale... Uhm, corpacciosa, delicato aroma fruttato con un accenno di arancia, robusta e bilanciata, gusto estivo... ooh e c'è anche un croccantino.
  • Gwen: Se mi aiuti a distruggere Eather dividerò la mia vincita con te. 
    Owen: E se non dovessi vincere? 
    Gwen: Ti offrirò una scatola di ciambelle.
    Owen: Questo è un accordo difficile da rifiutare. Ci sto. Chris, scusami, voglio cedere la metà dei miei bonus. 
    Chris: Oh, beh, ok. Ne sei sicuro? 
    Heather: Ragazzi. Questa è una cospirazione, è veramente sleale. Chris, tira fuori il regolamento e procedi subito alla verifica. È evidente che vogliano allearsi per affossarmi. Ci dev'essere una regola per questa cosa. 
    Chris: Spiacente. La regola è questa: non esistono regole. Nada. 

Episodio 26, Il gran finaleModifica

  • [in confessionale]: La compagnia? ... uno schifo. Un ammasso di idioti che ti pugnalano alle spalle, manipolatori, ipocriti, assetati di gloria, limitati, da rinchiudere sotto chiave, mezzi strampalati, psicotici, zotici, dispotici, bugiardi, sapientoni e fissati con le feste. Pazzi. Oh, sono stata più che fortunata a incontrare cinque persone sane di mente. [Riferita a Owen, DJ, Bridget, Cody e Leshawna] (Gwen)

Episodio 27, Ultima sfidaModifica

  • Harold: Salute, Leshawna.
    Leshawna: Salute, cicciobello. Uhm uhm, ti trovo in forma. Hai fatto ginnastica?
    Harold: Te ne sei accorta? Un mio pensierino. [Le offre un mazzo di fiori] 
    Leshawna: Ascolta, Harold. Dobbiamo parlare di questa cosa. Cioè di me e di te. Sul pontile mi sono fatta prendere dall'emozione del momento, dovuta soprattutto all'eliminazione, sai? Voglio dire, secondo me siamo andati troppo in fretta. 
    Harold: Oh, no, ok. E posso continuare a parlarti eccetera? 
    Leshawna: Oh, Harold. Tu sei il ragazzo bianco più tosto e più strano che io abbia mai incontrato. Insomma, io e te siamo così. 
    Harold: Che Forza! Allora andiamo dietro un cespuglio e diamoci dentro. 
    Leshawna: Allora non senti quello che dico. Devo andare, scusa.
    Harold: Io ti riconquisterò, Leshawna, perché ti amo! 
  • [in confessionale]: Già, io e Leshawna siamo molto legati. Scommetto che alla fine nascerà qualcosa tra noi e magari a trent'anni andremo a vivere insieme. Dovrò prima chiedere il permesso a mia madre, ma non ci saranno problemi. Probabilmente ci darà il semi interrato. Sarebbe fico.  (Harold)
  • Gwen: Per me il lato positivo di questo stupido gioco è aver conosciuto voi due. 
    Trent: Io penso la stessa cosa. 
    Leshawna: Non c'è dubbio. 
    Gwen: Vorrei tanto presentarvi i miei amici più intimi. [Tira fuori le foto] Questa è Marilyn, Cadaveronza e Mietitrice. 
  • Congratulazioni al nostro vincitore. Owen hai giocato alla grande, lottato alla grande, mangiato alla grande e scorreggiato alla grande. Non so come hai fatto, ma sei riuscito a battere gli altri concorrenti dell'isola e tra poco le tue tasche traboccheranno di formaggio! (Chris)
  • Chris: Che ne dici, Owen? Accetterai cento mila bigliettoni oppure punterai al milione di dollari? 
    Owen: ..... punterò al milioncino!! 
  • Heather: Ehi ragazzi, mi rendo conto che abbiamo avuto le nostre piccole divergenze, ma che ne dite di collaborare? Siamo i quattro concorrenti più forti, insieme saremo inarrestabili. 
    Leshawna: Mi prendi in giro? Meglio infilarsi una leva d'acciaio nel naso, che stare in squadra con te. 
    Heather: Ah si? Beh, almeno io non sono una pettegola come te, col sederone, che fa la spesa al centro commerciale. 
    Leshawna: Ah, nessuno deve azzardarsi a puntarmi il dito in faccia.
    Gwen: Basta, stiamo perdendo del tempo prezioso.
    Leshawna: Uuh, questa non la passa liscia, gliela faccio pagare.
  • Ok, è una mia impressione o Izzy è completamente sconnessa? (Noah)
  • [in confessionale]: Io sto rischiando di esplodere, uh. Dico davvero. Se mi costringono a passare un altro secondo con quelle due, mi butto giù dalla scogliera. (Justin)
  • Heather: Hai sentito anche tu quello che ho sentito io?
    Harold: Cavolo, abbiamo perso.
    Heather: Shh. La caccia non è ancora finita. Ehi, sei in grado di commettere un furtarello?Harold: Certo, Eather. Una volta al campeggio estivo di informatica...
    Heather: Zitto.
  • Courtney: Oh, ce l'hai fatta, mio grande eroe.
    Duncan: Ah, ho avuto ragazze più toste di lui e più scorfane... Ahi, la mia caviglia. Me la sono slogata, ahi! 
    Courtney: Duncan, è una cosa grave? 
    Duncan: Ho paura di sì. Non credo di poter camminare. Dovrai aiutarmi. 
    Courtney: Oh, lo sai che sei importantissimo per me, ma non posso permettere che mi rallenti. Mi dispiace. 
    Duncan: Aspetta! Vuoi lasciarmi qui? Ma come? Ho sfidato un alligatore per quella valigetta!
    Courtney: Lo so, ma certe opportunità si colgono al volo, non cadono dagli alberi. [Izzy cade da un albero su Courtney e prende la valigetta] 
    Izzy: Che fortuna sfacciata... a parte la sua testa. 
    Noah: E così la tua donna ti ha voltato le spalle. Detesto certi spettacoli. Scommetto che adesso ti senti uno sfigato, non è vero? Un uomo a metà. 
    Duncan: Uomo quanto basta per staccarti la testa! 
  • Courtney: Oh! Che succede? Questo posto non esiste nemmeno. Chris! Esci subito, vigliacco! Dico sul serio! [Sbatte su una parete e scopre che l'isola è falsa] 
    Chris: Oh, sembra incavolata. Meglio togliere il volume. Va meglio, no? Vuoi dell'altro paté? [Ai monitor] 
    Chef: Volentieri, amico.
  • Eva: Sta attenta. Forse è una trappola.
    Noah: Justin, il mio contrario. Così ci rincontriamo.
    Izzy: Qualunque cosa faccia, non guardatelo negli occhi. Ha i superpoteri.
    Justin: Dammi la valigetta.
    Izzy: Vada retro, super sexy!
    Justin: Io non avevo intenzione di farlo, ma non mi lasci altra scelta. [Si toglie la maglietta]
    Noah: No, attenta, Izzy! Guarda da un'altra parte!
    Izzy: Aah, non ci riesco. È troppo sexyssimo.
    Eva: È così bello che si merita la valigetta.
    Justin: Grazie, amore.
  • Non ci credo! Siamo sempre stati così vicini alla civiltà dei consumi! [Si arrampica sul muro] (Courtney)
  • DJ:Ragazzi, siate seri. Recuperiamo la valigetta senza abboccare nei suoi giochetti da trucido, giusto Owen?
    Owen: Coosa? Oh giusto!
    Tyler: Ora ridaccela o ti conciamo per le feste.
    Justin: No.
    Tyler: ... Adesso che facciamo?
    Cody: Guarda! Ci sono i paparazzi! [Riprendono la valigetta mentre si distrae]
  • Leshawna: Bravi! E adesso? [Dopo che uno squalo mangia la valigetta]
  • Chris: E così addio valigetta. Siete dei veri fenomeni. Non volevo essere costretto a farlo, ma visto che nessuno dei partecipanti ha ufficialmente vinto, avete ufficialmente pareggiato. Il che vuol dire che avrete tutti un'altra possibilità di vincere il milione di dollari. Ma nella seconda stagione, però. 
    Leshawna: Ha detto seconda stagione? 
    Heather: Aha? Scordatelo, io non torno sull'isola. 
    Lindsay [in confessionale]: La seconda stagione la seconda stagione! Diventerò molto più famosa di quanto immaginassi. Spero di avere la possibilità di rifarmi il colore. 
    Duncan: Ne ho abbastanza. Non sapevo di una seconda stagione. Si, hai anche firmato. Si chiama clausola, amico. Leggetela, vivetela, amatela. 
    Gwen: Io detesto le clausole capestro. 
    Chris: Quanto alla vostra formazione la caccia al tesoro finisce qui, con tutte le speranze di poter vincere una bella sommetta alla fine dello spettacolo. La bella notizia è che ve ne starete alla finestra a godervi la seconda stagione con tutto il suo para piglia.
    Courtney: Un momento, voglio esserci anch'io nella seconda! 
    Chris: Alt alt alt alt eheheh leggere clausola. 

Altri progettiModifica